Indycar | GP Road America 2022, qualifiche: Alexander Rossi in pole position dopo tre anni

Sulla pista della sua ultima vittoria, il pilota del team Andretti batte Newgarden e torna al palo; Power eliminato nella prima fase


A tre anni dalla prima gara di Detroit 2019 e nella stessa Road America dove, nella medesima stagione, aveva conquistato la sua fin qui ultima vittoria, Alexander Rossi è tornato a conquistare una pole position in IndyCar. Il pilota del team Andretti l’ha spuntata al termine di una sessione di prove ufficiali disturbata da qualche fastidiosa gocciolina di pioggia che comunque non ha mai reso veramente viscido l’asfalto dello storico circuito del Wisconsin.

1:44.8656 il tempo realizzato dal #27 in una Fast 6 che ha visto l’appassionante duello tra il poleman e Josef Newgarden, velocissimo sia nel suo gruppo del primo round che in Top 12 ma battuto per appena 71 millesimi e mezzo nella tranche decisiva.

Terza posizione per il campione in carica e vincitore di Road America 2021, Álex Palou, ad aprire una seconda fila tutta Ganassi con Marcus Ericsson al fianco dello spagnolo. Entrambi hanno pagato mezzo secondo a Rossi. Il lotto della Fast 6 è stato completato da Colton Herta e Patricio O’Ward: prestazione amara soprattutto per il pilota della Andretti #26, che aveva concluso la Top 12 al comando con un tempo di un secondo e un decimo più veloce rispetto al suo stesso riferimento della Fast 6 nonché quattro decimi più rapido rispetto a quella che è stata poi la pole di Rossi.

Anche Romain Grosjean può condividere un feeling non del tutto positivo con il compagno di squadra. Il francese era risultato il più veloce nel primo gruppo del primo round con un crono di un paio di centesimi più lento rispetto alla pole finale, pertanto il punto addizionale di questo sabato poteva essere anche nelle corde del #28, che invece ha concluso al settimo posto la Top 12 percorrendo di fatto un solo giro lanciato dopo un problema di accensione della sua Dallara-Honda.

Felix Rosenqvist ha messo la seconda McLaren in ottava posizione precedendo i due omonimi neozelandesi, Scott McLaughlin e Scott Dixon. L’ultimo tentativo della Penske #3 è stato rovinato da un errore nella fase centrale del giro, mentre il sei volte campione non ha trovato una prestazione davvero competitiva in Fast 12 dopo avere passato agilmente il suo gruppo.

In cima alla lista dei delusi di giornata c’è però il leader del campionato, Will Power. L’australiano non si è trovato a proprio agio con le gomme morbide in un tentativo finale segnato anche da un potente controsterzo che gli è costato naturalmente decimi preziosi. La sua qualifica si è fermata nel primo gruppo e domani sarà chiamato ad un’altra rincorsa dall’ottava fila.

Qui Power ritroverà l’ex compagno di squadra Hélio Castroneves mentre il nuovo compagno di box del brasiliano nel team Meyer-Shank Racing, Simon Pagenaud, è passato alla Top 12 senza però andare oltre un 11° posto. Il francese ha preceduto solo Callum Ilott, finito fuori pista all’ultima curva all’inizio della tranche e causa di una bandiera rossa.

A sette anni dalla sua ultima gara IndyCar su un circuito stradale, peraltro un quarto posto nella celeberrima domenica del NOLA Park, Simona de Silvestro si è lanciata di nuovo nella mischia con il team Paretta. La pilota elvetica ha raccolto il peggior tempo del suo gruppo e scatterà dall’ultima piazza in griglia.

Il Gran Premio di Road America 2022 vedrà il suo semaforo verde domani alle ore 18:45 italiane.

Fast 6:

F1 | GP Azerbaijan 2022, Qualifiche, Sainz: "Persa la possibilità di fare un risultato migliore"

Top 12:

F1 | GP Azerbaijan 2022, Qualifiche, Sainz: "Persa la possibilità di fare un risultato migliore"

First round gruppo 1:

F1 | GP Azerbaijan 2022, Qualifiche, Sainz: "Persa la possibilità di fare un risultato migliore"

First round gruppo 2:

F1 | GP Azerbaijan 2022, Qualifiche, Sainz: "Persa la possibilità di fare un risultato migliore"

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS