Matomo

Indycar | GP St.Petersburg 2020, Newgarden: “Non avremmo potuto fare di più quest’anno”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Seguono le dichiarazioni di Josef Newgarden (Penske) al termine del GP di St.Petersburg 2020

JOSEF NEWGARDEN (P1 – #1 Hitachi Team Penske Chevrolet): Sicuramente è una sensazione dolceamara: innanzitutto faccio i complimenti a Scott [Dixon] e ai suoi ragazzi, alla sua crew, sono sicuro che siano elettrizzati per aver vinto sei campionati e sono dei grandi avversari.

D’altra parte non so cosa avremmo potuto fare diversamente quest’anno, cos’altro avrei potuto chiedere ai miei ragazzi: sono stati impeccabili, i più veloci ai box per tutto l’anno e sono estremamente orgoglioso di correre per questa squadra. Abbiamo una crew incredibile che si impegna al massimo e non mi riferisco solo a chi cura la mia macchina, ma a tutti i meccanici e agli ingegneri dell’intera squadra.

Non ce l’abbiamo fatta, è andata così; non siamo stati abbastanza bravi, ma l’anno prossimo ripartiremo da zero e saremo ancora più forti. Vi garantisco che l’anno prossimo saremo in lotta per il campionato, questa squadra sarà sempre in lotta per il campionato, sono sicuro che torneremo. Ringrazio Hitachi e il Team Chevy, che oggi e per tutto il campionato è stato il motore da battere e di questo diamo loro atto.

Senza dubbio non avevamo bisogno di una gara completamente libera da caution, pertanto ciò che è successo ci ha aiutato. La gara si è sviluppata nel modo in cui avevamo bisogno, ma non ci è stato regalato niente da nessuno.

La nostra giornata è stata concreta, dovevamo essere molto veloci e credo che la nostra macchina lo sia stata; a quel punto abbiamo dovuto compiere alcuni sorpassi, era l’unico modo per arrivare davanti. Siamo riusciti a fare ciò di cui avevamo bisogno, ma a quel punto sapevamo che il nostro destino non dipendeva più da noi, non avremmo avuto modo di decidere il campionato; abbiamo fatto il massimo sperando che accadesse il meglio per noi.

Pato [O’Ward] è una delle future star della INDYCAR, anzi già ora lo è. Sono un suo grande fan, quindi è stato divertente gareggiare contro di lui: mi ha sempre attaccato in modo pulito, anche a fine gara quando le cose si erano fatte difficili, con tutti i marbles che si erano raccolti sulle gomme. È un avversario grandioso e mi è davvero piaciuto correre contro di lui.

Immagine di copertina da IndyCar Media/James Black

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

ALTRI DALL'AUTORE