Formula E | Seoul ePrix #1 2022: Mitch Evans vince e tiene aperto il campionato

Daniele Botticelli - 13 Agosto 2022 - 11:30

Quarta vittoria stagionale per il neozelandese che si porta a -21 da Vandoorne, buon 5° oggi. Podio completato da Rowland e Di Grassi, al suo 1000° punto in Formula E. Mortara ritirato e matematicamente fuori dai giochi.


Mitch Evans torna al successo in Formula E aggiudicandosi la vittoria nel primo ePrix di Seoul, 15° round della Season 8, ottenendo una vittoria importantissima che gli consente di tenere aperti i giochi per il titolo iridato fino all’ultima gara in programma domani, recuperando ben sedici punti sul leader del Mondiale Stoffel Vandoorne, quinto oggi al termine di una gara condotta molto tranquilla.

Il pilota neozelandese della Jaguar ha costruito la propria quarta vittoria stagionale al via, realizzando una partenza fantastica che gli ha permesso di passare al comando in sole due curve, bruciando Oliver Rowland nello scatto da fermo per poi superare Lucas Di Grassi in curva 1 per portarsi in testa alla corsa prima dell’interruzione della gara per via dell’incidente multiplo in curva 20-21 che ha visto sei piloti ritirarsi.

Alla ripartenza della gara Evans ha controllato la situazione nonostante la pista si stesse asciugando velocemente dopo la copiosa pioggia caduta durante le qualifiche, mantenendo la testa della gara fino all’ultimo giro, completato in regime di Safety Car per via dell’incidente di Alexander Sims in curva 10 a due minuti più un giro dal termine. Sul podio insieme ad Evans sono saliti i già citati Oliver Rowland e Lucas Di Grassi rispettivamente in seconda e terza posizione dopo il bel sorpasso compiuto dal pilota inglese in occasione del primo giro di gara nella zona dello Stadio Olimpico poco prima dell’esposizione della bandiera rossa.

Per Rowland si tratta del primo podio da pilota della Mahindra al termine di un’ottima giornata iniziata con la pole position ottenuta nelle qualifiche, mentre Di Grassi può celebrare il superamento dei 1000 punti in carriera in Formula E, diventando il primo nella storia della serie ad ottenere questo traguardo.

Quarto posto per Jake Dennis, con tanto di giro più veloce della gara, autore anche lui di una gara senza particolari squilli che però conferma il suo buono stato di forma iniziato a Londra. Alle sue spalle troviamo il già citato Stoffel Vandoorne, che non si è voluto prendere grossi rischi oggi portando a casa un buon quinto posto che gli consente di avere comunque un ottimo vantaggio in campionato di 21 punti quando con un solo round da disputare ne rimangono solamente 29 a disposizione.

La lotta per il titolo domani sarà un affare riservato ai soli Vandoorne ed Evans, dato che Edoardo Mortara ha alzato bandiera bianca al 21° giro mentre lottava per la sesta posizione per via di una foratura alla gomma posteriore destra, ottenendo così il terzo zero consecutivo che lo estromette matematicamente dai giochi iridati.

In precedenza, Mortara era stato anche penalizzato di 5 secondi per essersi mosso più volte in fase di frenata in occasione di un duello con Jean-Éric Vergne, tanto che il francese è arrivato a tamponarlo in curva 1 danneggiando la propria ala anteriore; Vergne è riuscito a proseguire tagliando il traguardo in sesta posizione davanti a Pascal Wehrlein, settimo con la Porsche dopo una qualifica decisamente migliore sul bagnato.

Ottavo posto per Robin Frijns davanti ad Antonio Félix Da Costa e Nick Cassidy, capace di rimontare dal fondo del gruppo fino ai margini della zona punti dopo esser rimasto coinvolto anche lui nell’incidente multiplo al primo giro. In una gara che ha visto solamente 13 piloti classificati, rimangono fuori dalla zona punti Maximilian Günther, Sergio Sette Camara e Norman Nato, 13° alla sua prima gara in Formula E dopo un anno dalla sua vittoria a Berlino. Ritirato anche Antonio Giovinazzi, che durante la gara è stato anche tamponato dallo stesso Sims in curva 1 finendo in testacoda, con l’inglese che per questa manovra ha ricevuto 5 secondi di penalità prima dell’incidente che ha posto fine alla sua gara.

Come detto in precedenza, la lotta per il titolo piloti è ormai un affare riservato ai soli Vandoorne ed Evans, con il pilota belga che comanda con 195 punti contro i 174 del vincitore di oggi, che da -36 si è portato a -21. Tutto rimandato a domani anche per il campionato costruttori, con Mercedes ancora al comando con 301 punti contro i 270 della Venturi, che con il terzo posto di Di Grassi ha recuperato cinque punti al team tedesco portandosi a -31. Con ancora un massimo di 47 punti rimasti da assegnare, la matematica tiene ancora in gioco la DS Techeetah, terza in campionato con 254 punti proprio a -47 dalla Mercedes in testa alla classifica.

Classifica ePrix di Seoul #1:

Formula E

Immagini: Twitter / Jaguar TCS Racing & ABB FIA Formula E World Championship