GP Riviera di Rimini, SSP600: Krummenacher batte in volata Caricasulo

ALTRI MOTORI
GP Riviera di Rimini, SSP600: Krummenacher batte in volata Caricasulo

I due del team Evan Bros si sfidano incuranti del rischio. Mahias terzo su Kawasaki di 24 Giugno 2019, 14:15

Il valzer giallo-blu del team Bardahl Evan Bros nella Supersport 600 è continuato anche a Misano, dove a vincere è stato Randy Krummenacher. Lo svizzero, come oramai da prassi, si è dovuto confrontare col compagno Federico Caricasulo, e i due hanno messo in piedi la battaglia più bella della stagione nell’ultimo giro di Misano, con sportellate, gomiti larghi e sorpassi all’ultimo respiro; alla fine, l’elvetico ha prevalso per 84 millesimi sul compagno di squadra e di 161 su Lucas Mahias, il quale è arrivato molto vicino a diventare il terzo che gode tra i due litiganti.

LA CRONACA

Nelle prove del sabato arriva la prima pole position dell’anno per Lucas Mahias, con uno splendido giro finale nella Superpole, col duo Evan Bros staccato di due decimi e in prima fila. La seconda fila è per Soomer, Cluzel e la wildcard Ottaviani.

Alla partenza Mahias sfrutta bene la pole position e s’inserisce in curva 1 al comando, seguito da Cluzel che però arriva lungo ed è costretto a far sfilare Caricasulo e Krummenacher; quinto De Rosa sulla MV, poi Okubo e Isaac Viñales insieme al gruppo dei primi.

All’inizio del giro 2 cade Perolari, ma soprattutto inizia la battaglia tra Krummenacher e Caricasulo, con lo svizzero che sorpassa all'ingresso della prima variante prima di subire la risposta in uscita, ma non si arrende e costringe l’italiano all’esterno della Rio passando così al comando. All’inizio del terzo giro c’è anche il capolavoro di Okubo alla Variante del Parco, dove svernicia in ingresso la MV Agusta di De Rosa.

L’italiano riprende la posizione sul giapponese alla Quercia, mentre i primi quattro cominciano ad allungare con le due Yamaha Evan Bros che prendono il comando con lo svizzero davanti a Caricasulo. Insieme al secondo gruppo c’è anche Soomer sulla Honda di MPM WILSports, che guadagna una posizione grazie alla caduta di Viñales.

Krummenacher comincia ad allungare ma è il suo compagno il primo a scendere sotto il muro dell’1:40 al quarto giro, ricucendo così il gap; arriva persino un primo tentativo alla Quercia ma lo svizzero costringe all’esterno il "Carica", il quale però approfitta di un lungo al Tramonto (forse volontario) del compagno per passare al comando. Alle curve del Carro Krummenacher perde anche la seconda piazza da Mahias e rischia anche per la terza con Cluzel, mentre scivola Raffaele De Rosa alla curva 6; il pilota della MV riparte, ma in fondo al gruppo.

Mentre Okubo, quinto, rema per agganciare il primo gruppo, Krummenacher al curvone riconquista la seconda posizione rimettendosi alle spalle di Caricasulo. A circa metà gara la leadership cambia nuovamente a favore dell’elvetico, che sorpassa il compagno in staccata alla curva 1. Col passare dei giri, Cluzel e Okubo cominciano a staccarsi, e il solo Mahias rimane con le due Yamaha giallo-blu.

A sei giri dalla fine Caricasulo ripassa al Tramonto approfittando di un altro errore del compagno, ma già all’ultima curva del Carro Krummenacher tenta di rimettersi davanti facendosi spazio anche duramente sul compagno di squadra. Ce la fa due giri dopo al Rio, chiudendo la porta in faccia al "Carica". Per tre giri le posizioni rimangono stabili con Mahias sempre sornione dietro ai due, ma all’ultimo giro i due leader danno fuoco alle polveri: il primo attacco di Caricasulo ha successo alla Quercia, ma Krummenacher risponde al Carro con il posteriore che s’intraversa. L’elvetico è leggermente lungo e portato verso l’esterno anche dallo stesso Caricasulo, coi due che cominciano anche a sportellarsi; alla penultima curva Krummenacher tiene l’interno la posizione, dopodiché chiude violentemente la porta all’italiano per impedirgli la risposta alla Misano, andando così a vincere il secondo Gran Premio stagionale in Italia.

Caricasulo mastica amaro in seconda posizione davanti a Mahias (che per poco non l’ha superato nel finale), più staccati Cluzel e Okubo che chiudono la top five. In sesta posizione Gabellini chiude un’ottima giornata da wildcard, seguito da Soomer al settimo posto, Manfredi, Gradinger e Roccoli.

In classifica il vantaggio di Krummenacher sale a 22 punti su Caricasulo, tornando alla situazione prima di Imola. Se questo valzer tra loro due dovesse continuare, allo svizzero basterebbe mantenere sempre la seconda posizione per resistere all’aggancio dell’italiano. Cluzel è terzo e staccato più di 50 punti oramai, con Okubo quarto a 70 punti e Mahias quinto a 66, nella speranza che la prestazione odierna delle Kawasaki non fosse effimera.

Qui i risultati della gara e la classifica aggiornata.

Fonte immagine: worldsbk.com



Condividi