Indycar | Big Machine GP 2021: Power trionfa davanti a Grosjean, ritirato Palou

Sei giorni fa a Nashville Will Power era stato protagonista di una delle gare peggiori degli ultimi anni, con il 14° posto finale e i due incidenti provocati nei confronti di due dei suoi compagni di squadra.

Oggi per l’australiano è stato il giorno del riscatto: grazie ad un deciso sorpasso nei confronti di Pato O’Ward subito dopo la prima sosta e ad un ottimo passo gara, Power ha conquistato il suo primo successo stagionale, il quarantesimo in carriera e il quinto sul circuito stradale di Indianapolis.

Sulla sua strada, il pilota del Team Penske ha trovato principalmente due ostacoli: il doppiato James Hinchcliffe, che per una ventina di giri l’ha tenuto alle proprie spalle nel tentativo di favorire il rientro del suo compagno di squadra Colton Herta, e le due neutralizzazioni che nella fase finale della gara hanno ricompattato il gruppo. Ciononostante la sua leadership non è mai stata messa seriamente in discussione né da Herta, né da Romain Grosjean, che dopo la prima ripartenza aveva scavalcato il giovane pilota americano.

Proprio Grosjean ha chiuso la gara in seconda posizione, dimostrando ancora una volta di possedere un feeling eccellente con questa pista che tre mesi fa l’aveva visto conquistare le sua prima pole position e il suo primo successo in carriera. Anche stavolta gli è mancato l’ultimo spunto necessario per conquistare la prima vittoria, ma il francese può comunque dirsi estremamente soddisfatto della sua gara.

Completa il podio Colton Herta, che come detto ha perso la seconda posizione a vantaggio di Grosjean dopo la prima ripartenza ad una dozzina di tornate dalla conclusione.

Giù dal podio Alexander Rossi, che ha comunque ottenuto il suo miglior risultato stagionale, e Pato O’Ward, che anche questa volta non è stato capace di concretizzare la pole position; fatale, per il messicano, è stata la gestione delle gomme, in particolare di quelle più dure con le quali il pilota del team McLaren si è sempre trovato in enorme difficoltà.

Buon sesto posto per Jack Harvey, al suo miglior risultato stagionale dopo il quarto posto di St.Petersburg; positiva anche la gara di Graham Rahal, settimo sul traguardo dopo essere partito dall’ottava fila.

Degna di nota è stata anche la gara di Josef Newgarden, penalizzato dalla partenza in decima fila e da un contatto con Max Chilton ad inizio gara. Il pilota del Team Penske ha tagliato il traguardo in ottava posizione, precedendo Marcus Ericsson e Takuma Sato.

Esordio tutto sommato positivo per Christian Lundgaard, che però ha pagato tutta la sua inesperienza nella gestione delle gomme Firestone nell’arco dei vari stint di gara. Ciononostante, il pilota danese ha chiuso in una più che dignitosa dodicesima posizione, dimostrando di avere tutte le carte in regola per diventare, se lo vorrà, uno dei protagonisti della NTT INDYCAR SERIES nei prossimi anni.

È mancato all’appello, non per colpa sua, Alex Palou: il pilota spagnolo aveva compiuto una gara perfetta fino all’ultimo rifornimento, tanto da essere riuscito a risalire dalla settima posizione di partenza fino alla quarta. Poi, ad una ventina di giri dalla conclusione, il suo motore Honda ha esalato l’ultimo respiro e Palou è stato costretto ad un mesto ritiro.

Così la gara che poteva dare un colpo significativo alle speranze di titolo degli avversari di Palou è diventata quella che ha riaperto definitivamente il campionato.

L’unico che non è riuscito realmente a sfruttare il KO di Palou è stato il suo compagno di squadra Dixon, solo 17° sotto la bandiera a scacchi senza aver subito particolari problemi o incidenti al di là della partenza dalla tredicesima fila.

La classifica del campionato vede Palou sempre in testa con 415 punti, ma ora il suo distacco sul suo più diretto inseguitore (che è tornato ad essere O’Ward), è sceso a soli 21 punti; Dixon è terzo a -31 davanti a Newgarden ed Ericsson, rispettivamente con 55 e 62 punti di ritardo dal pilota spagnolo.

Il prossimo appuntamento con la NTT INDYCAR SERIES è per la notte tra sabato 21 e domenica 22 agosto sullo short oval di St.Louis.

Immagine di copertina da IndyCar Media/Karl Zemlin

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM