Matomo

Indycar | GP St.Petersburg 2020, Ferrucci: “Ho urtato un muretto e si è rotta la sospensione”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Seguono le dichiarazioni Santino Ferrucci (Coyne) al termine del GP di St.Petersburg 2020

SANTINO FERRUCCI (P23 – #18 SealMaster Honda): La nostra partenza è stata fantastica: la SealMaster Honda era risalita prima in P14, poi in P13 e abbiamo continuato a lottare. Sono uscito dai box dopo un pit stop davvero buono e super-rapido, ma in quel frangente mi sono toccato in Curva 4 con un’altra machina che ci ha colpiti dall’esterno; questo contatto ha danneggiato leggermente la macchina. Nel corso dello stint successivo ho toccato il muretto interno ad una curva e successivamente, quando c’è stata la ripartenza, la sospensione anteriore si è rotta e la mia macchina è finita contro il muro.

Ovviamente sono deluso dalla giornata di oggi, ma voglio ringraziare la squadra per il lavoro fatto quest’anno e tutti i nostri partner per il sostegno ricevuto nel corso di questa stagione unica.

Immagine di copertina da IndyCar Media/James Black

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

ALTRI DALL'AUTORE