IndyCar | Benjamin Pedersen al debutto con AJ Foyt nel 2023

di Daniele Botticelli @DBDeiman
28 Settembre 2022 - 17:49

Il pilota danese debutterà in IndyCar nella prossima stagione dopo aver firmato un contratto pluriennale.


La IndyCar è pronta ad accogliere Benjamin Pedersen, 23 enne pilota danese con passaporto americano che debutterà nella prossima stagione con la AJ Foyt Racing su una delle due vetture gestite dal 4 volte vincitore della 500 Miglia di Indianapolis, proprietario dell’omonimo team.

Benjamin Pedersen viene da due stagioni trascorse nella Indy Lights con la Global Racing Group in collaborazione con la HMD Motorsports, disputando due annate di buon livello: Pedersen ha chiuso al 4° posto la stagione 2021 con 356 punti e ben sei podi conquistati, mentre nel campionato 2022 appena concluso ha ottenuto il quinto posto con 444 punti, grazie a cinque podi tra cui la vittoria ottenuta a Portland come punto più alto della sua avventura nella serie.

Pedersen ha commentato così il suo passaggio alla AJ Foyt Racing, con la quale ha firmato un contratto pluriennale: “Sono super entusiasta di continuare con la squadra. Ho trascorso molto tempo in questa stagione con AJ Foyt Racing imparando i dettagli del passaggio alla INDYCAR ed è stato davvero bello farlo durante la mia stagione di Indy Lights. La INDYCAR è stato il mio obiettivo sin da quando ho iniziato a correre con le monoposto a ruote scoperte nel 2016. Le corse, l’atmosfera, i fan, gli eventi, i circuiti, ecc. è tutto fantastico”.

“Quando ho fatto il mio primo test con una vettura della Indy alcuni mesi fa, è stata una giornata di grande successo in cui ho fatto dei bei tempi e ho trovato molto naturale il passaggio alla monoposto della Indy. Le maggiori differenze rispetto ad una vettura della Indy Lights erano i freni, gli ammortizzatori, le gomme e l’aerodinamica. Hai una sensazione di aderenza molto più elevata rispetto ad una vettura Indy Lights e in realtà ho sentito che l’auto della Indy era un po’ più facile da guidare sotto molti aspetti. I freni in carbonio sono la differenza più grande e ti permettono di frenare tardi e duramente e, se combinati con tutte le altre cose sopra menzionate, è quasi impossibile bloccare i freni nella fase iniziale del freno a causa della quantità di aderenza che c’è. È solo un’auto davvero divertente da guidare che premia davvero l’attacco ai freni e anche chiedere molto della gomma lateralmente da lato a lato”.

Il proprietario del team AJ Foyt ha accolto così il proprio nuovo pilota: “Non vediamo l’ora di avere Benjamin come parte della squadra. Il suo entusiasmo è contagioso ed è impegnato al 100% in INDYCAR, ed AJ Foyt Racing fa del suo meglio per vincere le gare. È stato fantastico averlo inserito nel team la scorsa stagione e tutti sono entusiasti di iniziare a correre all’inizio dei test. È anche bello avere un programma pluriennale in atto, che aiuterà lui e la squadra a crescere insieme”.

Immagine: Twitter / Benjamin Pedersen