Formula E | Valencia Test 2022: le parole di Hughes e Rast di McLaren

Formula E
Tempo di lettura: 4 minuti
di Daniele Botticelli @DBDeiman
17 Dicembre 2022 - 09:30
Home  »  Formula E

Seguono le dichiarazioni dei piloti di McLaren al termine dei test collettivi pre-stagionali di Formula E, svoltisi a Valencia dal 13 al 16 dicembre.

Jake Hughes: “È stato positivo, direi. È stato il mio primo vero momento su questa macchina con questa squadra e mi sento bene. Come squadra, non abbiamo avuto molto tempo con questa vettura di nuova generazione. Anche per me, come debuttante, c’è un certo livello di aspettativa, sia da parte mia che dalle persone intorno a me, ma sono molto fiducioso nelle mie capacità e per fortuna ciò si è tradotto in pista per ora. Abbiamo avuto un buon ritmo sia nei giri di spinta che sul passo gara, ma dovremo rimanere forti perché non sarà sempre così fattibile come lo è stato questa settimana”.

“L’auto è stata piuttosto affidabile. Non direi inaspettatamente, ma c’è un certo livello di problemi iniziali che ti aspetteresti con una nuova auto. Il fatto che abbia funzionato così bene a prescindere, è una testimonianza del duro lavoro di tutte le donne e degli uomini del team e di Nissan. Valencia è una pista completamente diversa da quelle su cui correremo durante la stagione, quindi ci saranno altre sfide in arrivo. Non vedo l’ora che inizi la stagione”.

René Rast: “Penso che possiamo dire che è stata una settimana intensa e positiva. Abbiamo fatto molti giri senza grossi problemi, non credo che fosse un dato di fatto in questa settimana. Non eravamo sicuri di quanto tutto sarebbe stato affidabile, sia come squadra che nel paddock. Sono positivamente sorpreso da come è andata. Inoltre, la macchina sembra essere veloce, quindi ci sono molti aspetti positivi da raccogliere a Valencia. Per me è stata la prima volta che ho lavorato con il team durante un evento ufficiale e sono contento che sia andato tutto liscio, in modo da poterci concentrare sulla guida e sui progressi. Abbiamo ancora molta preparazione davanti a noi prima del Messico, ma non vedo l’ora che arrivi la prima gara”.

Ian James, Team Principal NEOM McLaren Formula E: “Siamo venuti a Valencia senza sapere esattamente cosa aspettarci. Non abbiamo visto come gli altri team e produttori si stavano preparando per l’evento e hanno avuto poco tempo in pista con la nuova generazione di auto. Sono lieto di poter dire che, nel complesso, abbiamo avuto alcuni giorni di test positivi qui. È stato fondamentale dato il poco tempo che abbiamo avuto come squadra per prepararci alla stagione e quanto poco tempo in pista siamo riusciti a trascorrere con le vetture Gen3. Quindi, è stato molto importante per i piloti e per il team percorrere un buon chilometraggio”.

“Dal punto di vista del pacchetto tecnico, le prestazioni della vettura sono state promettenti. Abbiamo potuto vedere che Nissan ci ha fornito una base molto solida su cui costruire durante la Season 9. Il team stesso si sta abituando alla nuova generazione di auto e alle sfumature di queste vetture. Viene fornito con le sue complessità, che stiamo iniziando a conoscere solo ora. E sappiamo che c’è ancora molto da imparare”.

“Siamo molto soddisfatti anche delle prestazioni dei piloti fin qui. Jake è stato davvero impressionante nel modo in cui è stato in grado di comportarsi in pista. È una testimonianza del duro lavoro che ha svolto negli ultimi anni mentre abituandosi alla Formula E come campionato. Si spera che ciò gli fornisca una base su cui costruire. Per quanto riguarda René, dopo essere stato lontano dalla Formula E per circa 16 mesi, è stato veloce fin dall’inizio e sta iniziando a sentirsi più a suo agio con la macchina ad ogni giro che fa, con una macchina che è significativamente diversa dal mezzo che ha guidato in passato. Detto questo, ad ogni sessione ha già migliorato il suo ritmo”.

“Ora torniamo nel Regno Unito per un paio di settimane intense, piene di ulteriori preparativi e analisi dei dati che siamo riusciti a raccogliere, in vista della prima gara della stagione a gennaio a Città del Messico”.

Fonte: Media McLaren

Immagini: mclaren.com