GP Olanda, SSP600: Caricasulo torna a vincere ad Assen

ALTRI MOTORI
GP Olanda, SSP600: Caricasulo torna a vincere ad Assen

L’italiano regola in volata il compagno-rivale Krummenacher. Quarto Cluzel, De Rosa k.o. di 14 Aprile 2019, 14:00

Dopo tre medaglie di bronzo agrodolci, finalmente il tanto agognato successo è arrivato per Federico Caricasulo. L’italiano del team Evan Bros, dopo la sfortuna di Phillip Island e le sconfitte in Thailandia e Spagna, si è tolto la soddisfazione di ottenere il primo successo del 2019, proprio beffando il favorito del weekend Randy Krummenacher; è la sua prima vittoria da Misano 2018 e il primo successo ottenuto dal ravennate nel TT di Assen.

Giornata comunque positiva per il compagno-rivale dell’italiano, Randy Krummenacher. A parte l’amarezza di aver guidato quasi tutta la gara e poi averla persa per pochi centesimi, per l’elvetico c’è la consapevolezza di aver guadagnato 20 punti importanti in ottica mondiale, considerando che Jules Cluzel è finito nuovamente fuori dal podio, in quarta posizione. Destino ancora peggiore per Raffaele De Rosa, che qui aveva grosse chance di riportare al successo la MV ma che sono state mandate in fumo da una scivolata.

LA CRONACA

Allo scatto il poleman Krummenacher parte bene, al contrario di Caricasulo che non riesce a sfruttare la prima fila scendendo addirittura ottavo. In prima posizione, alla curva 1, s’infila a sorpresa De Rosa davanti allo svizzero, ma l’italiano viene superato poco dopo ritornando in seconda posizione; seguono Gradinger e Soomer, i quali però s’intralciano a vicenda nel loro duello perdendo tempo e posizioni, a favore di Jules Cluzel.

Il francese già al terzo giro si mette a comandare la gara superando, nello stesso passaggio, prima De Rosa e poi Krummenacher. La sua leadership però dura poco, poiché il suo rivale per il titolo contrattacca sul rettilineo principale riprendendosi la prima posizione, e i due sono inseguiti dal duo italiano De Rosa-Caricasulo. Molto bene anche Mahias, sesto con la migliore delle Kawasaki.

Al quinto giro Caricasulo sorpassa De Rosa in curva 1 grazie alla maggior potenza della Yamaha, riportando così tre R6 davanti a tutti. Anche le Ninja però sono protagoniste, con Okubo che attacca duramente Mahias allo Ruskenhoek per strappargli la sesta posizione, finendo per avvantaggiare i piloti davanti, anche loro in lotta. La rimonta di Caricasulo prosegue con un attacco anche su Cluzel, e adesso i due piloti del team Evan Bros sono davanti con la possibilità di fare doppietta.

Krummenacher vede i suoi quattro decimi di vantaggio sul compagno svanire, e inizia così un duello ravvicinato tra i due, senza però nemmeno un attacco da parte dell’italiano. Entrano in lotta invece De Rosa e Gradinger, con il #3 che deve fare staccate esagerate per tenere dietro l’austriaco, e a dieci giri dalla fine, con un giro molto veloce, si aggiunge al gruppo anche Mahias in rimonta.

Un errore in uscita da curva 5 fa staccare l’ex-campione del mondo, che scuote la testa in uscita dallo Strubben. Mahias però approfitta della dura lotta tra De Rosa e Cluzel per guadagnare una posizione, quando il pilota della MV Agusta arriva garibaldino alla 1 portando largo il francese. Il podio virtuale per la Casa varesina purtroppo sfuma a sette giri dalla fine: De Rosa viene attaccato in curva 10 da Gradinger, molla i freni per tenerlo dietro in staccata ma alla corda della curva perde il posteriore, scivolando e buttando al vento la sua gara; l’italiano riprenderà la moto poco dopo ma solo per tornare ai box.

Si registra anche la caduta di Soomer alla chicane, mentre davanti la situazione è in stallo: Cluzel prova a recuperare, ma fatica dopo il pasticcio con De Rosa e riesce a sopravanzare Mahias solo a due giri dalla fine. I due del team Evan Bros continuano a comandare con Krummenacher rimasto davanti per tutto il tempo, ma nell'ultimo giro finalmente l’italiano tenta l’attacco in curva 9, prendendo di sorpresa l’elvetico e passando al comando. Il #64 si difende molto bene nel resto della pista, andando così a conquistare la sua prima vittoria dell’anno. Completano il podio Krummenacher, ancora una volta secondo come lo scorso anno, e Gradinger, mentre Cluzel è quarto davanti a Mahias e al compagno Perolari per il team GMT94.

In classifica Krummenacher guida con 90 punti grazie ai due secondi posti e alle due vittorie, mentre sale in piazza d’onore il compagno Caricasulo a quota 73; Cluzel è terzo a 69, invece De Rosa perde ben quattro posizioni scivolando in ottava, fermo a 31.

Qui i risultati della gara della categoria e la classifica.

Fonte immagine: worldsbk.com



Condividi