Il weekend dei motori 28-29 maggio 2022

Segue l’elenco delle gare disputate nel weekend dei motori del 28-29 maggio 2022, con i link a tutti gli articoli di P300.it.

F1

F1 | GP Monaco 2022, gara: Pérez vince una gara caotica tra pioggia e Safety Car. Sainz 2°, Verstappen 3°. Leclerc 4° imbestialito per la strategia
F1 | GP Monaco 2022, la cronaca della gara

F2

F2 | GP Monaco 2022, Sprint Race: Hauger iscrive il proprio nome nell’elenco dei vincitori, è doppietta Prema, naufragio Drugovich
F2 | GP Monaco 2022, Feature Race: Felipe Drugovich vince ancora una volta

F. REGIONAL

Formula Regional | GP Monaco 2022: Hadrien David vince Gara 1
Formula Regional | GP Monaco 2022: Dino Beganovic domina Gara 2 e allunga in campionato

INDYCAR

Indycar | 500 Miglia di Indianapolis 2022: Dixon sbaglia, Ericsson vince davanti a O’Ward

NASCAR

NASCAR | Truck Series: Hocevar beffato, Chastain vince a Charlotte
NASCAR | Xfinity Series: dominio JRM, Berry conquista Charlotte!
NASCAR | Hamlin vince a Charlotte una Coca-Cola 600 da record!

WTCR

WTCR | GP Germania 2022: Gare cancellate per motivi di sicurezza

MOTOMONDIALE

MotoGP | GP Italia 2022, Gara: seconda vittoria stagionale di Francesco Bagnaia, Quartararo secondo
MotoGP | GP Italia 2022, la cronaca della gara del Mugello
Moto2 | GP Italia 2022: Pedro Acosta riscatta l’errore di Le Mans e conquista un trionfo da record
Moto3 | GP Italia 2022, Gara: Guevara primo sul traguardo ma penalizzato, colpo grosso per il mondiale di Sergio García che vince
MotoE | GP Italia 2022, Gara 1: capolavoro alla San Donato di Dominique Aegerter, vince al Mugello
MotoE | GP Italia 2022, Gara 2: Matteo Ferrari torna a vincere al Mugello

MOTOCROSS

MXGP | GP Spagna 2022: Renaux su Gajser e Prado in gara-1
MXGP | GP Spagna 2022, gara-2: Prado spreca, Renaux completa la doppietta
National | Grande festa Honda a Pala #1: si impongono Sexton e Jett Lawrence

WMX

Il mondiale femminile di motocross è tornato in scena ad Arroyomolinos per il Gran Premio di Spagna, penultimo round della stagione 2022. Festa per il pubblico di casa ma anche per l’ormai campionessa uscente Courtney Duncan, rientrata alle gare dopo l’infortunio alla spalla rimediato in Portogallo.

La neozelandese si è imposta di forza in gara-1, in sella alla Kawasaki del team Dixon, ricucendo lo strappo iniziale dato dalla tabella rossa Nancy van de Ven. Duncan si è presa il comando attorno a metà gara e non lo ha più lasciato, in una manche che comunque ha visto un ritmo molto sostenuto da parte delle prime quattro protagoniste. L’olandese del team Yamaha Ceres71 ha mantenuto un secondo posto prezioso in ottica campionato precedendo la paladina di casa Daniela Guillén, autrice di un’altra pole position e di nuovo terza come nelle due manche della Sardegna. La giovanissima spagnola ha tenuto a debita distanza la sua controparte di questa serie, l’esperta Larissa Papenmeier quarta al traguardo. Fantastico quinto posto per l’azzurra Giorgia Blasigh, abile a respingere gli attacchi di Sara Andersen, mentre è colata a picco Lynn Valk che dopo una cattiva partenza è riuscita a recuperare solo fino all’ottavo posto.

Gara-2 ha invece infiammato il pubblico di Madrid con il recupero di Guillén nei confronti di Duncan, partita al comando e capace di dettare il passo nelle prime fasi. La pilota dell’academy della Federazione spagnola, in sella ad una KTM, ha superato in maniera anche piuttosto facile la tre volte campionessa del mondo conquistando il primo storico successo di manche per la Spagna nel WMX. Duncan ha concluso seconda portandosi a casa il successo assoluto del Gran Premio. Terzo posto per van de Ven, che ha ulteriormente rimpinguato il suo bottino di punti mettendo la solita Papenmeier tra sé e Valk, quinta. L’olandese è salita anche sul terzo gradino del podio del weekend alle spalle di Guillén. Nono posto di manche e settimo assoluto per Blasigh, partita oltre la decima posizione in una gara-2 dallo svolgimento ben differente rispetto alla prima.

In classifica generale van de Ven ha 173 punti contro i 148 di Valk e i 135 di Shana van der Vlist, incappata in un weekend nerissimo con appena 20 punti intascati nelle due manche. Con il solo Gran Premio di Turchia ancora da disputare, peraltro tra oltre tre mesi nel weekend del 4 settembre, sarà un duello tutto olandese per la corona femminile ma la sensazione è che, dopo anni di vani inseguimenti, questa possa finalmente essere la stagione buona per la 24enne del team italiano Ceres71.

EMX125

L’europeo 125cc è giunto ad Arroyomolinos per il quarto dei nove Gran Premi in calendario e dopo un inizio di stagione complicato ha visto il ritorno al successo di Ivano van Erp, che aveva già sbancato la pista alle porte di Madrid lo scorso anno.

La manche del sabato si è aperta con una sfuriata della sorpresa Maximilian Werner, che tuttavia ha dovuto ben presto lasciare spazio al solito duo del team ufficiale Fantic. Il leader del campionato Cas Valk prima e il suo inseguitore Alexis Fueri poi hanno scavalcato Werner e si sono contesi per l’ennesima volta il successo. L’olandese ha provato ad allungare dopo il sorpasso su Werner ma Fueri lo ha preso raggiunto e superato, vincendo così la prima gara del weekend. Janis Reišulis si è posizionato terzo precedendo Marc-Antoine Rossi, mentre van Erp ha recuperato con grande vigore dopo essersi ritrovato oltre la top 20 in partenza prendendosi la quinta piazza proprio nelle ultime battute ai danni di Karlis Reišulis. Manche inconcludente per i piloti italiani con Matteo Russi e Ferruccio Zanchi partiti molto bene ma caduti praticamente subito, in sequenza: il primo si è dovuto ritirare per un’ulteriore caduta, mentre il secondo ha perso un giro terminando 35°. Un punto lo ha portato a casa Alessandro Gaspari, 20°.

La seconda frazione è stata un assolo di van Erp, scattato al comando e rimastoci fino alla conclusione con un margine di sei secondi su Karlis Reišulis. Nelle prime fasi della manche era stato il fratello Janis ad occupare la seconda posizione, poi il pilota della KTM è caduto e si è dovuto accontentare della quarta piazza alle spalle di Rossi e davanti a Valk, solo quinto. L’olandese, nonostante la performance non brillante in gara-2 viziata da una partenza negativa, ha comunque approfittato della défaillance di Fueri, che alla prima curva è finito a terra scatenando un’autentica ammucchiata nella quale sono rimasti coinvolti anche Zanchi e Russi. Fueri è riuscito a risalire fino al 12° posto, prendendo comunque qualche punto per la classifica, Zanchi è risalito 18° mentre Russi è stato nuovamente costretto allo stop. I colori azzurri hanno messo in cassaforte qualche punto anche con Simone Mancini, 17°. Il podio del Gran Premio di Spagna è stato quindi composto da van Erp, al decimo successo assoluto nei campionati europei di motocross, Rossi e Janis Reišulis.

La classifica di campionato vede Valk al comando con 165 punti a fronte dei 138 di Fueri, dei 135 di Karlis Reišulis e dei 121 di Janis Reišulis, mentre van Erp è risalito a quota 120 in quinta posizione. Il weekend sfortunato di Russi e Zanchi è costato caro anche per la rispettiva graduatoria, che ora li vede al nono e al decimo posto. L’europeo 125cc sarà di nuovo in scena questo fine settimana con il Gran Premio di Francia ad Ernée, accoppiato questa volta alla classe 250cc.

Immagine copertina: Kawasaki Media Center

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS