Formula E | Swiss ePrix 2019 - Anteprima

FORMULA E
Swiss ePrix 2019 - Anteprima

Sfida a cinque per il titolo, con tre gare ancora da correre di 20 Giugno 2019, 13:30

Dopo l'ormai consueto appuntamento di Berlino, la Formula E si sposta a Berna per il suo penultimo ePrix della stagione. L'ultima gara europea prima del doppio round di New York si svolgerà su un tracciato nuovo, dopo che la Svizzera ha ufficialmente riaperto al motorsport su pista l'anno scorso a Zurigo. Una pista che presenta un layout piuttosto filante e veloce, con molti saliscendi e un'Attack Mode Zone posta sul rettilineo tra le curve 8 e 9 in una posizione abbastanza comoda, anche se la carreggiata in quel punto si presenta piuttosto stretta.

L'ePrix di Berlino ha probabilmente dato la scrematura definitiva, separando chi può davvero giocarsi questo titolo da chi invece dovrà restare a guardare. Il terzo posto in rimonta ha permesso a Jean-Éric Vergne di confermarsi leader della classifica ma non ha impedito a Lucas di Grassi di riavvicinarsi pericolosamente, a sei lunghezze di distacco. Il brasiliano ha dominato la corsa tedesca ribadendo che il Tempelhof Airport è un feudo Audi e riaprendo un campionato che dopo le tre incolori prove nel vecchio continente pareva compromesso.

Non bisogna però escludere dalla contesa i tre inseguitori. Techeetah può infatti contare anche sulla carta André Lotterer, pesantemente ridimensionato tra Montecarlo e Berlino ma ancora a -16 dal compagno di squadra e di nuovo in caccia del primo successo elettrico. Seguono António Félix da Costa e il suo ex compagno di squadra Robin Frijns, con il primo che paga inevitabilmente la squalifica di Montecarlo e il secondo che non ha marcato alcun punto dopo la vittoria nel diluvio parigino. Il quintetto in lizza per il titolo comprende quindi le due Techeetah-DS, due motorizzati Audi (un ufficiale e un "satellite") e una BMW, forza dominante di inizio stagione ma ora solo sesta nella classifica riservata alle squadre.

Esattamente come l'anno scorso a Zurigo, anche a Berna tutti gli occhi saranno puntati su Sébastien Buemi, fresco vincitore del mondiale endurance e della 24h di Le Mans. La situazione in Formula E è molto più difficile per l'elvetico, che non vince ormai da due anni ma a Berlino è riuscito a rialzare la testa con un secondo posto. Il recupero delle Nissan in campionato è piuttosto difficoltoso ma sia Buemi che Oliver Rowland stanno riportando le vetture giapponesi in posizioni più consone, grazie anche alla prestanza della powertrain a doppia MGU che sul giro secco garantisce sempre ottime prestazioni. E a proposito di questa particolare configurazione della powertrain, Nissan dovrà correre ai ripari in vista della season 6 poiché il Consiglio Mondiale FIA ha abolito la possibilità di utilizzare il doppio motogeneratore, costringendo il costruttore nipponico a trovare una nuova soluzione per il campionato che scatterà in Arabia Saudita a fine novembre.

Sotto bandiera svizzera correrà anche Edoardo Mortara, pilota italiano che però rappresenta lo stato elvetico nelle competizioni gestite dalla FIA. Mortara sta attraversando un lungo tunnel ormai dalla vittoria di Hong Kong, poiché dopo quel prestigioso risultato ha incassato zero punti in cinque gare: un campionato che lo vedeva come possibile sorpresa lo ha visto retrocedere al 12° posto, probabilmente più consono al livello di una Venturi comunque cresciuta esponenzialmente. Il costruttore monegasco è salito sul podio anche con Stoffel Vandoorne e Felipe Massa, i quali hanno però accusato qualche problema di affidabilità di troppo.

Ancora a secco di successi in questa stagione sono anche piloti come Daniel Abt e Pascal Wehrlein. Il primo, pur potendo contare su un'Audi che rappresenta sempre un riferimento nella categoria, non è andato oltre un paio di podi e qualche giornata storta in eccesso, mentre il secondo ha chiuso in zona punti per sette volte su nove gare ma dopo avere perso la grande occasione in Messico non ha più avuto modo di giocarsi un risultato importante. Il calo del team Mahindra è certificato anche da Jérôme d'Ambrosio, che ha messo a segno 53 punti nelle prime quattro gare e appena 12 nelle successive sei, con tre zeri consecutivi che lo hanno escluso dalla lotta titolata dopo essere uscito da Roma con la leadership della classifica in mano.

Tra i piloti da tenere in considerazione come possibili sorprese, visto il loro posizionamento vantaggioso nei gruppi di qualifica, ci sono Alexander Sims e Alexander Lynn. Il pilota BMW può ancora porre rimedio ad una stagione disastrosa con un risultato di prestigio nella capitale svizzera, prima dell'ePrix di casa del team Andretti, mentre Lynn è reduce da una gara berlinese molto positiva dal punto di vista prestazionale, nonostante non si sia conclusa nel migliore dei modi. Jaguar, peraltro, è riuscita a conquistare la sua prima (e finora unica) pole elettrica proprio in Svizzera l'anno scorso grazie a Mitch Evans, attualmente sesto in classifica.

A Berna si assegnerà anche il titolo europeo, in palio per il pilota capace di marcare il maggior numero di podi nelle cinque corse del nostro continente. Vergne e Lotterer sono a quota due, con il francese in vantaggio sul tedesco in virtù della vittoria di Montecarlo; in gioco anche Evans, Frijns, di Grassi, Rowland, Buemi, Vandoorne, Abt e Massa.

A causa del fitto numero di eventi collaterali all'ePrix, nonché per la concomitanza col Gran Premio di Francia di Formula 1, il programma della gara bernese si presenta differente dal solito: le prove libere andranno in scena alle 8:55 e alle 11:20, le qualifiche saranno posticipate alle 13:30 e la gara addirittura alle 18:00. Eurosport trasmetterà qualifiche e gara tra i suoi due canali, Mediaset offrirà la diretta della corsa con ampio pre-gara in simulcast su Italia 1 e Italia 2.

2019 Julius Baer Swiss ePrix - Bern Street Circuit
Round 11/12
22 giugno 2019

 

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: 2,750 km
Tempo di gara: 45 minuti + 1 giro
Numero di curve: 14
Senso di marcia: antiorario

PROGRAMMA

Sabato 22 giugno
8:55-9:40 Prove Libere 1
11:20-11:50 Prove Libere 2
13:30-14:35 Qualifiche - Eurosport 2
18:00 Gara - Italia 1, Eurosport 1, Italia 2

Immagine copertina: Formula E



Condividi