IndyCar | GP Monterey 2024, Gara: Álex Palou torna al successo e riagguanta la testa della generale

IndyCar | GP Monterey 2024, Gara: Álex Palou torna al successo e riagguanta la testa della generale

IndyCar
Tempo di lettura: 4 minuti
di Alyoska Costantino @AlyxF1
24 Giugno 2024 - 03:15
Home  »  IndyCarTop

Palou resiste alla pressione e alle molteplici neutralizzazioni e vince a Laguna Seca per la seconda volta. Herta e Rossi a podio.


La California è territorio di Chip Ganassi Racing ed in particolare di Álex Palou. Il pilota spagnolo si è aggiudicato, per la seconda volta in tre anni, il GP Monterey edizione 2024 della NTT IndyCar Series, conquistando così il suo secondo trionfo dell’anno dopo quello ottenuto all’Indy GP antecedente alla 500 Miglia d’Indianapolis.

Una vittoria convincente, ottenuta al termine di un Gran Premio meno convulso rispetto a quello della passata stagione ma comunque snervante nelle fasi finali, quando molteplici situazioni di gara hanno provocato altrettante Caution. Palou, tuttavia, è rimasto concentrato sul suo obiettivo ed ha vinto con 2″ di margine nei confronti di Colton Herta, giunto secondo.

Alla ripartenza della penultima neutralizzazione compiuta dalla Pace Car, il figlio di Bryan ha avuto una chance d’oro per poter puntare alla terza vittoria nella laguna, quando Palou ha scodato in uscita dalla 11 rischiando di perdere la leadership. Il catalano, però, si è difeso bene ed ha negato, anche questa volta, il ritorno al successo al #26.

A completare il podio è stato Alexander Rossi sulla prima delle tre vetture di Arrow McLaren. Il pilota di casa era sulla strategia potenzialmente migliore tra i tre piloti in lizza per la vittoria, poiché nel finale montava gomme Alternate dalla mescola più morbida e dunque con un grip maggiore per tentare il sorpasso, ma lo strappo finale di Palou ha imposto al #7 di accontentarsi del terzo posto. Non l’ha aiutato nemmeno l’offensiva di Romain Grosjean, che raccoglie il proprio miglior risultato stagionale e con Juncos Hollinger Racing chiudendo quarto.

Quinto posto per Kyle Kirkwood, una top five regalatagli da Josef Newgarden che, nonostante un drive through per esser entrato in corsia box in maniera pericolosa avendo tagliato la strada a Marcus Ericsson, era in lizza per un podio fino ad un grossolano errore sul Rahal Straight, dove è finito nella sabbia concludendo in testacoda e venendo classificato 19° alla fine.

E’ andata meglio al suo compagno Will Power, giunto settimo al traguardo alle spalle del suo rivale in campionato Scott Dixon. L’australiano non aveva iniziato al meglio la gara con un fuoripista in curva 4, ma alcune Caution fortuite ed un buon ritmo gara l’hanno rimesso in gioco alle spalle del neozelandese, graziato dalla dea bendata quando, in un ingresso in pit lane un po’ troppo veloce, ha rischiato di rompere la sospensione anteriore destra impattando col muretto esterno.

Il #9, miracolosamente, non ha riportato danni ed ha terminato sesto, davanti a Power, Patricio O’Ward, Santino Ferrucci ed Ericsson. 11° Felix Rosenqvist dopo un inizio di protagonista, davanti al sorprendente Nolan Siegel (il cui risultato, però, è stato propiziato dai diversi incidenti ed errori del finale).

Nella classifica piloti Palou, che colleziona il bottino pieno di punti del weekend con un +54, ribalza in testa risorpassando Power in termini di punti, col #10 di casa Ganassi ora a quota 285 punti contro i 262 del bicampione della serie e i 253 di Dixon. Solo nove punti raccolti da Scott McLaughlin col 21° posto, colpevole di un contatto con Will a pochi giri dalla fine che ha messo fine alla sua gara e che ha compromesso quella del #12.

Il prossimo appuntamento della IndyCar avverrà tra due settimane a Lexington, per la 200 Miglia di Mid-Ohio, gara caposaldo nel calendario della serie a ruote scoperte. Si tratta di una pista dove Palou ha vinto anche lo scorso anno in una delle sue tante prestazioni di forza del 2023 e, vedendo ciò che si è visto a Laguna Seca, è lecito aspettarsi che sarà ancora lo spagnolo a condurre il gioco. Proprio i tre attuali leader del campionato, nella scorsa stagione, sono giunti nei primi tre posti, segno di un possibile scontro a tre anche quest’anno.

Qui i risultati del GP Monterey e la classifica iridata.

Fonte immagine: Twitter / Alex Palou Montalbo

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live