GP2 Singapore: Bird vince e si riavvicina a Leimer

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

La sprint race del weekend di Singapore della GP2 ha messo definitivamente in evidenza che saranno Fabio Leimer e Sam Bird a contendersi il titolo nell’ultimo round stagionale che si disputerà ad Abu Dhabi. Il pilota inglese, partito dalla pole, ha vinto in solitaria con oltre 5 secondi di vantaggio su Marcus Ericsson, mentre Leimer si è piazzato al terzo posto davanti a Richelmi e Lancaster. Felipe Nasr e James Calado, terzo e quinto in campionato, hanno chiuso nelle retrovie dopo essere stati costretti ad effettuare un pit stop a causa del degrado delle loro gomme; Coletti invece ha infilato il nono zero consecutivo, stavolta esclusivamente per colpe sue: al primo giro, infatti, il monegasco ha tamponato Mitch Evans alla curva 8, danneggiando l’alettone anteriore della sua Rapax; i commissari hanno inoltre punito Coletti con un drive through, ritenendolo responsabile dell’incidente; alla fine l’ex leader del campionato ha tagliato il traguardo in 24ª e ultima posizione.

Le posizioni dei primi quattro sono state determinate dallo scatto in partenza: Bird ed Ericsson sono partiti molto bene e hanno conservato le prime due posizioni; peggio è partito Dillmann che si è fatto infilare da Leimer e Richelmi, scivolando in quinta posizione. Bird, Ericsson, Leimer e Richelmi hanno mantenuto le loro posizioni senza mai attaccarsi reciprocamente, mentre Dillmann è stato costretto a cambiare gomme a metà gara ed è arrivato solamente 14°.

Il consumo delle gomme ha giocato un ruolo fondamentale in gara: oltre a Dillmann, Nasr e Calado, anche Palmer, vincitore di gara-1, è stato costretto a cambiare le gomme alla fine dell’undicesimo giro, dopo essere stato autore di una partenza bruciante con cui aveva recuperato alcune posizioni. Il rapido decadimento degli pneumatici ha reso difficile la lettura della gara, soprattutto per quel che riguarda le posizioni di centro gruppo, con alcuni piloti che, in crisi di gomme, improvvisamente hanno alzato i loro tempi sul giro di 5-6 secondi e, di conseguenza, sono stati inesorabilmente sfilati dai rivali.Lancaster e Cecotto sono riusciti a emergere nella confusione generale e a guadagnare la quinta e la sesta posizione a fine gara, sia pur molto staccati dal gruppo dei primi, mentre De Jong e Quaife-Hobbs hanno conquistato gli ultimi due posti utili per la zona punti. In nona posizione è arrivato René Binder, staccato di una decina di secondi dal pilota inglese della Hilmer, che ha preceduto in volata un gruppetto composto da Berthon, Haryanto, Leal e Trummer, tutti racchiusi in meno di due secondi.
Solamente due piloti non hanno concluso la gara: Sergio Canamasas è stato autore di un incidente al terzo giro quando, dopo aver affiancato Calado all’esterno della curva 8, è stato spinto contro il muretto esterno dal pilota inglese della ART; l’incidente tra i due è ancora sotto inchiesta da parte dei commissari. Daniel Abt, invece, è stato addirittura squalificato: al terzo giro i commissari avevano comminato un drive through al pilota tedesco per non aver rispettato le bandiere gialle; Abt, tuttavia, non è rientrato in pit lane entro i tre giri successivi alla comunicazione ed è stato perciò squalificato.Nel giro di rallentamento al termine della gara Fabio Leimer e Alexander Rossi sono stati protagonisti di un curioso incidente: il pilota americano della Caterham ha fatto manovra per rientrare al paddock “secondario” della GP2, dove devono dirigersi tutte le vetture che non si sono classificate ai primi tre posti, seguendo le indicazioni dei commissari, ma nel far questo ha tagliato la strada allo svizzero, che non ha potuto far altro che colpirlo alla fiancata sinistra. Fortunatamente entrambi i piloti sono usciti indenni dalle rispettive vetture.Archiviata la trasferta in Estremo Oriente, la GP2 tornerà in pista nel weekend del 3 novembre sulla pista di Yas Marina ad Abu Dhabi per l’ultimo appuntamento stagionale. Di seguito la classifica di gara 2

1S. BirdRussian Time20 giri in 40:36.444
2M. EricssonDAMS+5.787
3F. LeimerRacing Engineering+7.745
4S. RichelmiDAMS+9.311
5J. LancasterHilmer+17.885
6J. CecottoArden+34.140
7D. De JongMP Motorsport+56.282
8A. Quaife-HobbsHilmer+57.159
9R. BinderLazarus+1:07.397
10N. BerthonTrident+1:07.997
11R. HaryantoBarwa Addax Team+1:08.302
12J. LealRacing Engineering+1:09.052
13S. TrummerRapax+1:09.248
14T. DillmannRussian Time+1:11.366
15M. EvansArden+1:15.458
16F. NasrCarlin+1:15.990
17J. PalmerCarlin+1:16.415
18J. RosenzweigBarwa Addax+1:22.004
19J. CaladoART+1:28.898
20V. GhirelliLazarus+1:37.714
21D. ClosMP Motorsport+1:49.482
22G. RaimondoTrident+2:02.960
23A. RossiCaterham– 1 giro
24S. ColettiRapax– 1 giro
Rit.D. AbtART9 giri
Rit.S. CanamasasCaterham2 giri

Classifica del campionato piloti: 1.Leimer 179; 2.Bird 172; 3.Nasr 148; 4.Coletti 135; 5.Calado 134; 6.Richelmi 103; 7.Ericsson 102; 8.Palmer 99; 9.Dillmann 92; 10.Lancaster 73

Classifica del campionato a squadre: 1.Russian Time 264; 2.Carlin 247; 3.Racing Engineering 241; 4.DAMS 205; 5.Hilmer 155

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci