Formula E | Santiago ePrix 2020 – Anteprima

Formula E | Santiago ePrix 2020 – Anteprima

Dopo la spettacolare apertura di Ad-Diriyah, la Formula E si appresta finalmente a tornare in pista con l’ePrix di Santiago del Cile. Questa prima pausa, durata un paio di mesi, non ha portato particolari novità nell’ambiente del campionato elettrico, che ripartirà con una BMW al comando della classifica esattamente come l’anno scorso.

L’ePrix cileno ha già due edizioni al suo attivo e in questi due anni si sono osservate gare all’opposto. Allo spettacolare rush finale del 2018, con il duello tra Jean-Éric Vergne e André Lotterer e il podio monopolizzato da powertrain Renault, si è contrapposta la totale confusione del 2019, con una gara ricca di incidenti su un circuito totalmente inadatto e il successo di Sam Bird.

L’edizione 2020 è stata a rischio per diverse settimane, a causa delle proteste popolari scatenatesi nella capitale cilena recentemente, ma alla fine gli organizzatori sono riusciti a salvare l’evento. Una gara che riproporrà, come scenario, il Parco O’Higgins già protagonista della corsa 2019. Il circuito è stato semplificato con una modifica al primo settore, la rimozione della chicane costata la gara a Sébastien Buemi un anno fa e il rifacimento dell’ultimo settore, ora “specchiato” rispetto al layout 2019. La tematica più importante riguarderà però il meteo, che per la giornata di sabato promette grande caldo e potrebbe quindi portare ad un remake di dodici mesi fa, con l’asfalto sgretolatosi totalmente al continuo passaggio delle vetture.

La prima gara del nuovo anno, anche nel 2020, inizia con una Andretti-BMW in cima alla classifica. La vittoria nella seconda corsa saudita ha infatti permesso ad Alexander Sims di issarsi al comando del campionato ribadendo quanto il pacchetto statunitense-tedesco sia efficace sul tracciato alle porte di Riyadh; una competitività che tuttavia dovrà essere confermata anche lungo il resto della stagione.

Debutto elettrico con i fiocchi per Mercedes e Porsche, sul podio sin da subito grazie rispettivamente a Stoffel Vandoorne e André Lotterer. La Casa di Stoccarda si è addirittura permessa di uscire da Ad-Diriyah con la leadership del campionato squadre in mano, complice il podio replicato da Vandoorne in gara-2; prestazione convincente, seppur con un’esperienza da affinare, anche per Nyck de Vries, che anche in Formula E ha già saputo mostrare a tutti la velocità di cui notoriamente dispone.

Meno costante il debutto della Casa di Weissach, che in gara-2 è rimasta nelle retrovie anche con Lotterer oltre al deludente Neel Jani. Per lo svizzero un weekend sulla falsariga di quello disputato nella season 4 a Hong Kong, con prestazioni ben lontane da quelle a cui ci ha abituati in altre categorie.

L’incidente di gara-2 non ha precluso un avvio da protagonista nemmeno a Sam Bird, che in Arabia Saudita ha dato (a tratti) addirittura un’impressione di dominanza. Il britannico del team Virgin-Audi è stato assoluto padrone di gara-1 e solo il duplice contatto con Mitch Evans e Pascal Wehrlein gli ha tolto la possibilità di centrare quantomeno un altro podio.

Tra gioie e dolori il team Nissan, partito ottimamente con Oliver Rowland e all’opposto con Buemi, fermo a quota zero dopo un weekend da dimenticare. Proprio a Santiago, un anno fa, lo svizzero ha firmato la prima pole della Casa giapponese a seguito dell’esclusione di Lucas di Grassi sprecando poi l’occasione della prima vittoria con un errore abbastanza veniale.

Da rilanciare anche Audi, partita con un doppio zero in gara-1 in Arabia Saudita ma subito ristabilitasi grazie al podio del campione 2016-2017 in gara-2. I 26 punti conquistati nel primo round hanno rappresentato un bottino abbastanza magro per Ingolstadt, che quest’anno dovrà badare a non ripetere un’altra partenza a handicap.

Tra gli assoluti delusi del primo doppio round rientrano però Techeetah e Jaguar, almeno nel box di Evans. Il team campione in carica ha racimolato appena sette punti in un weekend totalmente negativo per Vergne e piuttosto confuso per António Félix da Costa, complice il contatto con Buemi in gara-2; la squadra franco-cinese si trova già costretta a puntare su un rimescolamento di carte sulla falsariga della passata stagione, per evitare di doversi lanciare in una rimonta che potrebbe anche portare ad un nulla di fatto. Solo due punti in cassaforte per Evans invece, messo in ombra (anche se solo a livello di punteggio) dal nuovo compagno di squadra James Calado.

Tra le conferme attese in Cile c’è anche quella di Edoardo Mortara, giunto a punti in entrambe le gare saudite al volante di una Venturi che ha ritrovato competitività con la powertrain Mercedes. L’italo-svizzero ha decisamente sovrastato Felipe Massa nel corso del primo weekend stagionale e pertanto ci si aspetta una risposta da parte del brasiliano, che avrà anche modo di prendere parte all’ultimo gruppo di qualificazione beneficiando di una pista più pulita.

Gli appuntamenti televisivi live con l’ePrix di Santiago riguarderanno solo la gara, poiché Eurosport trasmetterà le qualifiche solo in differita, subito prima della partenza della corsa.

2020 Antofagasta Minerals Santiago ePrix – Parque O’Higgins Circuit
18 gennaio 2020
Round 2/12

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: TBA
Tempo di gara: 45 minuti + 1 giro
Numero di curve: 11
Senso di marcia: antiorario

RECORD

Giro gara: circuito modificato
Giro prova: circuito modificato
Vittorie pilota: 1 – Jean-Éric Vergne, Sam Bird
Vittorie team: 1 – Techeetah Racing, Virgin Racing
Pole pilota: 1 – Jean-Éric Vergne, Sébastien Buemi
Pole team: 1 – Techeetah Racing, DAMS
Podi pilota: 1 – 6 piloti
Podi team: 2 – Techeetah Racing

ALBO D’ORO

PROGRAMMA

Sabato 18 gennaio
8:00-8:45 (12:00-12:45) Prove libere 1
10:15-10:45 (14:15-14:45) Prove libere 2
12:00-13:05 (16:00-17:05) Qualifiche – Eurosport 1 (19:00)
16:00 (20:00) Gara – Canale 20, Eurosport 1

NB: tra parentesi gli orari italiani.

Immagine copertina: Formula E

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

14,525FansLike
867FollowersFollow
1,632FollowersFollow
Formula E | Santiago ePrix 2020 - Anteprima 4
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE