Formula E | Valencia ePrix 2021, Vandoorne (Mercedes): “Sono davvero sorpreso di essere sul podio”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Seguono le dichiarazioni di Stoffel Vandoorne, terzo classificato nel primo ePrix di Valencia

Stoffel Vandoorne ha chiuso il primo ePrix di Valencia al terzo posto, approfittando del caos generato dalla poca energia rimasta a molti piloti sul finale per rimontare fino a raggiungere il gradino più basso del podio, dove è salito per la sesta volta in Formula E.

Il sabato di Valencia si era messo molto bene per il belga con la pole position ottenuta nelle qualifiche prima che gli venisse revocata perché ottenuta con gomme senza approvata identificazione, dovendo così scattare dal fondo del gruppo in gara.

In gara Vandoorne riesce a risalire la classifica piuttosto agevolmente portandosi in 14° posizione a circa 24 minuti dal termine, rendendosi anche protagonista di un duello molto acceso con Nico Müller, spinto fuori pista a seguito di una sua escursione: questa manovra costa a Vandoorne una penalità di cinque secondi e di due punti sulla patente.

A meno di dieci minuti dal termine Vandoorne è scivolato in 18° posizione, ma il caos dell’ultima ripartenza viene incontro al pilota della Mercedes, che con il 5% di energia rimasta sulla sua vettura riesce tranquillamente a completare la gara a differenza di molti altri piloti davanti a lui. Vandoorne ne approfitta per risalire la classifica insieme a Müller tagliando il traguardo in quinta posizione, avanzando poi al terzo posto dopo le squalifiche di Oliver Rowland e Alexander Sims per overuse energy oltre il limite consentito in gara, per un podio confermato anche dopo 10 secondi di penalità per non aver usato completamente il secondo Attack Mode.

Stoffel Vandoorne: “Sono davvero sorpreso di aver finito la gara sul podio. La gara è stata incredibilmente intensa e oggi sono successe così tante cose. Prima ero in pole, poi tutti i miei tempi in qualifica sono stati cancellati e sono dovuto partire dal fondo della griglia. In gara ho avuto un contatto, sono passato sulla ghiaia e sul finale ho dovuto risparmiare energia. Il nostro ritmo era buono e la nostra strategia si è rivelata quella giusta. I giri dopo l’ultima Safety Car sono stati pazzi, sorpassando auto a destra e a sinistra che avevano esaurito l’energia. Ma questo è ciò che rende così speciale la Formula E: in un momento sei giù, quello dopo sei sul podio. Non dovresti mai arrenderti. Congratulazioni a Nyck per la sua vittoria e a tutta la squadra per questo doppio podio. Siamo stati forti nelle ultime gare ed è così che dobbiamo andare avanti”.

Fonte: Formula E

Immagini: Mercedes Media

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Daniele Botticelli
Daniele Botticelli
Classe 1997, laureato in Scienze della comunicazione e con una passione smisurata per il motorsport, il basket e la musica. Cresciuto sotto il mito di Valentino Rossi, Michael Schumacher, Alessandro Del Piero e Kobe Bryant. Poteva andare peggio no? Sono sempre alla ricerca di nuove leve, per raccontare le loro gesta e farvele conoscere ancor prima del loro arrivo sui grandi palcoscenici, questo perché ho sempre ammirato il nuovo che avanza

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci