Furto di cimeli di Ayrton Senna, diversi oggetti non ancora ritrovati

Motorsport
Tempo di lettura: 3 minuti
di Alessandro Secchi @alexsecchi83
23 Luglio 2020 - 23:31
Home  »  Motorsport

Ad Isola d’Asti rubati cimeli del brasiliano utilizzati in diverse mostre organizzate dall’Instituto Ayrton Senna


Nei giorni passati sono stati sottratti dal luogo in cui erano custoditi, ad Isola d’Asti, numerosi cimeli appartenuti ad Ayrton Senna ed esposti negli ultimi 16 anni in Italia e in Europa dall’Instituto Ayrton Senna per ricordare il campione brasiliano e raccogliere fondi a scopo benefico per l’Instituto stesso.

Questa mattina (23 luglio) i carabinieri di Castagnole delle Lanze, a cui va il più profondo ringraziamento dell’Instituto Senna per lo splendido lavoro che stanno svolgendo, hanno annunciato di aver arrestato gli autori del furto e di aver recuperato parte della refurtiva.

Di comune accordo con gli stessi diffondiamo l’elenco delle memorabilia ancora da rinvenire, con la preghiera di darne massima diffusione possibile nel caso in cui qualcuno si imbattesse in qualcuno di questi oggetti su siti web di aste. Le indagini dei Carabinieri sono naturalmente tuttora in corso al
fine di rinvenirli.

Di seguito l’elenco degli oggetti mancanti:

Le foto degli oggetti sono reperibili alla pagina Facebook
https://www.facebook.com/ForeverAyrtonSenna.

Per segnalazioni è possibile fare riferimento direttamente all’Arma dei Carabinieri o ai contatti sotto riportati dell’Instituto Ayrton Senna.

UFFICIO STAMPA PER L’ITALIA INSTITUTO AYRTON SENNA
Marco Notari Giovannone – marco@libellulapress.it – 3472102335