Formula E | Valencia Test 2022, Day 2: Jake Hughes vince la simulazione di gara

Formula E
Tempo di lettura: 3 minuti
di Daniele Botticelli @DBDeiman
14 Dicembre 2022 - 15:33
Home  »  Formula E

Il Rookie della McLaren si impone nella simulazione di gara ai test di Formula E davanti a Günther e Rast.

La simulazione di gara svoltasi nel Day 2 dei test collettivi pre-stagionali di Formula E a Valencia sorride a Jake Hughes, che è riuscito ad ottenere la vittoria in una gara in cui è stata anche testata la nuova regola dell’aggiunta di giri alla durata iniziale di gara in caso di periodi di Safety Car e Full Course Yellow, andando ad aggiungere un giro in più ai 24 inizialmente previsti arrivando così ad un totale di 25 tornate percorse lungo il circuito del Ricardo Tormo.

Hughes è riuscito a vincere grazie ad un’ottima gestione delle fasi di Attack Mode, superando il proprio compagno di squadra René Rast al 15° giro, con il tedesco che è stato al comando nella prima parte di gara prima di attivare il proprio primo Attack Mode al 13° giro, lasciando la leadership all’inglese che ne ha approfittato per realizzare il giro più veloce della gara costruendo così un gap sufficiente per rimanere in testa dopo la propria attivazione del primo Attack Mode.

I due piloti della McLaren hanno poi attivato il proprio secondo Attack Mode al 18° giro, con Hughes che è rimasto al comando della gara mentre Rast è scalato in terza posizione alle spalle di Maximilian Günther, autore del miglior tempo nella simulazione delle qualifiche e capace di risalire la classifica nella parte centrale della gara portandosi in seconda posizione.

Formula E
Una fase della gara

Il pilota della Maserati attiva il proprio ultimo Attack Mode al 19° giro riuscendo a non perdere la posizione a vantaggio di Rast, involandosi poi in fuga con Hughes senza però riuscire ad impensierirlo per la vittoria, tagliando poi il traguardo con poco più di un secondo di ritardo dal Rookie della McLaren.

Gli ultimi giri di gara hanno visto la coppia di testa scappare via, con René Rast che ha chiuso in terza posizione ad oltre otto secondi di ritardo dal vincitore. Fuori dalla Top3 Jean-Éric Vergne, quarto al traguardo davanti a Pascal Wehrlein, Edoardo Mortara e Antonio Félix Da Costa al termine di una gara trascorsa interamente in gruppo.

Ottavo posto per il Campione del mondo in carica Stoffel Vandoorne davanti alla nuova coppia piloti della Mahindra, con Lucas Di Grassi nono davanti ad Oliver Rowland, che a sua volta completa la Top10. Undicesimo posto per Jake Dennis davanti a Mitch Evans, 12° dopo una gara trascorsa in coppia con il suo compagno di squadra in Jaguar Sam Bird ma con mezzo giro di ritardo sin dal via, probabilmente per volontà della squadra inglese per evitare di avere qualche incidente nella fase iniziale della gara in mezzo al gruppo.

Da segnalare come solamente 13 piloti siano riusciti a tagliare il traguardo a pieni giri, con André Lotterer che invece ha visto sì la bandiera a scacchi ma con sei giri di ritardo dopo esser stato costretto a rientrare ai box. Gran parte dei piloti sono stati costretti a rientrare ai box durante la gara accusando dei problemi tecnici sulle proprie vetture, ma considerando la novità del progetto Gen3 presente per tutte le squadre, la situazione non sembra essere preoccupante per il futuro a lungo termine di questa era della Formula E.

Il Day 2 dei test collettivi pre-stagionali non finisce qui, con un’ulteriore sessione di due ore che andrà in scena subito dopo questa simulazione di gara, dopo che i team avranno ricaricato al meglio le vetture prima di tornare in pista.

Classifica Race Exercise – Formula E Testing, Day 2:

Formula E

Immagini: Instagram / Jake Hughes & FIA Formula E

I Commenti sono chiusi.