Formula E | Roma ePrix 2022, Vandoorne: “É stata una dura lotta dall’inizio alla fine”

Seguono le parole di Stoffel Vandoorne, terzo classificato nel primo ePrix di Roma 2022.

Da ROMAStoffel Vandoorne sale nuovamente sul podio in Formula E conquistando il terzo posto nel primo ePrix di Roma, continuando la sua buona tradizione di risultati nella Capitale dopo il podio nel 2019 (il suo primo in carriera) e la vittoria ottenuta l’anno scorso.

Partito dalla pole position, al via il pilota della Mercedes ha subito chiuso la porta a Robin Frijns alla prima frenata, impedendo all’olandese di passarlo nonostante avesse avuto un migliore scatto da fermo dalla prima fila. Da lì in poi Vandoorne battaglierà con Frijns praticamente per tutta la gara, scambiandosi più volte la testa della corsa, con e senza l’Attack Mode. A 12 minuti dal termine Vandoorne viene nuovamente sorpassato dall’olandese in curva 4, ma successivamente perde la posizione anche a vantaggio di Mitch Evans, che da lì in poi passerà anche al comando della gara per poi andare a vincere.

Negli ultimi 8 minuti Jake Dennis si unisce alla battaglia, portandosi rapidamente in seconda posizione superando sia Vandoorne che Frijns. A 3 minuti dal termine Vandoorne si porta nuovamente davanti a Frijns grazie al FanBoost per la terza posizione, tornando poi secondo riportandosi davanti a Dennis. A poco più di un minuto dal termine, però, Frijns supera nuovamente il pilota della Mercedes, issandosi in seconda posizione che manterrà fino alla fine, con Vandoorne che terminerà la gara terzo e a capo di un trenino di piloti composto da Jean-Éric Vergne, Sam Bird ed Edoardo Mortara.

Con questo terzo posto, Stoffel Vandoorne conquista il suo nono podio in carriera in Formula E, risultato che rafforza la sua seconda posizione nella classifica del campionato con 46 punti, a sole tre lunghezze di distacco dal leader Mortara.

Il pilota belga ha commentato così la sua gara: “É stata una dura lotta dall’inizio alla fine, una gara davvero difficile oggi. Avere la strategia giusta è stato complicato: eravamo un po’ giù di ritmo, soprattutto rispetto a Mitch Evans, che è passato e poi scappato via. Mi è piaciuto davvero combattere con Robin Frijns: si trattava di scegliere la giusta strategia per l’Attack Mode, sorpassarsi più e più volte e impostare le manovre. È stata sicuramente una lotta formidabile. Tutto sommato, sono contento del mio podio; in una giornata difficile come quella di oggi, è un buon risultato”.

Fonte: Mercedes Media

Immagine: Formula E

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS