Formula E | Diriyah EPrix 2021, Qualifiche: Robin Frijns per la prima volta in pole position

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Nelle seconde qualifiche di Diriyah, la Virgin Racing ritorna in pole dopo due anni grazie a un giro incredibile di Frijns.

La seconda qualifica della stagione, la seconda di Diriyah parla ancora una volta olandese. Questa volta ad ottenere la pole position è stato Robin Frijns con la Virgin Racing. Il pilota #4 ha concluso la sessione con il tempo di 1:07.889, rifilando quasi tre decimi ad un super Sergio Sette Câmara. Il pilota brasiliano infatti partirà dal secondo posto con la prima della Dragon-Penske.

Per il pilota della Virgin quattro punti da aggiungere alla propria classifica dato che, oltre ai 3 della pole position, ha conquistato anche il punto per il più veloce dei piloti nella fase a gruppi. Per lui, inoltre, questa è anche la prima pole position in Formula E.

Sam Bird, che ieri ha concluso in anticipo la corsa a causa del contatto con Max Günther, partirà dal terzo posto. Chi ha fatto strabuzzare gli occhi è sicuramente la NIO che ha portato entrambe le vetture in Superpole con Oliver Turvey quarto a una manciata di millesimi dal connazionale di Jaguar. Quinto tempo di Tom Blomqvist.

Sesto posto per Nico Müller che aveva ottenuto il miglior parziale nel primo e il secondo settore, ma a causa di una perdita del posteriore, che gli ha causato un lungo drift in curva 16, ha perso un secondo dalla concorrenza. Aveva fatto la differenza in quello intermedio rifilandone tre a chiunque, fino all’arrivo del tempo di Frijns e Sette Camara.

La classifica della Superpole con Frijns a conquistare la pole position.

Al termine delle quattro manche di qualifica, il primo degli esclusi è stato il due volte campione del mondo Jean-Eric Vergne. Il francese in pista durante la terza manche, è rimasto fuori dalla superpole per soli 39 millesimi dal tempo di Müller. Insieme a lui Sébastien Buemi che partirà al suo fianco in quarta fila.

Brevi distacchi separano tutti i piloti da Vergne fino a Di Grassi che sono racchiusi in appena mezzo secondo. Lynn non ha sfruttato bene il proprio giro nel Q4, fermandosi al nono posto, ma chi ha fatto peggio è stato sicuramente Nick Cassidy. Il pilota della Virgin Racing, in pista nel Q4, ha subito un gap di oltre nove decimi dal compagno di squadra Robin Frijns che aveva girato in 1:07.810 durante il Q3.

Nel Q1 se da un lato Pascal Wehrlein non è riuscito ad ottenere un ottimo tempo, dovendosi accontentare della 16esima piazza, peggio è andata a Evans e Rast. I portacolori di Jaguar e Audi, rimanendo troppo attaccati alla Nissan di Oliver Rowland (scivolato in 13esima a fine sessione, ndr), non hanno potuto effettuare il secondo giro lanciato, sprecando il loro unico tentativo.

Nessun crono registrato per i piloti della Mercedes e quelli della Venturi, in seguito all’incidente subito da Edoardo Mortara nel finale delle FP3. Per precauzione, la FIA ha tenuto ferme le quattro vetture motorizzate dalla casa di Stoccarda, negando a Nato, Vandoorne e al vincitore di ieri De Vries di scendere in pista. Mortara è invece in ospedale per accertamenti, ma è cosciente.

Nessun tempo nemmeno per la Porsche di André Lotterer, reduce dal contatto col muro sempre in FP3. Il pilota tedesco non ha avuto modo di ritornare sul tracciato, per il prolungarsi dei lavori sulla sua vettura.

La classifica dei tempi al termine del Q4. I primi sei ammessi in Superpole.

Immagine di copertina: FIA Formula E Media Center

Avatar of Marco Colletta
Marco Colletta
Classe '96, laureato in Comunicazione e Media Contemporanei. Sono nato a Nardò e vivo a Carpi, quindi sin dal primo secondo ho sempre avuto qualcosa a che fare con i motori. Scrivo da quando avevo 16 anni e da allora non ho più smesso. Nei miei racconti cerco sempre di trasmettere tutta la mia passione per il motorsport.

P300 MAGAZINE

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE