IndyCar | Detroit 2021: Un Newgarden straordinario in pole in Gara 2

CONDIVIDI

Josef Newgarden migliora la pole di O’Ward di ieri di 1″4 e stacca Herta di oltre tre decimi

A pochissime ore dalla bandiera a scacchi di Gara 1, arrivata in ritardo a causa dell’interruzione per l’incidente occorso a Felix Rosenqvist, la IndyCar è subito tornata in pista per le qualifiche di Gara 2. Malgrado l’ora (la sessione è iniziata poco dopo le 9:00 locali), Josef Newgarden ha dimostrato di essersi alzato bene dal letto e anche in forma, dato il distacco rifilato ai rivali diretti nella Fast 12.

Il pilota del Team Penske ha ottenuto il miglior tempo in 1’14.1094″, un dato oltre 1.5″ più veloce di O’Ward ieri, ma soprattutto 0.3206″ migliore di quello di Colton Herta – risultato che conferma il buon weekend in casa Andretti – che si deve accontentare della prima fila. Herta, inoltre, era stato il più veloce nel primo gruppo del primo round di qualifica.

La seconda fila, staccata di addirittura sette decimi da Newgarden, vedrà scattare Rinus Veekay e Alex Palou, con lo spagnolo del team di Chip Ganassi velocissimo malgrado le gomme dalla mescola dura incredibilmente efficaci nella mattinata di Detroit. Chi si è ripreso in fretta dall’incidente nei giri finali di Gara 1è stato Romain Grosjean, il quale si è piazzato al quinto posto e fra poche ore potrà ottenere il risultato perduto ieri.

Soltanto sesto Scott Dixon, anch’egli su gomme dure, tuttavia la Fast 12 del neozelandese si era complicata, infatti ha ricevuto una penalità (un drive through, dunque ha perso un tentativo a disposizione – circa 1’30” – sui 10′ a disposizione) per una modifica non autorizzata fra i due turni di qualifica. Solo settimo Alexander Rossi, staccato di addirittura 1.24″ dopo aver sognato ben di più, dato che in precedenza nel primo round era stato il più veloce nel secondo gruppo.

Più veloce del pilota dell’Andretti Autosport era stato anche Santino Ferrucci, tuttavia il pilota del Rahal Letterman Lanigan Racing è finito violentemente a muro già dopo la bandiera a scacchi, probabilmente dopo aver colpito le barriera interne al punto di corda con la gomma anteriore destra per poi rovinare contro il cemento con il lato sinistro.

Chiude così la quarta fila un ottimo Conor Daly, il quale ha preceduto di appena 0.0025″ Graham Rahal che potrà puntare ad un risultato migliore del sabato partendo notevolmente più avanti. Hanno completato la Fast 12 Simon Pagenaud, l’unico altro pilota del Team Penske qualificatosi per il round successivo, Ed Jones, anch’egli su gomme dure, ed infine il citato Ferrucci, retrocesso dal settimo al 12° posto per la cancellazione dei due migliori tempi come da regolamento.

A seguire i piloti eliminati nel primo round, nella fila dispari quelli provenienti dal gruppo 1 e in quella pari quelli del gruppo 2. Mattinata amara per Sébastien Bourdais, eliminato dalla Fast 12 da Ed Jones per appena 0.0007″; al suo fianco in settima fila – invece – James Hinchliffe, out per 0.122″ per colpa di Palou. Ottava fila per Max Chilton ed un deluso Pato O’Ward, il quale prima sfiora e poi anche tocca il muro con la posteriore sinistra al termine di un drift all’ultima curva in cui ha anche danneggiato leggermente la sospensione.

Delusioni ulteriori in coda al gruppo: Ryan Hunter-Reay, Jack Harvey, Takuma Sato e un Will Power ancora arrabbiato dopo l’esito infausto di Gara 1 completano la top20 e per loro la corsa che inizierà fra poche ore sarà tutta in rimonta. 21° il suo compagno di squadra Scott McLaughlin che paga ancora il poco tempo a disposizione avuto nelle libere dopo l’incidente.

Malgrado sia stato chiamato all’ultimo minuto per sostituire Rosenqvist, non avesse con sé né la propria tuta né le scarpe corrette (prestategli rispettivamente da Montoya e Palou), il ritorno di Oliver Askew in Arrow McLaren SP gli ha fruttato in appena 10′ un 23° posto davanti ai soliti Dalton Kellett e Jimmie Johnson il quale, pur migliorando notevolmente il tempo di ieri, ha preso 1.4″ dal canadese del team di AJ Foyt.

A seguire la griglia di partenza di Gara 2 che inizierà alle 18:40 con diretta su DAZN dalle 18:00.

IndyCar Detroit Classifica Qualy Gara 2

Immagine di copertina: Indycar Media Site / Matt Fraver

P300 MAGAZINE

IndyCar | Detroit 2021: Un Newgarden straordinario in pole in Gara 2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Avatar of Gabriele Dri
Gabriele Dri
Nato a Udine 28 anni fa, sono un laureato in ingegneria civile appassionato di strade. Cresciuto con la F1, sono appassionato di ogni forma di motorsport, senza esclusioni. Maniaco della Nascar dal 2014, nel settembre del 2016 sono sbarcato su Twitter per raccontarla giorno per giorno. Sono un amante delle statistiche sportive e la prova che anche nei momenti più difficili può nascere qualcosa di buono.

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

IndyCar | Detroit 2021: Un Newgarden straordinario in pole in Gara 2