Indycar | Gateway 500 2020: Pato O’Ward il più rapido nelle libere

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

L’unico turno di prove libere in preparazione alla Bommarito 500, che quest’anno si disputa col format delle due gare da 250 miglia ciascuna, si è concluso con il miglior tempo di Pato O’Ward. Il pilota messicano ha completato le 1.25 miglia del World Wide Technology Raceway di Gateway in 24.7890 secondi, alla media di 181.5 mph.

O’Ward si è messo alle spalle due veterani della categoria: Will Power ha chiuso in seconda posizione con un ritardo di 8 centesimi, mentre Scott Dixon, leader del campionato, ha ottenuto il terzo posto con un decimo scarso di ritardo nei confronti del pilota della Arrow McLaren SP.

Quarta posizione per Conor Daly, che per alcuni minuti aveva occupato il primo posto in classifica, con 13 centesimi di ritardo da O’Ward. Quinto a 15 centesimi Takuma Sato, fresco vincitore dell’edizione numero 104 della Indianapolis 500 nonché della gara che si è disputata lo scorso anno sull’ovale di St.Louis.

Dal sesto al nono posto, racchiusi in appena due centesimi di secondo, troviamo Harvey, Palou (miglior rookie), Ericsson e VeeKay, ultimo pilota ad essere andato sopra alla barriera delle 180 mph di media. Colton Herta completa la Top-10, con oltre due decimi di ritardo da O’Ward.

Subito fuori dai primi 10 troviamo altri due nomi di spicco, quelli di Alexander Rossi e Josef Newgarden: il primo punta ad ottenere un risultato importante che possa dare una svolta a questo 2020, finora avaro di soddisfazioni, il secondo deve necessariamente arrivare davanti a Scott Dixon per mantenere vive le sue speranze di lottare per il campionato.

Nelle posizioni di fondo gruppo troviamo Simon Pagenaud e Ryan Hunter-Reay, solamente 18° e 19° ad oltre 6 decimi dal tempo di O’Ward.

Non si sono registrati particolari inconvenienti nel corso delle prove: l’unico problema ad aver riportato dei problemi è stato Ryan Hunter-Reay, vittima di problemi ai freni che l’hanno tenuto fermo ai box per parecchio tempo e che gli hanno permesso di completare solo 33 giri.

Per quanto riguarda il chilometraggio, il pilota che ieri ha percorso più tornate, ben 101, è stato Alex Palou; il pilota catalano, come O’Ward, Askew, VeeKay e Harvey, ha sfruttato i primi 30 minuti di prove che la INDYCAR ha concesso in esclusiva a tutti i piloti che non avevano mai girato su questa pista al volante di una monoposto della NTT IndyCar Series; tutti gli altri piloti hanno avuto a disposizione solo 60 minuti per trovare il giusto assetto in vista della qualifica e delle due gare.

Per quanto riguarda le qualifiche, ricordiamo che il format sarà lo stesso utilizzato per la doppia gara in Iowa. Ciascun pilota percorrerà come sempre due giri lanciati: il primo determinerà la griglia di partenza per la gara di stasera, il secondo quella per la gara di domani sera.

L’appuntamento con le prove ufficiali è per le 18, ora italiana. L’ordine di ingresso in pista sarà determinato dall’inversione della classifica degli entrant points, ovvero dei punti accumulati finora da ciascuna macchina. Il primo a scendere in pista sarà dunque Carpenter (ECR #20) seguito da Kanaan, Andretti e Kimball; gli ultimi a qualificarsi saranno invece O’Ward, Newgarden e Dixon.

Questi i tempi delle libere di ieri.

Immagine di copertina da IndyCar Media/Chris Owens

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

ALTRI DALL'AUTORE