Indycar | Dragonspeed conferma Ben Hanley per St.Petersburg

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

La Dragonspeed sceglie, almeno per il momento, di proseguire sulla via della stabilità: la squadra di Elton Julian, che ha esordito nella Indycar Series nel 2019 partecipando a tre gare, ha confermato che a St.Petersburg sarà ancora Ben Hanley a pilotare la monoposto #81.

Questo il commento di Elton Julian in merito: “Per il quinto anno consecutivo Ben sarà il nostro pilota di punta per i nostri vari programmi e averlo in macchina a St.Petersburg ci dà una grande motivazione. Detto questo, essendo un team giovane nella Indycar Series, è possibile che nel corso dell’anno faremo correre qualche altro pilota che abbia maggior esperienza ma che sia al suo stesso livello. Ciononostante, la conferma di Ben come pilota per l’inizio del nostro impegno per il 2020 ci permette di iniziare la stagione nel migliore dei modi“.

Non vedo l’ora di tornare al volante della #81 per un’altra gara a St.Petersburg“, ha commentato il pilota inglese, “Dopo la fatica fatta solo per riuscire a scendere in pista nella scorsa stagione, quest’anno ritorneremo con una situazione molto più stabilizzata. Non so se riusciremo a ripetere la combinazione di fortuna e tempistica che ci ha portato in 12ª posizione in griglia nel 2019, ma questa volta saremo molto più preparati e dovremmo essere molto più forti lungo tutto il weekend“.

Nella loro prima stagione Hanley e la Dragonspeed hanno faticato molto a trovare il ritmo giusto, soprattutto nelle gare sugli stradali a St.Petersburg e al Barber; ciononostante, una bandiera rossa arrivata al momento giusto durante la prima fase delle qualifiche nella gara della Florida ha concesso loro di partire dalla sesta fila per la prima gara stagionale.

Il momento più importante della loro stagione è però stata la partecipazione alla 500 Miglia di Indianapolis, gara alla quale Hanley e il suo team si sono qualificati con il 27° tempo; la 500 miglia non è andata però altrettanto bene, visto che la monoposto #81 si è fermata dopo 54 giri su 200 a causa della rottura di un semiasse.

Dopo la 500 Miglia di Indianapolis la Dragonspeed avrebbe dovuto partecipare anche alle gare di Mid-Ohio e Laguna Seca, ma alla fine non sono scesi in pista in nessuna di queste due prove. Vedremo se l’anno prossimo riusciranno a portare al termine il loro programma, che prevede la partecipazione a 6 gare.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

ALTRI DALL'AUTORE