Indycar | Iowa 250s 2020: Dichiarazioni P1-P8 dopo Gara-2

Seguono le dichiarazioni dei piloti che hanno completato la seconda gara della Iowa IndyCar 250s nelle prime otto posizioni.

JOSEF NEWGARDEN (#1 Hitachi Team Penske Chevrolet, P1): “E’ una bellissima sensazione. Non so cosa dobbiamo fare per tenere la sfortuna lontana da noi, ma fortunatamente questo è un nuovo inizio. I nostri ragazzi hanno fatto un grande lavoro già ieri, per questo ero deluso. Ero arrabbiato per loro perchè sentivo di avere l’auto vincente. Ci hanno messo in condizione di far bene, ma non hanno potuto esser ripagati. Quindi, ero ancora più determinato oggi a far bene. Penso che tutti lo fossero, e abbiamo semplicemente dato il massimo per tutta la gara. Sono molto orgoglioso di essere motorizzato Chevrolet. Sentivo di avere il pacchetto per vincere. Gestione del carburante, costanza e potenza. E avere di nuovo Hitachi con noi, penso ci abbia dato una botta di fortuna. Quindi grazie Hitachi. Grazie a tutto il Team Penske. Sono semplicemente felice di esserci tolti questo peso dalle spalle. Non credo nemmeno di essere mai stato in pole qui. Mi son messo qui a pensare: “Ce la possiamo fare. Non vedo perchè non possiamo convertire la pole in vittoria”. Sapevo di avere velocità, mi sentivo sicuro. Puoi star certo che quando Tim (Cindric) è al mio muretto ed ho i miei ragazzi a fare i pitstop, ho piena fiducia che si può far bene. Sarebbe stato bello se avessimo potuto fare qualche risultato in più. Come a Road America, dove avevamo una macchina per vincere quel sabato. Sapevo che avevamo bisogno di una vittoria e ce ne serve un’altra a breve. Dobbiamo fare risultati costanti.”

WILL POWER (#12 Verizon Team Penske Chevrolet, P2): “E’ una bella sensazione. È stata un’ottima serata per noi. Voglio ringraziare davvero Verizon and Chevy per tutto il loro supporto. Avrei voluto vincere ovviamente. Sono grato di aver potuto finalmente concretizzare il nostro potenziale. Guardo avanti, per cercare di riprendere in mano la stagione. Non so cosa debba fare per avere gare normali come (Scott) Dixon e (Simon) Pagenaud. Son felice del bel risultato di stanotte, ad ogni modo.”

GRAHAM RAHAL (#15 Hy-Vee Honda, P3): “La macchina della Hy-Vee è arrivata terza, e penso che avessimo la vettura migliore in pista stanotte. Abbiamo passato moltissime auto. È stato difficile alla fine quando Will (Power) usava la mia stessa linea. In alto c’era poco grip. Grazie ad Hy-Vee per averci affiancato questo weekend e grazie ad Honda; il motore era un razzo. Siamo orgogliosi di essere motorizzati Honda. È stata una grande gara e una bella rivincita per il nostro team dopo esser partiti dal fondo. Sono super felice di questa terza posizione, e stiamo recuperando in campionato. Tutto il team ha lavorato duramente. E ancora meglio, abbiamo raccolto 24900$ per ‘Turns for Troops with United Rentals’ questo weekend, il che è fantastico.”

SIMON PAGENAUD (#22 Menards Team Penske Chevrolet, P4): “È stato un weekend ricco di emozioni, ma siamo riusciti ad avere la meglio. Voglio ringraziare il Team Penske, Menards e Chevy per avermi dato tanta potenza per rimontare. Oggi non eravamo velocissimi: credo che abbiamo sbagliato un aggiustamento alla macchina nel corso di un pit stop, ma da lì in poi siamo stati costretti a compiere delle soste molto rapide e quindi non abbiamo potuto fare altri cambiamenti. Forse non avevamo il ritmo migliore, ma è positivo arrivare in prima e in quarta posizione dopo essere partiti ultimi in entrambe le gare. Sono soddisfatto dei nostri risultati. Sembra che si stia definendo la lotta per il campionato, al momento è una situazione esaltante. È una soddisfazione dal punto di vista della preparazione: abbiamo dimostrato a tutti che, indipendentemente da quel che succede, devono sempre tenerci in considerazione. È il marchio distintivo di una squadra che può vincere il campionato. È quello che vogliamo fare, è quello che vogliamo dimostrare ad ogni weekend, vogliamo che gli altri ci temano e sono abbastanza sicuro che oggi abbiano avuto paura di noi. Ci riorganizzeremo e anche a Mid-Ohio saremo forti.”

SCOTT DIXON (#9 PNC Bank Chip Ganassi Racing Honda, P5): “Sapevamo che per noi questo weekend avrebbe rappresentato una delle sfide più grandi di quest’anno. In Iowa non siamo stati veloci come su altre piste. Abbiamo lavorato e provato alcune cose, abbiamo imparato molto, siamo stati in grado di farci strada verso le prime posizioni e abbiamo conquistato un buon risultato per la macchina della PNC Bank.”

OLIVER ASKEW (#7 Arrow McLaren SP Chevrolet, P6): “Non ci si può lamentare di due top-10 e soprattutto di aver conquistato il mio primo podio. È stato difficile dormire con tutta l’adrenalina che avevo in corpo dopo ieri. Sono orgoglioso di Arrow McLaren SP, di Chevrolet e di tutti quelli che lavorano per noi. So che Pato [O’Ward] ha avuto un’occasione per arrivare a podio e per vincere, quindi sicuramente per noi è la pista giusta. Per noi sono due podi in due weekend di gara. Le nostre macchine sono veloci e non vediamo di correre le prossime gare, mantenere questo slancio e provare a conquistare il titolo di ‘Rookie of the year’. Complessivamente è stato un grande weekend. Ringrazio tutti i tifosi presenti in pista e quelli che ci hanno guardato da casa.”

JACK HARVEY (#60 AutoNation / SiriusXM Honda, P7): “È stato un weekend importante per il Meyer Shank Racing: prima di questo weekend ci avremmo messo la firma per due arrivi in settima posizione e per due arrivi in top-10 in qualifica. Sono orgoglioso dell’intero Meyer Shank Racing, tutti stanno dimostrando costantemente di essere determinati a disputare una buona stagione. Dobbiamo mantenere questo slancio per Mid-Ohio, la gara di casa del nostro capo.”

ALEXANDER ROSSI (#27 AutoNation / NAPA AUTO PARTS Honda, P8): “Non abbiamo mai mollato e anche questa sera i ragazzi della AutoNation/NAPA sono stati fantastici ai box: è il frutto del loro duro lavoro svolto durante la pausa invernale. Senza di loro non avrei ottenuto questo risultato. Rob [Edwards] ha preparato una buona strategia che ci ha permesso di tornare nel giro del leader. Alla fine è stata una giornata OK, considerando da dove eravamo partiti. Rispetto a ieri, in alcuni punti siamo migliorati e in altri siamo peggiorati. Alla fine credo che la nostra fosse una macchina da ottava posizione ed è così che è andata. Continueremo ad andare avanti.”

Si ringrazia Lorenzo Esposito per la collaborazione

Immagine di copertina da IndyCar Media/Joe Skibinski

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

925FollowersFollow
1,704FollowersFollow

NEWSLETTER

Resta aggiornato su P300.it iscrivendoti alla nostra mailing list

ALTRI DALL'AUTORE