Formula E | Joshua Rogers e Max Günther i vincitori del primo round ufficiale della Race at Home Challenge

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

Dopo l’esperimento della scorsa settimana sulle stradine di Monaco, la Race at Home Challenge messa in piedi dal campionato di Formula E, sia con lo scopo di intrattenere piloti e pubblico che di raccogliere fondi per l’UNICEF, ha avuto il suo primo round ufficiale ieri pomeriggio, con un evento diviso in due classi, quella dei simracer e quella dei piloti professionisti. La pista scelta è stata quella di Hong Kong.

L’intero evento è stato mandato in diretta sul canale ufficiale della F.E.

La prima gara è stata quella dei giocatori virtuali più abituali ed è stata vinta da Joshua Rogers sulla vettura della Porsche, dopo aver conquistato il sesto posto nelle selezioni dei giorni precedenti ed essersi qualificato quinto nel pre-gara, con lo stesso tempo di Peyo Peev (59.722).

Dopo il solito caos della partenza, la battaglia per la prima posizione ha visto contrapposti lo stesso Rogers e il poleman Petar Brljack, durata fino alla bandiera a scacchi e che ha visto anche qualche duro contatto, specie al tornantino di curva 1 subito dopo il traguardo in cui Brljack andava spesso troppo largo. Con il sorpasso a due giri dalla fine, Rogers ha approfittato della lotta alle sue spalle per la piazza d’onore (tra Brljack e Kevin Siggy) per vincere la prima gara ufficiale della serie Race at Home. In questa maniera si è anche aggiudicato il posto per la prossima gara, visto che i primi dieci classificati potranno partecipare automaticamente alla Race at Home #2. E’ stato anche confermato il format di gara, con quindici giri e le eliminazioni a fondo classifica alla fine di ogni passaggio, cosa più simile a un gioco di puro stampo arcade che a un simulativo quale rFactor 2.

E’ toccato poi alla gara dei piloti del campionato vero e proprio, con Stoffel Vandoorne in pole position e dato come il favorito per la vittoria finale dopo le prove svolte nei giorni precedenti. Dalla terza casella Maximilian Günther è scattato però molto bene e, dopo aver ottenuto la seconda piazza a discapito di Pascal Wehrlein, ha pazientato alle spalle del belga fino a quando quest’ultimo non ha commesso un errore (non ripreso dalla regia del videogioco), scendendo al quinto posto.

Il pilota Mercedes non è stato l’unico in difficoltà: il suo compagno Nick De Vries è stato tra i primissimi eliminati, così come Antonio Felix Da Costa, Sébastien Buemi, James Calado e André Lotterer. Molto sfortunato anche il campione in carica Jean-Éric Vergne, quarto nelle prime battute di gara ma ritiratosi per disconnessione, cosa successa anche a Sam Bird durante le qualifiche.

Alla fine tutto è andato per il meglio per Günther sulla sua vettura di Andretti-BMW, con gli ultimi giri passati a gestire Nick Cassidy e conclusi con la seconda vittoria in sette giorni, la prima ufficiale di questa serie improvvisata. Sull’ipotetico podio anche Pascal Wehrlein.

Il prossimo appuntamento è previsto per settimana prossima, secondo la descrizione della pagina di rFactor2 sarà sulla pista dedicata ai test della Formula E, che in tal caso dovrebbe essere la pista di Valencia.


Da maggio P300.it non pubblicherà più su Facebook. Per restare aggiornato, segui il canale TelegramTwitter o Google News.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

Formula E | Joshua Rogers e Max Günther i vincitori del primo round ufficiale della Race at Home Challenge 4
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE