Formula E | Diriyah ePrix 2021 – Anteprima

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

La settima stagione del campionato elettrico prende il via nella cornice notturna dell’Arabia Saudita


La settima stagione della Formula E è finalmente pronta al via. Il campionato elettrico darà il “la” alle danze in Arabia Saudita esattamente come negli ultimi due campionati, sul tracciato di Ad-Diriyah alle porte della capitale Riyadh.

Sarà un avvio inedito poiché per la prima volta nella sua storia il campionato elettrico correrà una gara in notturna. Entrambe le corse saudite, infatti, prenderanno il via alle ore 20:00 locali e saranno illuminate a giorno da un impianto che tuttavia rispetterà la natura ecosostenibile della serie.

La stagione 2021 inizia con un mese di ritardo, poiché l’appuntamento di Santiago del Cile è stato rinviato dal 16-17 gennaio al 5-6 giugno. Del calendario originale non è rimasto molto in realtà, le gare certe sono otto con incognite riguardanti i round in Germania, Gran Bretagna e Stati Uniti; si correrà su due circuiti permanenti, quello di Valencia e quello di Marrakech, mentre per quanto riguarda la rientrante Montecarlo si dovrebbe finalmente correre sullo stesso tracciato della F1.

Il round di Ad-Diriyah gode di grande considerazione presso il Governo saudita e lo dimostra il fatto che in questo weekend si gareggerà nonostante le stringenti norme anti-Covid disposte nello Stato arabo, che ha stilato una lista di 20 Nazioni a cui è stato proibito l’ingresso presso i suoi confini. Nonostante la stragrande maggioranza del Circus elettrico provenga da quegli Stati, è stata fornita una speciale esenzione per permettere a tutto lo staff della Formula E di prendere parte all’evento.

La pista di Ad-Diriyah si presenta sostanzialmente invariata rispetto all’edizione 2019, tuttavia la riasfaltatura ha portato ad una leggera rivisitazione alle curve 12, 13 e 14 mentre la chicane 9-10 è stata velocizzata. L’uscita della pit lane è stata resa meno “cieca” e l’Attack Mode zone è stata spostata all’esterno della curva 19 poiché la precedente configurazione, posta tra le curve 18 e 19, ha portato nel 2019 a qualche incidente di troppo. È stato infine riposizionato il muretto posto all’interno della stessa curva 19, per evitare che venga largamente tagliata come nella scorsa stagione.

Difficilissimo, come sempre, indicare favoriti in Formula E. Il punto di riferimento sarà comunque il team DS-Techeetah, vincitore degli ultimi tre titoli piloti e di nuovo pronto alla battaglia con il campione in carica António Félix da Costa e colui che lo ha preceduto, Jean-Éric Vergne. In occasione del round saudita la squadra franco-cinese, così come Nissan e Dragon-Penske, utilizzerà ancora la powertrain della stagione 2019-2020, mentre la versione 2021 arriverà a Roma. Nonostante questo piccolo “ritardo” DS ha confermato che resterà in Formula E anche con il debutto delle Gen3 previsto per la season 9, così come Mahindra.

Prossime all’uscita dalla serie elettrica, invece, sono Audi e BMW. Entrambe le Case tedesche parteciperanno quest’anno alla loro ultima stagione in Formula E ma non senza ambizioni titolate. Ingolstadt è reduce da un pessimo campionato 2019-2020, il peggiore di sempre con zero vittorie, tre podi e il sesto posto nella classifica squadre, ma ha confermato l’accoppiata già vista in azione a Berlino composta da Lucas di Grassi e René Rast. Per quanto riguarda Monaco di Baviera, invece, il debuttante Jake Dennis affiancherà Maximilian Günther, vincitore a Santiago nella season 6 e autore del miglior tempo assoluto nei test di Valencia. Proprio oggi, inoltre, è stato confermato che il team Andretti continuerà ad utilizzare la powertrain BMW anche nel 2022, dopo il ritiro ufficiale della Casa.

Dopo un’ottima stagione di debutto, Mercedes ha confermato Stoffel Vandoorne e Nyck de Vries al volante delle sue vetture ufficiali. Il belga e l’olandese hanno portato a casa una doppietta nell’ultima gara di Berlino, con il primo che è riuscito a vincere la battaglia per la piazza d’onore in campionato, e saranno sicuramente materiale da titolo nella season 7. Le powertrain di Stoccarda saranno montate anche dal team Venturi, che porterà al debutto Norman Nato al fianco del collaudato Edoardo Mortara.

Anche Nissan inizierà la stagione con la vecchia unità motrice ma la coppia composta da Sébastien Buemi ed Oliver Rowland è più che collaudata e assolutamente competitiva. Per lo svizzero e il britannico sarà la terza stagione consecutiva fianco a fianco e ancora una volta gareggeranno alla pari, come avvenuto per la quasi totalità dei due campionati precedenti.

Molto atteso è anche il team Jaguar, che a causa dello scarso feeling avuto con Berlino ha visto sfumare una season 6 eccezionale fino alla pausa forzata per il Covid. La coppia che difenderà i colori della Casa britannica è una delle migliori del campionato e sarà composta da Mitch Evans e Sam Bird, arrivato dopo un lungo sodalizio con Virgin Racing.

Stagione di debutto molto meno esaltante rispetto a Mercedes per l’altra Casa di successo entrata più di recente in Formula E, Porsche. Dopo il podio alla prima assoluta, proprio in Arabia Saudita, è arrivato solo un altro piazzamento in top 3 a Berlino #1 oltre alla pole di Città del Messico. André Lotterer ha trascinato il team di Weissach a fronte di un deludente Neel Jani, sostituito per questa stagione dal rientrante Pascal Wehrlein.

Attesi ad un campionato di tutt’altro spessore rispetto a quello 2019-2020 sono Virgin Racing e Mahindra. La squadra britannica, che potrebbe disporre di powertrain Audi anche dopo il ritiro ufficiale della Casa degli Anelli, schiererà il rookie Nick Cassidy al fianco di Robin Frijns, mentre gli indiani punteranno su Alexander Lynn, già messo al volante della M6Electro a Berlino, e Alexander Sims in arrivo da BMW.

Le “cenerentole” del campionato saranno ancora una volta Dragon-Penske e NIO: la squadra statunitense ha confermato il suo secondo pilota addirittura dopo i test, offrendo un’altra chance a Nico Müller al fianco di Sérgio Sette Câmara, mentre gli anglo-cinesi andranno incontro all’ennesima rifondazione di squadra e saranno guidati in pista dalla coppia tutta britannica formata da Oliver Turvey e Tom Blomqvist.

La novità dal punto di vista televisivo per l’Italia è stata ufficializzata ieri ed è l’arrivo di Sky Sport in sostituzione di Eurosport per quanto riguarda le trasmissioni satellitari. SkySport Arena trasmetterà in diretta qualifiche e gara sia venerdì che sabato, in simulcast con SkySport 1 al venerdì, mentre per quanto concerne i canali in chiaro Mediaset diffonderà le due gare live su Canale 20.

2021 Diriyah ePrix – Riyadh Street Circuit
Round 1/6
25-27 febbraio 2021

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: 2,495 km
Tempo di gara: 45 minuti + 1 giro
Numero di curve: 21
Senso di marcia: orario

RECORD

Giro gara: 1:12.481 – António Félix da Costa – Techeetah Racing – 2019
Giro prova: 1:11.476 – Alexander Sims – Andretti Autosport – 2019 (NB: record 1:11.418, António Félix da Costa, Andretti Autosport, QP2)
Vittorie pilota: 1 – António Félix da Costa, Sam Bird, Alexander Sims
Vittorie team: 2 – Andretti Autosport
Pole pilota: 2 – Alexander Sims
Pole team: 3 – Andretti Autosport
Podi pilota: 2 – Stoffel Vandoorne
Podi team: 2 – Andretti Autosport, Mercedes EQ Formula E Team

ALBO D’ORO

PROGRAMMA

Giovedì 25 febbraio
18:15-19:00 (16:15-17:00) Prove libere 1

Venerdì 26 febbraio
14:00-14:30 (12:00-12:30) Prove libere 2
16:00-17:00 (14:00-15:00) Qualifiche 1 – SkySport 1, SkySport Arena
20:00 (18:00) Gara-1 – Canale 20, SkySport 1, SkySport Arena

Sabato 27 febbraio
13:45-14:30 (11:45-12:30) Prove libere 3
16:00-17:00 (14:00-15:00) Qualifiche 2 – SkySport 1, SkySport Arena
20:00 (18:00) Gara-2 – Canale 20, SkySport Arena

NB: tra parentesi gli orari italiani.

Immagini: Formula E

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Federico Benedusi
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci