Indycar | GP Road America 2019: Herta conquista la sua prima pole position

Sarà Colton Herta a partire dalla pole position nel Gran Premio di Road America che si disputerà domani sera: dopo aver vinto la sua prima gara in carriera 3 mesi fa ad Austin, il rookie del team Harding-Steinbrenner ha dato ancora una volta prova delle sue straordinarie abilità conquistando in modo perentorio la sua prima pole position in carriera col tempo di 1:42.9920, due decimi scarsi più veloce rispetto ad Alexander Rossi. Herta è stato il più veloce non solo nella Q3, ma in tutte e tre le sessioni di prove alle quali ha partecipato, conquistando tra l’altro il miglior tempo assoluto delle prove ufficiali durante il primo gruppo della Q1 in 1:42.4555. Con la prestazione di oggi, Herta conquista il record di poleman più giovane nella storia della Indycar Series.

Rossi, che partirà al fianco di Herta in prima fila, è stato invece il più veloce nel secondo gruppo della Q1, quello al quale Herta non ha partecipato. D’altra parte Rossi si è lasciato alle spalle Josef Newgarden, del quale rappresenta il più pericoloso avversario nella corsa per il titolo: il pilota del Team Penske ha infatti ottenuto il quarto tempo con 6 decimi di ritardo da Herta e domani partirà quindi dalla seconda fila; al suo fianco ci sarà Will Power, suo compagno di squadra, che ha pagato quasi 4 decimi di ritardo dal poleman.

Terza fila per le due macchine del team Rahal-Letterman, con Graham Rahal che ha preceduto Takuma Sato a completare il gruppo dei piloti ammessi alla Firestone Fast Six. Buona quarta fila per Sebastien Bourdais e Spencer Pigot, con il francese che ha mancato l’accesso all’ultima fase delle qualifiche per 6 centesimi di secondo; in quinta fila si schiereranno James Hinchcliffe e Marco Andretti mentre Ed Jones e Scott Dixon completano la classifica della Q2. Il neozelandese, in realtà, non è nemmeno riuscito a scendere in pista perché il motore Honda della sua monoposto ha esalato l’ultimo respiro al termine della precedente fase di qualifica: un colpo di sfortuna per lui, che però domani potrà partire con un motore fresco.

Settima fila per Patricio O’Ward e Zach Veach, che aprono così la classifica dei piloti esclusi al termine della prima fase di qualifica; per il pilota del team Andretti l’esclusione è stata particolarmente bruciante dato che il gap che l’ha separato dalla fatidica sesta posizione è stato di appena 3 millesimi di secondo. Ottava fila per Simon Pagenaud e Ryan Hunter-Reay, che continuano a non avere ancora un buon feeling con la monoposto quando si tratta di dare il massimo nel giro secco di qualifica.

Nona fila tutta svedese composta da Ericsson e Rosenqvist che precedono Harvey, Leist, Ferrucci, Chilton e Kanaan, che domani partirà dall’ultimo posto in griglia. Il pilota americano del team Coyne si è dovuto fermare negli ultimi minuti della Q1 all’uscita dei box per via di una perdita di potenza, ma fortunatamente è riuscito ad arrestare la sua monoposto in una posizione giudicata non troppo pericolosa e la direzione gara non è stata costretta a sospendere le prove.

L’appuntamento con il GP di Road America è per le 18:50 di domani; la diretta della gara verrà curata da DAZN. A seguire i tempi delle qualifiche

Riepilogo

Indycar | GP Road America 2019: Herta conquista la sua prima pole position

Q1 Gruppo A

Indycar | GP Road America 2019: Herta conquista la sua prima pole position

Q1 Gruppo B

Indycar | GP Road America 2019: Herta conquista la sua prima pole position

Q2

Indycar | GP Road America 2019: Herta conquista la sua prima pole position

Fast Six

Indycar | GP Road America 2019: Herta conquista la sua prima pole position

 

Immagine di copertina da https://twitter.com/FollowHSRacing

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM