Formula E | Pascal Wehrlein al secondo successo consecutivo nella Race at Home Challenge

Formula E | Pascal Wehrlein al secondo successo consecutivo nella Race at Home Challenge

Con il campionato reale ancora sospeso, nella Race at Home Challenge in collaborazione con l’UNICEF sono i piloti tedeschi che continuano a sorridere. Ieri si è svolta la quarta gara ufficiale di questa serie di eventi eSports e a vincere è stato Pascal Wehrlein sulla Spark SRT 05e della Mahindra. Per l’ex-pilota di Formula 1 è il secondo successo virtuale consecutivo dopo quello di Monaco, ottenuto stavolta sulla pista di Hong Kong dove si è corso per la seconda volta quest’anno.

L’intero evento è stato mandato in diretta sul canale ufficiale della F.E.

La gara è stata ricca di colpi di scena ma anche di incidenti evitabili, come già successo negli scorsi eventi d’altronde e nonostante l’utilizzo della piattaforma simulativa rFactor2. Prima dello svolgersi dell’ePrix virtuale si sono disputate delle brevi qualifiche, molto avvincenti essendosi svolte anche sul bagnato. A strappare la pole position dai big della serie è stato Edoardo Mortara su Venturi, con un tempo di 51.692. Wehrlein si è piazzato secondo a dieci millesimi, mentre Vandoorne avrebbe aperto la seconda fila con un distacco di 29 millesimi. Quarto il leader della generale Maximilian Günther, davanti a una terza fila tutta britannica composta da Rowland e Turvey. Settimo, a sorpresa, Ma Qinghua sulla vettura di Nio, mentre è andato male Mitch Evans, 13° al fianco di Felipe Massa. Ancora peggio per gli altri big della serie originale, quali Lotterer, Buemi, Da Costa, Vergne, Di Grassi e Bird, tutti nelle ultime file dello schieramento.

La gara è stata sull’asciutto ma le condizioni non hanno comunque evitato il prevedibile caos di curva 1: allo scatto Mortara e Vandoorne sono partiti bene mentre Günther è stato prima autore di una partenza anticipata e poi è stato tamponato dalla Nio di Turvey, innescando così un effetto domino che ha coinvolto anche i piloti davanti. Mortara è riuscito comunque a uscire dal tornantino in prima posizione, mentre alle sue spalle la carneficina è continuata sul rettilineo opposto allo start: Neel Jani sulla vettura di Porsche prima è stato mandato in testacoda e ha poi compiuto diversi metri a suon di speronamenti prima di poter rimettere il muso della macchina nella giusta direzione.

Dopo le prime curve è stato quindi Mortara a guidare la corsa, seguito da James Calado, Nick De Vries e Pascal Wehrlein, bravo quest’ultimo a ripartire in fretta e furia dopo l’incidente. Al secondo giro Max Günther era solo settimo ed è anche costretto ad affrontare un drive-through per la partenza anticipata, che lo relega al 13° posto dietro Mitch Evans. Essendo questa una gara a eliminazione come le altre, il primo pilota eliminato è stato Jean-Éric Vergne.

Il pilota elvetico ha dominato la corsa per i primi quattro giri, ma al quinto ha commesso un grosso errore: alla chicane nella parte centrale del tracciato ha sbattuto contro il muro interno, per poi rimbalzare dal lato opposto ed esser costretto a “fare manovra” in mezzo al tracciato, perdendo quattro posizioni. In testa è passato così Wehrlein con 3″2 di vantaggio su Vandoorne, che intanto a sua volta aveva passato James Calado. Nelle retrovie è continuata la gara da incubo di Günther, che dopo aver fatto lo stesso errore di Mortara alla chicane, si è ritrovato ultimo ed eliminato alla fine del giro. Gli altri piloti di grosso calibro eliminati sono stati Di Grassi, Bird, d’Ambrosio e Lotterer.

La gara è stata quindi vinta in scioltezza da Wehrlein, con quattro secondi di vantaggio su Stoffel Vandoorne. Terzo un ottimo Calado per la Jaguar, davanti a De Vries e a Mortara; il pilota italo-svizzero, nonostante la vettura danneggiata, è riuscito a difendersi dagli attacchi di Da Costa, proteggendo il suo quinto posto. In nona e decima posizione hanno concluso le Nissan e.dams di Sébastien Buemi e Oliver Rowland.

Con questo successo, Wehrlein si è messo in testa alla generale con 70 punti, contro i 65 di Günther e i 58 di Vandoorne. Il pilota più vicino ai tre protagonisti è Robin Frijns (solo settimo quest’oggi), con 46 punti e davanti agli elvetici Neel Jani e Nico Müller. In settima posizione, a pari punti con Müller, risale James Calado a 19.

Nella gara dei simracer a vincere è stato Lucas Müller, davanti Joshua Rogers e al leader della classifica Kevin Siggy. Quarto Peyo Peev e quinto Petar Brlljak.

Il prossimo evento si svolgerà settimana prossima e sarà anch’esso visibile sul canale Youtube ufficiale della F.E.

Fonte immagine: Youtube

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

920FollowersFollow
1,676FollowersFollow
Formula E | Pascal Wehrlein al secondo successo consecutivo nella Race at Home Challenge 4
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

NEWSLETTER

Resta aggiornato su P300.it iscrivendoti alla nostra mailing list

ALTRI DALL'AUTORE