Gran Premio d’Ungheria 2014: Ricciardo trionfa davanti ad Alonso e Hamilton!

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Daniel Ricciardo vince una gara bellissima su Fernando Alonso e Lewis Hamilton. L’australiano della Red Bull va in testa a pochi giri dalla fine beffando Alonso e Hamilton che credevano di giocarsi la vittoria. Ottima la rimonta dell’inglese dalla corsia box. Kimi Raikkonen arriva sesto dopo una bella rimonta, mentre il leader Rosberg giunge quarto.

Il Gran Premio inizia con pista bagnata. Un acquazzone ha bagnato il tracciato un’ora prima della partenza, e la pioggia è in agguato. Hamilton e Magnussen partono dalla Pitlane.

Kvyat rimane fermo con la sua Toro Rosso all’inizio del giro di ricognizione. Partirà anche lui dalla Pitlane salutando la decima posizione.

Partenza tranquilla con Fernando Alonso che recupera subito due posizioni su Ricciardo e Vettel. Il tedesco però riprende subito la sua posizione, mentre Hamilton è subito fuori pista alla curva due. L’inglese rientra poi in pista.

Rosberg fa il vuoto nei primi due giri, con Vettel che si attacca alla Williams di Bottas. Parte la rimonta di Hamilton che in pochi giri guadagna 6 posizioni. Il tracciato è bagnato per metà e semi asciutto nell’altra, quindi le squadre devono fare attenzione alle condizioni in ottica soste e cambio gomme. Dopo cinque giri Rosberg ha 7 secondi di vantaggio su Bottas.

Nessuno rientra ai box nonostante la pista si stia asciugando, perchè è attesa di nuovo la pioggia. Hamilton è 14° al settimo giro.

Safety car all’ottavo giro. Ericsson va a sbattere forte con la sua Caterham alla curva 3. Traffico subito ai box con i primi 4 che non si fermano perchè hanno già passato la Safety e quelli dietro che montano tutti le soft, a parte le Mclaren. Al giro dopo sono i primi quattro (Rosberg, Bottas, Vettel, Alonso) che rientrano ai box, e quando escono si ritrovano nel gruppone. Ora sono tutti su soft tranne i due Mclaren, che tentano l’azzardo.

Problema per Rosberg: la posteriore sinistra fuma. Intanto Grosjean va a sbattere nello stesso punto di Ericsson e prolunga la permanenza della Safety Car. Per Rosberg è un problema ai freni. Gli viene suggerito dai box di spostare il bilanciamento dei freni in avanti. Ma la Safety non aiuta.

Al 13° giro la Safety Car rientra con Ricciardo che perde la posizione su Button con le intermedie. Massa è terzo, Alonso settimo. Hamilton intanto è nono. Rosberg sembra avere problemi e ne approfitta Vergne.

Button rientra ai box al 16° giro assieme al compagno per montare le slick. Ricciardo rimane davanti assieme a Massa. Alonso è terzo. Hulkenberg si ritira. Vergne è incredibilmente quarto.

Ottimo il ritmo di Alonso che fa il giro veloce al 17° giro. Ma tutti migliorano i tempi man mano che la pista si asciuga. Vettel è nel panino tra le due Mercedes, mentre Ricciardo ha messo in cantiere 5 secondi su Massa e Alonso.

Incidente per Sergio Perez al 23° Giro. va a sbattere all’ultima curva e la Safety Car rientra. Perez sta bene. Ricciardo e Massa rientrano ai box assieme a Bottas, mentre gli altri restano in pista. Le due Williams montano le gomme medie. A questo punto Alonso è in testa con Vergne secondo e Rosberg terzo. Kobayashi intanto si ritira.

Al 27° giro la Safety Car rientra ai box. Alonso comanda davanti a Vergne e alla coppia mista Rosberg – Vettel – Hamilton – Ricciardo.

Alonso sfrutta la presenza di Vergne per guadagnare vantaggio. al 31° passaggio ha 3.3 su Vergne, braccato dalle Mercedes e dalle Red Bull.

Rosberg rientra ai box al 33° giro e mentre lui imbocca la corsia box Vettel si gira nello stesso punto di Perez senza però toccare il muro. Intanto Gutierrez si ritira, e Hamilton guadagna la posizione su Vettel e sorpassa subito Vergne. Ora Hamilton ha davanti a sè solo Fernando Alonso.

Vergne rientra ai box al 35° giro. Raikkonen è tornato sulla quinta posizione.
Alonso si ferma al 39° giro, Hamilton lo segue al giro successivo. Lo spagnolo ha montato gomme morbide, la Mercedes medie. Ora Ricciardo comanda con 10 secondi su Massa e 14 su Raikkonen.

44° giro. A Ricciardo vengono comunicati problemi al motore, al 46° giro Felipe Massa rientra per montare nuovamente le medie. Ora Ricciardo comanda con almeno un altro stop da fare su Alonso, Hamilton e Rosberg.

Al 51° giro la Mercedes chiede a Hamilton di far passare Rosberg, con l’inglese che non risponde. Ricciardo inizia ad avere problemi con le gomme morbide dopo 30 giri. Rientra al 55° giro Sarà la mossa della gara. Alonso ora comanda a 14 giri dalla fine su Hamilton e Rosberg, che rientra al 57° giro.

Ricciardo intanto inanella giri veloci e si riavvicina su Lewis Hamilton, che a sua volta inizia a guadagnare su Alonso.

60° giro: Alonso perde ancora, Hamilton è a 1.6, Ricciardo a 3.3. Rosberg intanto supera Raikkonen e Massa e si porta in 4a posizione.

Alonso, Hamilton e Ricciardo sono attaccati a 8 giri dalla fine. A tre giri dalla fine Ricciardo sorpassa Hamilton ne si mette in coda ad Alonso. Alla fine dello stesso giro sorpassa anche lo spagnolo e si porta in prima posizione. Rosberg intanto è rientrato sul podio.

Alonso e le due Mercedes si giocano le ultime due posizioni del podio ad un giro dalla fine. Rosberg tenta l’attacco su Hamilton con l’inglese che resiste. Alonso allunga.

Ricciardo va a vincere il gran premio da solo davanti ad Alonso, Hamilton e Rosberg. Massa quinto, Raikkonen sesto.

Il risultato di gara.

PosNoDriverTeamLapsTime/RetiredGridPts
13Daniel RicciardoRed Bull Racing-Renault70Winner425
214Fernando AlonsoFerrari70+5.2 secs518
344Lewis HamiltonMercedes70+5.8 secs2215
46Nico RosbergMercedes70+6.3 secs112
519Felipe MassaWilliams-Mercedes70+29.8 secs610
67Kimi RäikkönenFerrari70+31.4 secs168
71Sebastian VettelRed Bull Racing-Renault70+40.9 secs26
877Valtteri BottasWilliams-Mercedes70+41.3 secs34
925Jean-Eric VergneSTR-Renault70+58.5 secs82
1022Jenson ButtonMcLaren-Mercedes70+67.2 secs71
1199Adrian SutilSauber-Ferrari70+68.1 secs11
1220Kevin MagnussenMcLaren-Mercedes70+78.4 secs21
1313Pastor MaldonadoLotus-Renault70+84.0 secs20
1426Daniil KvyatSTR-Renault69+1 Lap10
1517Jules BianchiMarussia-Ferrari69+1 Lap15
164Max ChiltonMarussia-Ferrari69+1 Lap18
Ret21Esteban GutierrezSauber-Ferrari32+38 Laps13
Ret10Kamui KobayashiCaterham-Renault+46 Laps17
Ret11Sergio PerezForce India-Mercedes+48 Laps12
Ret27Nico HulkenbergForce India-Mercedes+56 Laps9
Ret8Romain GrosjeanLotus-Renault+60 Laps14
Ret9Marcus EricssonCaterham-Renault+63 Laps19

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci