Indycar | Bourdais e Kellett completano la line-up del team Foyt

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

Il team AJ Foyt Enterprises ha finalmente comunicato i piani definitivi previsti per la monoposto #14: all’annuncio del ritorno di Kanaan per un’ultima stagione in occasione delle cinque gare sugli ovali, oggi ha fatto seguito quello dei nomi degli altri due piloti che si alterneranno su quella vettura.

Le prime tre gare a St.Petersburg, Barber e Long Beach vedranno impegnato Sebastien Bourdais, che dopo la separazione dal team di Coyne torna quindi in Indycar per un programma parziale da accompagnare all’impegno full-time nel campionato IMSA con la Cadillac del team JDC-Mustang Sampling Racing.

Il francese tornerà alla guida della #14 per la quarta e ultima volta in stagione per il GP di Portland, penultima gara stagionale; nelle altre 8 gare su stradali e cittadini il suo posto verrà preso dal rookie canadese Dalton Kellett, alla sua prima esperienza in Indycar.

Kellett proviene da un lungo percorso nella Road to Indy, trafila nella quale è entrato nel 2012. Il canadese ha trascorso gli ultimi quattro anni nella Indy Lights, prima con il team Andretti e poi con Juncos: il suo miglior risultato a fine anno è stato il settimo posto conquistato nel 2018 e bissato l’anno successivo.

Oltre a otto gare su circuiti stradali e cittadini, Kellett proverà a qualificarsi anche alla 500 Miglia di Indianapolis al volante della terza macchina del team di Foyt, schierata per l’ultima volta due anni fa per James Davison.

Sia Kellett che Bourdais prenderanno parte ai due giorni di test collettivi in programma presso il Circuit of the Americas per l’11/12 febbraio. Al loro fianco ci sarà ovviamente Charlie Kimball, già confermato un paio di settimane fa come pilota titolare della #4.

Queste le dichiarazioni di Larry Foyt, presidente della squadra, e dei due piloti.

Sebastien Bourdais: “Sono molto fortunato: ho iniziato a correre in Indycar guidando per Paul Newman e Carl Haas e ora correrò per AJ Foyt! Sono onorato e grato per l’opportunità che Larry Foyt e il suo team mi hanno dato: lo scorso novembre mi sembrava impossibile riuscire a rimanere nella Indycar Series. Io e i miei compagni di squadra lavoreremo sodo per portare a questa organizzazione i risultati che merita e non vedo l’ora che arrivi il GP di St.Petersburg“.

Dalton Kellett: “Sono onorato di gareggiare nel campionato Indycar 2020 con la AJ Foyt Racing. Per me è veramente la realizzazione di un sogno che risale ai giorni in cui ero un giovane pilota di kart. I risultati ottenuti dall’AJ Foyt Racing nel nostro sport sono storici e non vedo l’ora di dare il mio contributo ai loro successi“.

In questa stagione avrò molte cose da imparare, compresa la sfida di adattarmi ad una macchina completamente nuova per me. Ho la fortuna di essere affiancato da tre veterani della categoria come Kanaan, Kimball e Bourdais e non vedo l’ora di lavorare con loro e imparare dalla loro esperienza per crescere come pilota. Ringrazio la squadra e i miei partner per questa opportunità, sarà un onore rappresentare la K-Line Insulators USA a questo livello nello sport“.

Larry Foyt: “Quest’anno in squadra avremo alcune vecchie conoscenze, ma anche alcuni volti nuovi. Era inevitabile effettuare dei cambiamenti al termine di una stagione deludente come la scorsa. Credo che aggiungere un pluricampione come Sebastien Bourdais alla nostra squadra ci aiuterà a riorganizzarci e a riguadagnare competitività. Essere riusciti a mantenere in squadra Tony Kanaan è un’altra fonte di orgoglio e ci aiuterà a dare una spinta al nostro programma fino ad arrivare a lottare per le vittorie. Dalton Kellett è un pilota giovane, intelligente e motivato e, con l’aiuto di piloti esperti al suo fianco, crediamo che abbia il potenziale per fare grandi cose. Tutto sommato per la #14 abbiamo una lineup interessante, sono curioso di vedere come andranno le cose“.

Immagine di copertina da foytracing.com

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

ALTRI DALL'AUTORE