Indycar | I commenti dei piloti sul nuovo Aeroscreen dopo i test di Austin

Indycar | I commenti dei piloti sul nuovo Aeroscreen dopo i test di Austin

I test di Austin hanno segnato l’esordio su larga scala del nuovo Aeroscreen, il dispositivo di sicurezza che combina un “Halo” simile a quello adottato dalla Formula 1 con uno schermo in policarbonato sviluppato dalla Red Bull Advanced Technologies.

È utile pertanto riportare alcune dichiarazioni rilasciate dai piloti al sito ufficiale della Indycar in merito all’Aeroscreen, che per via delle avverse condizioni meteo è stato utilizzato sia con pista asciutta che con pista bagnata.

Alexander Rossi (#27 Andretti Autosport, Honda): “Per il momento la presenza dell’Aeroscreen è stata meno straordinaria di quanto tutti si aspettassero e non ci sono stati dei veri problemi finché non ci sono stati dei leggeri fenomeni di riflessione al termine delle prove, ma è una questione che dovremmo essere capaci di risolvere. Insomma è stata un’esperienza positiva“.

Graham Rahal (#15 Rahal/Letterman/Lanigan Racing, Honda): “Per il momento va tutto bene, l’Aeroscreen non è stato un problema: all’interno della macchina fa un po’ più caldo, ma non è troppo male. La visibilità è ottima, sono rimasto alle spalle di qualcuno che è passato su una pozza, è stata sollevata parecchia acqua che è finita sull’Aeroscreen e che è subito scivolata via. Onestamente è andata molto meglio rispetto a tutto quello che abbiamo provato in passato“.

Takuma Sato (#30 Rahal/Letterman/Lanigan Racing, Honda): “L’esperienza è stata molto interessante e positiva, ma molto differente rispetto a tutto ciò che ho guidato finora. C’era molto più silenzio senza l’aria che si muoveva all’interno dell’abitacolo. Complessivamente credo che sia andata molto bene, mi sono sentito molto al sicuro e protetto. La visibilità era migliore di quanto mi aspettassi“.

Zach Veach (#26 Andretti Autosport, Honda): “Onestamente credo che il primo vero giorno di test con l’Aeroscreen sia stato un vero successo. La ventilazione era adeguata alle condizioni, forse anche un po’ troppo per quanto faceva freddo. Penso che saremo a nostro agio quando andremo a St.Pete, dove farà più caldo. Abbiamo provato con la pioggia e con l’Aeroscreen non ho avuto alcun problema con la visuale, sono stato molto felice di come ho potuto vedere dall’interno dell’abitacolo“.

Sebastien Bourdais (#14 AJ Foyt Enterprises, Chevrolet): “Non ho particolari lamentele da fare, semplicemente bisogna abituarsi al nuovo ambiente. Quando si insegue qualcuno con la pioggia lo schermo tende a sporcarsi un po’, ma la situazione sembrava sotto controllo quindi non ci sono grosse lamentele. Ovviamente oggi faceva molto freddo, quindi non era una cosa così negativa che facesse più caldo del solito all’interno della macchina“.

Charlie Kimball (#4 AJ Foyt Enterprises, Chevrolet): “Credo che ci siano ancora dei problemi da risolvere per quanto riguarda il raffreddamento. Oggi non faceva particolarmente caldo, ma al tempo stesso non ho avuto problemi di visibilità e all’interno della macchina c’era molto più silenzio. Il vento faceva molto meno rumore e la radio si sentiva molto meglio, quindi credo che se riusciremo a capire come rinfrescare la macchina anche in una giornata molto calda saremo in una buona posizione. Neanche con le pozze, lo sporco e tutto ciò che è finito oggi sull’Aeroscreen ho avuto perdite significative di visibilità“.

Marcus Ericsson (#8 Chip Ganassi Racing, Honda): “Oggi per me è stata la prima volta con l’Aeroscreen, è stata un’esperienza nuova. Credo che abbia funzionato bene e abbia fatto quello che doveva fare. Non c’è stato alcun tipo di problema: ovviamente la sensazione è un po’ differente rispetto a quando non c’è, ma ci si abitua abbastanza in fretta. Credo che la Indycar abbia fatto davvero un buon lavoro nell’implementarlo su tutte le macchine per questo test“.

Felix Rosenqvist (#10 Chip Ganassi Racing, Honda): “Penso che l’Aeroscreen abbia fatto bene il suo lavoro. In termini di raffreddamento ha funzionato meglio di quanto mi aspettassi e anche la visibilità era molto buona. Devo segnalare solo che quando il sole si è abbassato c’erano molti riflessi sull’Aeroscreen e questa è una cosa che bisognerà valutare e in merito alla quale si dovranno vedere i feedback degli altri piloti. Onestamente credo che la maggiore influenza ce l’abbia sulla maneggevolezza della macchina in termini di peso e aerodinamica. Per il resto è stata una giornata tranquilla“.

Immagine di copertina da https://twitter.com/RLLracing

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

14,525FansLike
867FollowersFollow
1,632FollowersFollow

ALTRI DALL'AUTORE