La Indycar Series ha definito la collocazione in calendario per il Gran Premio di St.Petersburg, l’ultimo tassello mancante al calendario per il 2020.

Da quando è stato inserito in calendario, il circuito cittadino della Florida è sempre stato collocato nella prima parte dell’anno, molto spesso come prima gara; quest’anno invece sarà l’appuntamento che chiuderà il campionato il 25 ottobre, tre settimane dopo l’Harvest GP di Indianapolis.

Il resto del calendario rimane invariato rispetto a quello annunciato un mese fa: se non ci saranno ricadute dal punto di vista sanitario, il piano prevede di disputare 15 gare in poco meno di 5 mesi, con due double header in Iowa e a Laguna Seca. Solamente sul GP di Toronto permane tuttora un velo di incertezza, trattandosi di un evento che si disputerà su un circuito cittadino con tutte le incognite del caso.

Il weekend del Gran Premio di St.Petersburg, inizialmente previsto per il 15 marzo, era di fatto già iniziato quando l’esplosione dell’emergenza coronavirus ha portato gli organizzatori e il sanctioning body a fermare le attività in pista: le Indycar non erano ancora scese in pista, ma le categorie minori avevano già completato i primi turni di prove libere.

A seguire le dichiarazioni dei vari protagonisti.

Mark Miles, Presidente e CEO di Penske Entertainment Corporation: “Le strade di St.Petersburg daranno vita ad una conclusione di stagione ricca di azione in una città cara all’intera comunità della Indycar Series. Estendiamo i nostri ringraziamenti al sindaco Kriseman, a Green Savoree e a Firestone per aver lavorato con noi per trovare una nuova data per l’evento. Sarà un weekend fantastico e so che i nostri piloti hanno già marcato nei loro calendari il giorno della gara a St.Petersburg“.

Kim Green, co-owner, Presidente e CEO di Green Savoree St.Petersburg, che organizza la gara: “Tornare ad avere un posto in calendario per il GP di St.Petersburg è uno sviluppo molto positivo, che è potuto accadere solo grazie all’impegno e al supporto dei nostri partner nei confronti della Città di St.Petersburg, della Indycar e della Firestone. Speriamo che questo possa offrire sia agli abitanti della Florida che ai nostri fan qualcosa verso cui rivolgere la loro attenzione, mentre ci troviamo ad affrontare dei tempi che per tutti noi non hanno precedenti“.

Kevin Savoree, co-owner, Presidente e CEO di Green Savoree St.Petersburg: “Ringraziamo i nostri fans per la pazienza e la comprensione dimostrata nel completamento di quest’operazione col sindaco Kriseman, il consiglio comunale, la Indycar e la Firestone. Tutti hanno fatto un grande sforzo e apprezziamo l’opportunità che ci è stata data di ospitare nuovamente l’evento quest’autunno nel fantastico scenario di St.Petersburg“.

Rick Kriseman, sindaco di St.Petersburg: “La città di St.Petersburg è pronta ad accogliere nuovamente ad ottobre i tifosi, i piloti, le squadre e gli sponsor della Indycar. Voglio ringraziare i nostri partner della Green Savoree Racing Promotions per aver creduto in questa gara e per aver dato ai residenti di questa città un nuovo obiettivo al quale rivolgersi. Sono sicuro che la gara riuscirà a svolgersi in un modo tale da mettere la salute pubblica davanti a tutto”.

Lisa Boggs, responsabile per il motorsport di Bridgestone America: “Apprezziamo molto gli sforzi di Green Savoree Racing Promotions, Indycar, del sindaco Kriseman e della città di St.Petersburg per trovare una nuova data per il Gran Premio di St.Petersburg. Tornare su queste strade per chiudere la stagione 2020 della Indycar è un ottimo modo per ringraziare tutti i tifosi di questa zona per il loro sostegno. Non abbiamo potuto dare il via a questa stagione come previsto, ma non vediamo l’ora di incoronare il campione Indycar 2020 ad ottobre“.

Immagine di copertina da https://twitter.com/FollowAndretti