Formula E | Cape Town ePrix 2023: Antonio Félix Da Costa torna alla vittoria dopo un gran duello con Vergne

Formula E
Tempo di lettura: 6 minuti
di Daniele Botticelli @DBDeiman
25 Febbraio 2023 - 17:00
Home  »  Formula ETop

Il pilota portoghese torna al successo in Formula E avendo la meglio sul suo ex compagno di squadra in un finale di gara concitato. Cassidy completa il podio dopo l’incidente di Fenestraz. Evans e Dennis fuori dai punti dopo un drive through, Wehrlein e Günther out.

La prima storica edizione dell’ePrix di Città del Capo di Formula E è stata una gara da ricordare per quanto successo dal primo all’ultimo giro. Chi sicuramente ricorderà con piacere questa gara è Antonio Félix Da Costa, che conquista oggi la prima vittoria in questa Season 9 nonché la propria prima vittoria da pilota Porsche.

Il pilota portoghese ha disputato una gara in rimonta sulla falsa riga di quanto fatto due settimane fa ad Hyderabad, dove riuscì a conquistare il podio; partito 11°, Da Costa è riuscito a rimanere lontano dai guai nella prima parte della gara, riuscendo poi ad esprimere un ottimo passo gara che gli ha consentito di issarsi tra le prime posizioni nella parte centrale della gara.

Il vero colpo di scena arriva all’inizio del 21° giro, quando Maximilian Günther è costretto al ritiro dopo esser finito contro il muro in curva 1 mentre occupava la terza posizione, vanificando così la possibilità di ottenere i propri primi punti stagionali e costringendo così la Direzione Gara a chiamare il regime di Full Course Yellow. Proprio in quel momento il pilota della Maserati è stato posto under investigation per un sorpasso in regime di Full Course Yellow al primo giro su Sacha Fenestraz, che lo aveva portato in testa alla gara.

Da qui si rimischiano le carte: Nick Cassidy e l’appena citato Fenestraz, rispettivamente in prima e seconda posizione in quel momento, ne approfittano per attivare il loro secondo e ultimo Attack Mode pochi istanti prima dell’attivazione della neutralizzazione, con il neozelandese che riesce a rimanere al comando mentre il polemen scende addirittura in quarta posizione, alle spalle di Da Costa e di Jean-Éric Vergne.

Alla ripartenza Da Costa e Vergne ne hanno di più e al 24° giro entrambi si liberano di Cassidy per poi involarsi in testa alla gara. Da Costa però ha ancora il secondo Attack Mode da spendere e, dopo averne mancato l’attivazione al 25° giro, al 27° giro lo attiva cedendo la leadership della gara al francese, che però non riesce a liberarsi del suo ex compagno di squadra nonostante un’ottima gestione dell’energia.

https://twitter.com/FIAFormulaE/status/1629494734665441281?s=20

Da Costa ne ha di più e torna al comando della gara nel primo dei due giri aggiunti al totale della gara, realizzando un sorpasso fantastico su Vergne all’esterno nella parte di pista che va dalla curva 8 alla curva 9, prendendosi non pochi rischi in una curva ad alta velocità che nel corso del weekend ha visto diversi incidenti. Vergne ha cercato la risposta all’ultimo giro, ma Da Costa ha resistito alla grande per quella che è la sua ottava vittoria in carriera in Formula E, consegnando alla Porsche la terza vittoria nelle prime cinque gare della Season 9.

Nonostante la sconfitta, Jean-Éric Vergne può comunque festeggiare il secondo posto ottenuto che gli vale il secondo podio consecutivo dopo la vittoria ottenuta ad Hyderabad, realizzando anche il giro più veloce della gara ottenendo un cospicuo bottino di punti che gli consente di avvicinarsi alla testa del Mondiale.

Il podio viene completato da Nick Cassidy, che dopo aver perso la testa della corsa ha dato vita ad un lunghissimo trenino di piloti alle sue spalle terminando poi la gara al terzo posto. Per questo podio, però, il neozelandese deve ringraziare Sacha Fenestraz, che dopo averlo sorpassato al 30° giro è finito a muro all’inizio dell’ultimo giro, dovendo così dire addio alla possibilità di ottenere il proprio primo podio in Formula E al termine di un super weekend iniziato con la pole position ottenuta nelle qualifiche, e concluso poi con un mesto 15° posto finale.

Quarto posto per René Rast davanti a Sébastien Buemi, bravo a risalire la classifica fino al quinto posto dopo esser stato tamponato al primo giro da Pascal Wehrlein: il leader del Mondiale è andato lungo alla frenata di curva 10 finendo contro il pilota svizzero, danneggiando irrimediabilmente la propria Porsche e terminando così la propria gara dopo pochi metri, con la Safety Car che ha dovuto fare il proprio ingresso in pista. Per il pilota tedesco si tratta del primo ritiro stagionale, che però non altera il proprio vantaggio in campionato.

Ottima gara per Dan Ticktum, al suo miglior risultato in Formula E con il sesto posto ottenuto davanti al Campione del Mondo in carica Stoffel Vandoorne e Norman Nato, che approfittano della penalità di 5 secondi inflitta ad André Lotterer per un’infrazione durante il periodo di Safety Car per avanzare in settima e ottava posizione, con il tedesco dell’Avalanche Andretti che chiude così al nono posto.

Jake Hughes completa la zona punti in 10° posizione davanti a Mitch Evans, solamente 11° dopo aver dovuto scontare un drive through per overpower nella parte iniziale della gara, quando il pilota della Jaguar era in piena lotta per un posto sul podio. Anche Jake Dennis ha dovuto scontare un drive through durante la gara, venendo penalizzato per non aver rispettato la pressione minima delle gomme sulla sua vettura: il pilota inglese colleziona così il secondo zero consecutivo chiudendo 14°, alle spalle di Sergio Sette Camara.

Dopo il quinto round di questa Season 9 il mondiale piloti continua a sorridere a Pascal Wehrlein, ancora al comando con 80 punti contro i 62 di Dennis dopo che entrambi sono rimasti a bocca asciutta nella gara odierna. Alle loro spalle però si avvicinano Vergne e Da Costa, che con il podio ottenuto oggi si portano rispettivamente a 50 e 46 in terza e quarta posizione, mentre Cassidy occupa la quinta posizione con 41 punti.

La classifica costruttori, invece, vede Porsche allungare ancora di più grazie alla vittoria di Da Costa, arrivando a 126 punti contro gli 84 della Envision Racing, ora seconda forza del campionato. Avalanche Andretti ora occupa il terzo posto con 80 punti, seguita da McLaren a quota 66 e DS Penske a 61 punti.

Di seguito la classifica dell’ePrix di Città del Capo, che ha visto solamente 17 piloti al via dopo il forfait di Sam Bird per via dell’incidente avuto in qualifica e alla rinuncia a proseguire il weekend da parte di Mahindra e ABT-Cupra per motivi di sicurezza. La Formula E tornerà in azione esattamente tra un mese, con l’ePrix di San Paolo in programma il prossimo 25 marzo.

Formula E

Immagine: Twitter / TAG Heuer Porsche FE Team

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live