Il weekend dei motori 20-22 maggio 2022

Segue l’elenco delle gare disputate nel weekend dei motori del 20-22 maggio 2022, con i link a tutti gli articoli di P300.it.

F1

F1 | GP Spagna 2022, gara: Verstappen sbaglia e poi vince anche contro il DRS. Doppietta Red Bull, Russell 3°, disastro Ferrari: Leclerc KO
F1 | GP Spagna 2022, la cronaca della gara

F2

F2 | GP Spagna 2022, Sprint Race: Trionfo assoluto per Drugovich, primo podio per Iwasa
F2 | GP Spagna 2022, Feature Race: Drugovich imprendibile anche oggi, ma è sotto investigazione

F3

F3 | GP Spagna 2022, Sprint Race: Primo successo per Vidales, Leclerc nuovo leader del campionato
F3 | GP Spagna 2022: Victor Martins torna al successo nella Feature Race

W Series

W Series | GP Spagna 2022: Jamie Chadwick regola Pulling e vince nuovamente

NASCAR

NASCAR | Xfinity Series: Reddick regala in Texas la prima vittoria al Big Machine Racing!
NASCAR | Truck Series: Friesen rompe il digiuno in Texas
NASCAR | Blaney vince la All-Star Race fra le polemiche

DTM

DTM | Lausitzring 2022, gara-1: dominio di Sheldon van der Linde davanti a Stolz e Auer
DTM | Lausitzring 2022, gara-2: Sheldon van der Linde concede il bis ed è leader del campionato

WRC

WRC | Rally del Portogallo 2022: Kalle Rovanperä firma un altro capolavoro, è il terzo successo consecutivo

SBK

SBK | GP Estoril 2022, Gara 1: capolavoro strategico di Álvaro Bautista, quarta vittoria dell’anno battendo Razgatlıoğlu
SBK | GP Estoril 2022, SP Race: Razgatlıoğlu rischia la caduta all’ultimo giro, Rea ringrazia e vince
SBK | GP Estoril 2022, Gara 2: Jonathan Rea vince di forza su Bautista all’ultimo giro

SSP

SSP | GP Estoril 2022, Gara 1: continua la cavalcata di Dominique Aegerter, quarta vittoria in cinque gare
SSP | GP Estoril 2022, Gara 2: corsa pazza per la pioggia, ma Aegerter non fa prigionieri

SSP 300

SSP300 | GP Estoril 2022, Gara 1: Marc García beffa in volata Di Sora, vittoria e testa del mondiale per lui
SSP300 | GP Estoril 2022, Gara 2: rimonta superlativa di Samuel Di Sora, trenta posizioni recuperate fino alla vittoria

Super Formula

La Super Formula giapponese è tornata in azione ad Autopolis per il quarto appuntamento del proprio campionato 2022, con Ritomo Miyata capace di tornare ad un successo che mancava dalla gara inaugurale al Fuji. La vittoria del pilota del team TOM’S è arrivata grazie al valzer dei pit stop, ritrovandosi virtualmente al comando della gara dopo il proprio cambio gomme effettuato al 20° giro per poi prendere la leadership una volta che tutti quanti hanno effettuato la propria sosta.

Il tutto dopo che Hirakawa ha trascorso la prima parte della gara alle spalle del campione in carica Tomoki Nojiri, partito dalla pole position e saldamente al comando prima del proprio pit stop avvenuto al termine del 15° giro, anticipando i suoi diretti inseguitori. La mossa non si rivelerà corretta, dato che Nojiri retrocederà fino alla quarta posizione non riuscendo a rimontare.

Il valzer dei pit stop non ha favorito solamente Hirakawa. Chi ha tratto vantaggio da un pit stop ritardato rispetto al vincitore sono stati Sacha Fenestraz e Atsushi Miyake, autori del cambio gomme rispettivamente al termine del 28° e 32° giro che gli sono valsi il secondo e terzo posto, riuscendo entrambi a tornare in pista davanti a Nojiri; per Miyake è il primo podio in carriera in Super Formula, alla sua stagione d’esordio nel campionato nipponico.

Quinto posto per Ritomo Miyata davanti a Tadasuke Makino, il primo ad effettuare il pit stop già al 10° giro. Gara da dimenticare, invece, per Kamui Kobayashi e Toshiki Oyu, entrambi costretti al ritiro dopo due incidenti che hanno richiesto l’intervento in pista della Safety Car.

La classifica del campionato ora si accorcia, con Nojiri che rimane in testa a 67 punti seguito sempre da Hirakawa, che con questa vittoria si avvicina a quota 60. La lotta per il titolo ormai sembra essere una questione che riguarda solamente loro due, con Fenestraz che insegue terzo a 35 punti e Miyata ancora più staccato a 27. La Super Formula giapponese tornerà in azione a Sugo nel weekend del 18-19 giugno, arrivando al giro di boa della propria stagione.

TCR Europe

Il TCR Europe vola in Francia, sul circuito di Le Castellet per il secondo round della stagione. A ottenere la pole position è Tom Coronel che, al via di Gara 1 riesce a mantenere la posizione. Dietro di lui diverse sfide vedono qualche avvicendamento tra Oriola e Younge e un contatto di Files che perde qualche posizione dopo l’ultima curva.

Al terzo giro Girolami si è portato al secondo posto scavalcando Jelmini che scattava dalla prima fila. La gara prende vita a circa metà della distanza, con vari sorpassi tra l’ottava e l’undicesima posizione. Un contratto tra Galas e Callejas porta lo spagnolo a perdere tante posizioni.

La sesta tornata vede un rallentamento improvviso di Young che è costretto a chiudere in anticipo la corsa. Stesso epilogo anche per Homola, poco dopo, mentre anche lui si trovava in Top10.

Sotto la bandiera a scacchi vince Coronel, che precede Girolami e si porta al secondo posto in classifica. Terzo è Jelmini. Fuori dal podio Filippi e Gavrilov chiudono la Top5.

In Gara 2, partenza molto più movimentata con Gavrilov che si è preso la prima posizione su Davidovski e molti piloti che hanno tagliato la chicane. Una volta ristabilito l’ordine, il macedone è tornato davanti, mentre dietro di lui a fare passi in avanti sono stati Files fino alla P6 e Coronel alla P7.

Dal giro 3 l’olandese di Audi ha iniziato a infilare diversi sorpassi. Il primo a Files, che è poi rientrato ai box per un problema a fine tornata, poi a Callejas al quarto giro, quindi a Callejas al quarto. È stato poi il turno di Girolami al settimo giro e di Oriola al penultimo.

Avendo però tagliato la chicane nel sopravanzare lo spagnolo, a fine dell’ultimo giro l’olandese ha ridato indietro la terza posizione, ma così facendo è stato sorpassato anche da Girolami, finendo in quinta piazza. A vincere è stato Davidovski davanti a Gavrilov e Oriola. Quarto Girolami e quinto appunto Coronel.

In classifica l’argentino comanda con 133 punti davanti all’olandese a quota 120 e al russo a 109. Il TCR Europe tornerà il 18-19 giugno a Spa.

Immagine: TCR Europe

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS