Formula E | Berlino: pole eccezionale per Buemi davanti a Vandoorne

FORMULA E
Berlino: pole eccezionale per Buemi davanti a Vandoorne

Disastro per Frijns e Lotterer in ultima fila, Vergne è nono di 25 Maggio 2019, 10:15

Grazie ad un fenomenale giro di Superpole, Sébastien Buemi si è guadagnato la partenza al palo nell'ePrix di Berlino di oggi pomeriggio. Lo svizzero della Nissan ha ritoccato ulteriormente il suo record di pole position arrivando a quota 13, la quarta per la Casa giapponese al suo debutto nel campionato elettrico. Con il tempo di 1:07.295, un secondo più veloce del precedente record di Felix Rosenqvist, Buemi ha staccato Stoffel Vandoorne di quattro decimi nel giro decisivo. A digiuno di vittorie da quasi due anni e con l'ultimo successo ottenuto proprio al Tempelhof, la striscia negativa dell'elvetico potrebbe finalmente chiudersi oggi.

Qualifica molto buona per il team tedesco, spinto dalle powertrain Venturi. Vandoorne è stato battuto solo da un eccezionale Buemi dopo aver segnato il miglior tempo nelle qualifiche a gruppi, ma anche Gary Paffett è riuscito finalmente a farsi valere col quarto tempo. Il britannico è stato preceduto anche dall'Audi di Lucas di Grassi, che ha perso la possibilità di partire dalla prima fila con un piccolo errore alla prima curva in Superpole. Per il brasiliano è comunque la seconda miglior qualifica della stagione, dopo il secondo posto di Città del Messico.

A completare il sestetto della Superpole sono stati Alexander Lynn e Alexander Sims, rispettivamente su Jaguar e BMW. Per il sostituto di Nelsinho Piquet è arrivata la prima top 6 dal suo rientro in Formula E, dopo averla solo sfiorata a Montecarlo, mentre Sims è riuscito a ritrovare un posto in Superpole per la prima volta da Sanya, accusando però sette decimi dal tempo di Buemi. Inoltre il pilota del team Andretti dovrà scontare cinque posizioni di penalità per avere causato un incidente con di Grassi a Montecarlo, pertanto partirà 11°.

Daniel Abt è stato il primo escluso dalla sessione finale, col settimo tempo. Sul vincitore dell'anno scorso pende però un'investigazione riguardante una possibile violazione del regime di parco chiuso, che nel caso retrocederebbe l'Audi #11 in fondo alla griglia. António Félix da Costa e Jean-Éric Vergne, due dei principali pretendenti al titolo, hanno firmato l'ottavo e il nono tempo davanti alle Mahindra di Jérôme d'Ambrosio e Pascal Wehrlein e alla seconda Nissan, solo 12esima con Oliver Rowland.

Un'altra qualifica deludente per Sam Bird, solo 13°, ma in casa Virgin è andata ben peggio a Robin Frijns, che ha commesso un errore nel suo giro di qualifica segnando addirittura il 21° e penultimo tempo, a cui si aggiungerà la penalità da scontare per l'incidente di Montecarlo con Sims. Restando in tema di zone alte della classifica, dall'ultima posizione oggi partirà André Lotterer, che a causa di un errore di valutazione del team Techeetah ha preso la bandiera a scacchi prima di effettuare il suo giro lanciato. Si preannuncia un ePrix casalingo molto difficile per Lotterer, che tuttavia avrà occasione di rimontare su una pista che offre molte possibilità di sorpasso.

16° posto per Edoardo Mortara, al volante di una Venturi ufficiale che ha rimediato una discreta batosta dalle "clienti" HWA; Felipe Massa non è andato oltre un 19° posto, dopo il podio di Montecarlo. Davanti al brasiliano partirà un altro deluso di queste qualifiche, Mitch Evans.

L'ePrix di Berlino prenderà il via alle ore 13:00.

Classifica:

Immagine copertina: Formula E



Condividi