Formula E | Da Buenos Aires al titolo: la lunga rincorsa di Antonio Felix Da Costa

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Dopo aver vinto la sua prima gara in Formula E nel 2015, il portoghese ha faticato non poco prima di arrivare al top

Antonio Felix Da Costa è il campione in carica della Formula E, con il titolo conquistato al termine della Season 6 alla sua prima stagione con la DS Techeetah, in cui è stato protagonista dall’inizio alla fine celebrando il titolo nel gran finale di Berlino dove ha vinto due dei sei ePrix in programma.

Ma, per arrivare al top della Formula E, il pilota portoghese ha dovuto superare molte avversità, lottando con vetture non sempre competitive contro i top team prima del passaggio alla scuderia franco-cinese avvenuto nel 2019.

Eppure la sua avventura in Formula E era iniziata bene, riuscendo a vincere un ePrix nella prima storica stagione della serie Full Electric, dove Da Costa vi ha partecipato con la Amlin Aguri in concomitanza con i suoi impegni nel DTM.

Il suo primo successo arriva il 10 Gennaio 2015 all’ePrix di Buenos Aires. Sul circuito cittadino di Puerto Madero va in scena il quarto appuntamento della Season 1, che si rivelerà una gara pazza e ricca di colpi di scena. Da Costa parte in ottava posizione ed è autore di una gara solida trascorsa tra i primi, pronto ad approfittare di eventuali episodi davanti a lui che puntualmente arrivano; una Safety Car intervenuta proprio a metà gara, un Drive Through comminato a Sam Bird e a Nick Heidfeld e gli incidenti di Sebastien Buemi e Lucas Di Grassi gli spianano la strada per la vittoria dell’ePrix.

La vittoria nell’ePrix di Buenos Aires è la prima in Formula E per Da Costa e per la Amlin Aguri. Ma per il pilota portoghese sarà solamente uno spiraglio di luce tra molte nubi che sopraggiungeranno nel corso delle seguenti stagioni.

Nella stagione 2015/2016 Da Costa accusa molti problemi di affidabilità sulla sua Amilin Aguri che gli pregiudicano molti buoni risultati, tra cui il ripetersi della vittoria a Buenos Aires. Oltre ai problemi tecnici, Da Costa viene anche squalificato dopo le qualifiche dell’ePrix di Long Beach per un’irregolarità nella pressione delle gomme, venendo privato della sua prima pole position in Formula E. Termina la stagione in 13° posizione, mostrando però di essere un pilota competitivo.

Nella stagione 2016/2017 Da Costa passa alla Andretti, dove vivrà due stagioni difficili per via della poca competitività del team americano, che nella stagione 2018/2019 accoglie però BMW come costruttore ufficiale del team, rendendolo pronto ad essere protagonista. L’inizio della Season 5 fa ben sperare, con Da Costa che domina il primo appuntamento ad Ad-Diriyah con pole position e vittoria, tornando al successo in Formula E dopo quasi quattro anni dalla prima vittoria in terra argentina.

In una stagione molto equilibrata e incerta fino alla fine, Da Costa riesce a mettersi in luce affermandosi tra i migliori piloti del campionato, chiuso al sesto posto con 99 punti. La crescita e l’ottimo rendimento mostrato in questa stagione gli aprono le porte della DS Techeetah, bi-campione in carica con Jean-Eric Vergne e alla ricerca di un sostituto per il partente André Lotterer, accasatosi in Porsche.

Nonostante qualche screzio iniziale con Vergne, Da Costa ci mette poco ad affermarsi come prima guida del team e a mettersi in lizza per il titolo nella Season 6. Dopo due secondi posti a Santiago del Cile e Città del Messico, la vittoria di Marrakesh lo porta in testa al campionato con un ottimo margine prima dell’interruzione per via della pandemia. Alla ripresa a Berlino AFDC è incontenibile: vince le prime due gare sul layout “inverso”, chiude ai piedi del podio nella terza gara e con il secondo posto alle spalle di Vergne si laurea matematicamente campione con due ePrix di anticipo.

Nella Season 7 prossima al via, Da Costa e DS Techeetah si presentano ai nastri di partenza come la coppia da battere, con il pilota portoghese che non si fa problemi ad annunciare e rinnovare le sue ambizioni iridate. Giustamente Da Costa non vorrà lasciare facilmente il suo trono, raggiunto dopo tanta fatica, frustrazione e delusioni avute nel corso delle stagioni precedenti. Il tutto dopo una lunga rincorsa iniziata quel 10 Gennaio 2015 a Buenos Aires.

Immagini: Media Formula E e Twitter DS TECHEETAH

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Daniele Botticelli
Daniele Botticelli
Classe 1997, laureato in Scienze della comunicazione e con una passione smisurata per il motorsport, il basket e la musica. Cresciuto sotto il mito di Valentino Rossi, Michael Schumacher, Alessandro Del Piero e Kobe Bryant. Poteva andare peggio no? Sono sempre alla ricerca di nuove leve, per raccontare le loro gesta e farvele conoscere ancor prima del loro arrivo sui grandi palcoscenici, questo perché ho sempre ammirato il nuovo che avanza

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci