Formula E | Londra EPrix 2021: Jake Dennis non sbaglia e vince Gara 1

A Londra il primo round è andato alla BMW con Jake Dennis che ha sfruttato gli errori di strategia e guida di Alex Lynn per avere la meglio sul connazionale, nella gara di casa.

Si è concluso il primo dei due EPrix di Londra previsti per questa stagione e ad avere la meglio è stato Jake Dennis con la BMW, il quale ha sfruttato alcune sbavature del poleman Alex Lynn per cogliere il secondo successo dell’anno.

La coppia inglese formata dal pilota BMW e quello della Mahindra ha dominato gran parte della gara, non lasciando nemmeno la minima chance di vittoria agli altri avversari. Anche nonostante il primo attack mode, i due britannici sono riusciti a mantenere un discreto gap sui piloti dal terzo posto in poi. A scombinare la classifica, però, ci ha pensato il secondo attack mode, utilizzato troppo presto dal pilota del team indiano che, pochi minuti più tardi, è stato anche autore di un bloccaggio al termine degli 8 minuti di boost a sua disposizione.

Con una strategia apparentemente errata e questo errore di guida in curva 10, Dennis, che aveva ereditato la prima piazza proprio quando Lynn ha preso il secondo attack mode, ha raccolto a sua volta l’extra-boost involandosi verso il nuovo successo.

Per l’altro inglese è andata anche peggio dato che, a due minuti dal termine, ha lasciato la porta troppo spalancata a De Vries, il quale usando il Fan Boost, di gran carriera si è preso la seconda piazza, dopo un’ottima rimonta dalla nona posizione di partenza. Un sorpasso avvenuto ritardando la staccata di curva 10, dove il pilota olandese della Mercedes aveva già sopravanzato Buemi per il podio, circa una decina di minuti prima.

Con De Vries secondo, il poleman Lynn si è dovuto accontentare della terza piazza, rimandando ancora una volta l’appuntamento con il successo, che per Mahindra manca da due anni e mezzo.

Quarta posizione per Sébastien Buemi rimasto per più di mezz’ora in posizioni di podio, ma mai con il ritmo per poter agguantare il duo inglese di testa. Alle sue spalle un solido Lotterer che ha rischiato di perdere diverse posizioni per la mancata attivazione del secondo attack mode. Il tedesco, infatti, aveva inizialmente perso la posizione su De Vries, ma di forza si era reimposto davanti all’olandese, salvo poi ritornare alle sue spalle qualche curva più tardi. Al secondo passaggio è riuscito però a non perdere la posizione sui due piloti Audi.

Gli alfieri della casa di Ingolstadt hanno chiuso in sesta e settima posizione con René Rast a precedere Lucas di Grassi. Il tedesco ha concluso la gara in un’ottima posizione, considerando la mancanza che copriruota sinistro dalle prime curve della corsa, dopo aver tamponato Sam Bird in curva 5, il quale a sua vola ha colpito Alexander Sims. Se da un lato il tedesco è riuscito a continuare, dall’altro il leader della classifica e l’altro inglese della Mahindra sono stati costretti al ritiro. Lo stop della vettura indiana ha inoltre costretto i commissari di gara a istituire la Full Course Yellow per tre minuti circa.

Dietro la coppia delle Audi, Stoffel Vandoorne che torna a raccogliere punti per la prima volta dalla prima gara di Puebla. Infine Antonio Félix da Costa e Oliver Rowland sono gli ultimi due piloti in zona punti. Tra i primi sei in classifica, il portoghese è stato l’unico a raccogliere punti in questa gara, mentre l’inglese della Nissan ha approfittato dei problemi di gestione dell’energia di Norman Nato per cogliere l’ultimo punto a disposizione.

Per quanto riguarda gli altri pretendenti al titolo, Edoardo Mortara ha chiuso in 11a posizione a due secondi e mezzo dalla zona punti, quindi Nick Cassidy tredicesimo, seguito da Jean-Éric Vergne in quattordicesima. Il francese, oltre ad essere partito dall’ultima fila, ha dovuto scontare uno stop and go di 10 secondi per aver sostituito delle componenti prima della gara. Alle spalle del transalpino Robin Frijns con la seconda delle Virgin.

Gara da dimenticare per la Jaguar che, oltre al ritiro di Bird al primo giro, ha pagato pure un rientro ai box inaspettato di Evans, che però è riuscito subito a ripartire. Il neozelandese ha però chiuso in 17a posizione, portandosi a casa il giro veloce. Seconda parte di gara deludente, invece, per la Dragon Penske che, se nelle prime fasi ha lottato per un posto nella zona punti, nella seconda è sprofondata, anche per colpa di diversi contatti. Joel Eriksson ha quindi tagliato il traguardo in 19a piazza e Sette Camara in 20a.

La classifica dopo il primo round di Londra vede Bird ancora in testa con 81 punti, seguito ora da Dennis a 79, Da Costa a 78, De Vries a 77 e Frijns a 76.

Londra EPrix 2021, Vince Jake Dennis
La classifica finale di Gara 1 a Londra, vinta da Jake Dennis.

Immagine di copertina: FIA Formula E Media Center

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM