Hulkenberg: “Non sono d’accordo con la decisione dei commissari”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Nico Hülkenberg si dice soddisfatto della propria gara a Singapore. Il pilota tedesco ha chiuso in nona posizione, portando alla Sauber due punti per la classifica costruttori. Non è stata, però, una gara semplice: partito in undicesima posizione, dopo aver scavalcato il compagno di squadra Gutierrez in partenza si è trovato a lottare per tutta la gara con le McLaren, fino agli ultimi giri, quando, con le gomme a fine vita, si è dovuto difendere dagli assalti di Webber, Hamilton, Rosberg, Massa e Sutil che montavano, invece, coperture fresche.

Tutto sommato non possiamo non essere contenti. In fondo abbiamo portato a casa due punti e, ad essere onesto, non mi aspettavo molto di più. Dopo la bella gara di Monza, non possiamo certo pretendere che vada sempre così, ma stiamo migliorando.” ha dichiarato il ventiseienne a fine gara.

Sono partito bene e ad un certo punto mi sono trovato in quella situazione con Perez” Hulkenberg si riferisce alla lotta avuta con il messicano della McLaren nei primi giri di gara. “Alla fine ho dovuto cedergli la posizione, ma non d’accordo: in lotta con noi c’era anche una Williams, Sergio era all’interno e io gli ho dovuto lasciare lo spazio sufficiente finendo così sul cordolo esterno; lì sono scivolato leggermente, ma sono rimasto sempre davanti a lui, sia prima che dopo la curva.

Quella degli ultimi giri è stata una lotta veramente dura” ha concluso “le mie gomme erano finite mentre Rosberg, Hamilton e Webber le avevano nuove: io mi sono solamente dovuto concentrare per rimanere in pista e concludere la gara.

 

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci