Il weekend dei motori 10-12 giugno 2022

Segue l’elenco delle gare disputate nel weekend dei motori del 10-12 giugno 2022, con i link a tutti gli articoli di P300.it

F1

F1 | GP Azerbaijan 2022, gara: Harakiri Ferrari, Leclerc e Sainz KO. Verstappen vince su Pérez e Russell. Hamilton 4°, Vettel 6°
F1 | GP Azerbaijan 2022, la cronaca della gara

F2

F2 | GP Azerbaijan 2022: Vesti beffa Daruvala tra le Safety Car e si aggiudica la Sprint Race
F2 | GP Azerbaijan 2022, Feature Race: Hauger trionfa per la seconda volta in stagione, disastro Vips

WEC

WEC | 24h Le Mans 2022: Vittoria per la Toyota #8, Buemi infila la quarta. Trionfo di Jota in LMP2, Porsche GTE-Pro e Aston Martin GTE-Am

IndyCar

Indycar | GP Road America 2022, gara: Newgarden fa tris in stagione, suo il bonus da un milione. Ericsson, 2°, nuovo leader della classifica

NASCAR

NASCAR | Truck Series: Kyle Busch mette il suo sigillo anche a Sonoma
NASCAR | Storica vittoria di Daniel Suárez a Sonoma!

WTCR

WTCR | GP Ungheria 2022, Gara 1: Azcona si prende la seconda vittoria e la testa della classifica
WTCR | GP Ungheria 2022, Gara 2: Urrutia resiste ad Huff e conquista il successo

SBK

SBK | GP Emilia-Romagna 2022, Gara 1: vittoria in scioltezza di Álvaro Bautista. Rea secondo, Razgatlıoğlu out
SBK | GP Emilia-Romagna 2022, Superpole Race: Dominio di Toprak Razgatlıoğlu, sua la vittoria
SBK | GP Emilia-Romagna 2022, Gara 2: Bautista dominatore indiscusso della corsa

SSP

SSP | GP Emilia-Romagna 2022, Gara 1: lotta a tre a Misano decisa dai track limits, vittoria regalata ad Aegerter
SSP | GP Emilia-Romagna 2022, Gara 2: Dominique Aegerter conquista la settima vittoria consecutiva

SSP 300

SSP300 | GP Emilia-Romagna 2022, Gara 1: Matteo Vannucci vince in volata su Diaz, Di Sora terzo
SSP300 | GP Emilia-Romagna 2022, Gara 2: Álvaro Díaz torna al successo e diventa leader del mondiale

MXGP

MXGP | GP Germania 2022: Tim Gajser torna alla vittoria in gara-1, Febvre buon quarto
MXGP | GP Germania 2022: Seewer si prende gara-2, 40esima vittoria in carriera per Gajser

National

National | Thunder Valley: Sexton cade all’ultimo giro di gara-2, Roczen toglie il successo a Tomac

Indy Lights

Il settimo appuntamento del campionato di Indy Lights è andato in scena sul circuito di Road America, teatro di una gara piena di emozioni e che ha visto Christian Rasmussen riuscire a concretizzare una buona gara ottenendo così la sua prima vittoria in carriera nella serie.

Il campione in carica della Indy Pro 2000 è stato autore di una grande partenza che dal terzo posto lo ha portato subito al comando della gara, perdendo poi la prima posizione all’ottavo giro per mano si Sting Ray Robb, autore di una ottima ripartenza al nono giro dopo la caution provocata dalla rottura del motore di Antonio Serravalle: Robb, Rasmussen e Matthew Brabham sono arrivati appaiati tra loro in curva 1, con quest’ultimo che tra i tre ha avuto la peggio andando largo rimanendo comunque al terzo posto, con Benjamin Pedersen che sopraggiungendo alle spalle è finito sull’erba.

La gara viene successivamente interrotta per l’incidente di Christian Bogle, decollato sopra il cordolo posto all’esterno di curva 5, impennandosi e andando poi ad impattare contro le protezioni esterne, capaci di contenere bene la monoposto nell’impatto. Il pilota è rimasto illeso da questo incidente. Dopo aver riparato le protezioni esterne, la gara è ripartita e all’11° giro, con Rasmussen capace di tornare in testa grazie ad un gran sorpasso all’esterno della prima curva su Robb, andando poi ad involarsi verso la propria prima vittoria in carriera nella Indy Lights davanti al suo compagno di squadra Sting Ray Robb, secondo al traguardo.

L’Andretti Autosport completa l’intero podio con il terzo posto di Hunter McElrea, con il Rookie che ha avuto la meglio nella bagarre con Linus Lundqvist avuta negli ultimi giri di gara, con il leader del campionato che non è riuscito a spuntarla dovendosi così accontentare del quarto posto finale, interrompendo così la propria striscia di tre vittorie consecutive.

Nonostante il mancato podio, Lundqvist mantiene saldamente la leadership del campionato con 315 punti contro i 233 di Sting Ray Robb, che sale in seconda posizione davanti a Benjamin Pedersen, solo 11° a Road America e ora terzo in campionato a quota 218. La Indy Lights tornerà in azione a Mid Ohio nel weekend del 3 luglio.

EMX250

Prima della trasferta indonesiana del mondiale, i campionati europei di motocross hanno fatto da cornice al Gran Premio di Germania sulla pista di Teutschenthal. Anche in questo caso, come la scorsa settimana, le classi protagoniste sono state 125cc e 250cc.

La prima frazione della quarto di litro è partita con l’holeshot di Jörgen-Matthias Talviku (KTM Sahkar), che ha comandato per i primi tre giri prima di cedere il passo al leader di campionato Rick Elzinga (Yamaha Hutten Metaal). Alle loro spalle già al secondo passaggio è finito a terra Camden McLellan (KTM TBS Conversions) che si trovava terzo, lasciando campo libero a Sacha Coenen (Husqvarna BT Racing), David Braceras (KTM Veritise) e Andrea Bonacorsi (Yamaha Hutten Metaal). Tutti si sono liberati in poco tempo dell’estone Talviku e successivamente la classifica è rimasta invariata fino al decimo passaggio, poco oltre metà gara, quando la Husqvarna di Coenen si è fermata per un problema meccanico. A quel punto è passato all’attacco Bonacorsi, che dopo tanti minuti di studio ha scavalcato Braceras per la seconda posizione. A pista libera, il bergamasco ha compiuto un’autentica magia recuperando tre secondi sul fuggitivo Elzinga solo nel penultimo giro e raggiungendolo nella tornata decisiva. Forte di un ritmo più competitivo, Bonacorsi ha scalzato il compagno di squadra in vista del traguardo acciuffando così la seconda vittoria di manche della stagione. Secondo posto per Elzinga, terzo un eccezionale Maxime Grau (Husqvarna factory) al rientro dopo la mononucleosi che lo ha tenuto ai box per diversi mesi e capace di rimontare dal 15° posto in partenza. Solo settimo Cornelius Tøndel (Fantic factory), inchiodato nella seconda parte della top ten e in grande passivo di punti rispetto al suo avversario Elzinga.

Gallery | SBK Misano 2022 - Foto Riccardo Righetti

Gara-2 ha preso il via con il testa a testa tra Coenen ed Elzinga, vinto dal pilota belga che si è installato in testa alla corsa sin dalle prime battute mentre Bonacorsi è caduto nel corso del primo giro, venendo costretto ad una lunghissima rimonta dal fondo della classifica. La tabella rossa ha dovuto successivamente fronteggiare anche l’offensiva di Grau, salito al secondo posto ma rimastoci per appena quattro giri prima di incappare a sua volta in una scivolata. La seconda manche non ha offerto grossi colpi di scena ma al penultimo giro è arrivato quello più inatteso, con la caduta di Coenen in fondo al rettifilo in discesa. Il pilota Husqvarna è stato così costretto ad un altro ritiro mentre Elzinga ha raccolto il testimone senza grossi problemi, vincendo manche e classifica assoluta. Rientro con podio per Grau, secondo sia in gara-2 che nel Gran Premio, mentre Bonacorsi si è comunque assicurato il podio del weekend risalendo fino alla decima posizione nella seconda frazione. Terzo posto in gara-2, in volata, per McLellan davanti a Braceras e Lucas Coenen (Husqvarna BT Racing), mentre Tøndel ha raccolto solo un altro settimo posto.

Deciso allungo di Elzinga nella classifica di campionato, che ora lo vede in vantaggio di 20 lunghezze su Tøndel, mentre Bonacorsi si è preso la terza piazza solitaria seppure con un ritardo di ben 75 punti sul compagno di squadra a quattro eventi dal termine.

EMX125

Il più lesto al via di gara-1 della 125cc è stato Ferruccio Zanchi (Yamaha MJC), reduce dalla doppia penalità in qualifica che ha comportato una clamorosa mancata qualifica in Francia. Alle sue spalle Ivano van Erp (Yamaha MJC) e Julius Mikula (KTM Univok), ma sin da subito è stato Karlis Reišulis (Yamaha MJC) a mostrare un ritmo superiore alla concorrenza. Il lettone si è liberato velocemente delle Fantic ufficiali di Cas Valk e Alexis Fueri, poi ha scalzato Mikula e in pochi minuti ha raggiunto van Erp e Zanchi, che aveva nel frattempo preso qualche secondo di vantaggio. Superati entrambi i compagni di squadra, al quinto giro Reišulis ha dato il via ad una cavalcata solitaria mentre le altre due moto di Iwata sono rimaste a giocarsi il secondo posto. È stato comunque un duello di breve durata, poiché van Erp è finito a terra e la sua Yamaha non ne ha voluto sapere di riavviarsi costringendo l’olandese al ritiro. A quel punto l’iniziativa è stata presa da Fueri, che staccato il compagno di squadra e avversario Valk ha raggiunto e superato Zanchi per il secondo posto. Finale incandescente, con l’impetuoso recupero di Fueri capace di chiudere un gap di circa otto secondi in cinque giri: il transalpino è arrivato alle calcagna di Reišulis in vista del traguardo ma il pilota baltico è riuscito a resistere conquistando il successo nella prima manche. Terza posizione per il redivivo Zanchi davanti a Valk e a Janis Reišulis (KTM Motofavorits), eccellente il sesto posto di Simone Mancini (KTM Racestore).

Gallery | SBK Misano 2022 - Foto Riccardo Righetti

Se la prima manche è stata una riscossa del team Yamaha MJC, gara-2 ha visto il contrattacco della squadra ufficiale Fantic di Marco Maddii. Fueri e Valk sono partiti davanti a tutti e hanno corso gara a sé, staccando l’intera concorrenza mentre van Erp e Karlis Reišulis hanno dovuto fare i conti con partenze molto negative. Fueri, pur con la pressione di Valk per tutta la durata della corsa, ha gestito alla perfezione ogni momento e anche il nugolo di doppiati che si è parato davanti alle Fantic nel corso dell’ultimo giro. La vittoria parziale è valsa anche quella del Gran Premio al transalpino, davanti allo stesso Valk e a Zanchi, terzo anche in gara-2 e riscattatosi pienamente dopo la totale défaillance della scorsa settimana. Van Erp ha recuperato fino al quarto posto, mentre Reišulis ha concluso solo decimo complice anche un problema al cambio.

Nella classifica di campionato Valk ha conservato la tabella rossa con 252 punti mentre Fueri ha superato di nuovo Reišulis, 225 a 216. Con il duplice podio tedesco, Zanchi è risalito in ottava posizione a quota 116.

Le classi 125cc e 250cc della serie continentale torneranno in azione nel weekend del 24 luglio con il Gran Premio delle Fiandre a Lommel, mentre la settimana prima a Loket in Repubblica Ceca sarà il turno dell’unico appuntamento con il campionato riservato alle moto a due tempi e delle finali europee delle categorie 85cc e 65cc.

Immagini: Twitter / 24 Hours of Le Mans, Yamaha Media Center, maddii-racing.com

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS