Formula E | Berlino ePrix 2022, qualifiche: prima pole position per Edoardo Mortara

L’italo-svizzero conquista la prima pole position in carriera in Formula E sconfiggendo in finale un sorprendente Sims. Da Costa 3° davanti a Vergne, beffato dal regolamento in semifinale. Male De Vries e Frijns.

Edoardo Mortara ha conquistato la prima pole position della sua carriera in Formula E nelle qualifiche del primo ePrix di Berlino, molto tirate e piene di sorprese e momenti controversi. Il pilota italo-svizzero della Venturi ha ottenuto il miglior tempo nella finalissima in 1:06.093, grazie ad un’ottima seconda metà del giro che gli ha poi consentito di vincere il duello.

Oltre ai tre punti previsti, questa pole position consegna a Mortara un’ottima occasione per riscattarsi e tornare anche in gioco per il campionato (dove ora si porta a -29 dalla vetta) dopo i due ritiri subiti nelle ultime due gare a Roma e Monaco.

In finale Mortara ha avuto la meglio su un sorprendente Alexander Sims, alla sua miglior qualifica che lo vedrà scattare dalla seconda posizione anche grazie all’aiuto della buona sorte. Partito dal Gruppo B, l’inglese è stato ripescato al termine della prima fase dopo che Sébastien Buemi si è visto cancellare il proprio miglior tempo, che gli avrebbe permesso di occupare il quarto e ultimo posto utile per accedere ai quarti di finale, per colpa di un’infrazione del tempo minimo da rispettare nella fase a gruppi durante il cambio gomme.

Sims ha così ereditato la quarta posizione del Gruppo B e ai quarti di finale è riuscito sorprendentemente ad avere la meglio su Pascal Wehrlein, autore del miglior tempo nel Gruppo A. In semifinale Sims se l’è vista con Jean-Éric Vergne, con i due che al traguardo hanno realizzato lo stesso identico tempo in 1:06.050!

In questi casi, il regolamento attuale prevede che a passare il turno sia il pilota che per primo ha realizzato tale giro, ovvero chi tra i due ha girato più lentamente nella fase precedente delle qualifiche. In questo caso, Sims è sceso in pista per primo in quanto più lento di 46 millesimi rispetto a Vergne nei quarti di finale, dove il francese ha battuto Stoffel Vandoorne con il tempo di 1:05.893, realizzando addirittura la miglior prestazione dell’intera qualifica, e furioso per esser stato eliminato in questo modo scagliandosi contro questa normativa che secondo lui (e non solo) andrebbe rivista. Vergne scatterà dalla quarta posizione nell’ePrix odierno, alle spalle di Antonio Félix Da Costa per una seconda fila interamente a tinte DS Techeetah, con il portoghese che ha avuto la peggio nell’altra semifinale contro Mortara per soli 85 millesimi.

https://twitter.com/FIAFormulaE/status/1525411381096357888?s=20&t=dy7_rTMKECH5s_Iuhx18Bg

Tra i piloti usciti ai quarti di finale André Lotterer ha ottenuto il miglior tempo, rimanendo escluso dalla sfida contro Mortara per soli 8 millesimi. Lotterer scatterà davanti al già citato Wehrlein, che completa una terza fila tutta Porsche nel loro ePrix di casa con il sesto posto sulla griglia di partenza. Un’altra sorpresa di queste qualifiche è rappresentata da Sergio Sette Camara, anche lui alla sua prima volta nella fase ad eliminazione diretta grazie ad un’ottima strategia attuata durante il Gruppo A che gli ha consentito di evitare il traffico in pista. Il pilota brasiliano scatterà dalla settima posizione davanti al leader del Mondiale Stoffel Vandoorne, ottavo per soli 3 millesimi rispetto al tempo rispetto all’alfiere della Dragon.

Mitch Evans è stato il primo degli esclusi dai duelli, dovendosi così accontentare della nona posizione sulla griglia di partenza proprio davanti a Buemi, la cui cancellazione del proprio miglior giro gli ha impedito di accedere per la prima volta nella fase ad eliminazione diretta. In precedenza, il pilota svizzero è stato graziato dai commissari dopo un’investigazione nei suoi confronti per aver ostacolato Robin Frijns nella prima parte del Gruppo B. Anche altri big non sono riusciti ad andare oltre alla fase a gruppi iniziale, con Jake Dennis che scatterà dalla 11° posizione davanti a Nyck De Vries e Lucas Di Grassi, con Sam Bird relegato in 15° posizione alle spalle del suo connazionale Oliver Turvey.

Antonio Giovinazzi ha disputato la propria miglior qualifica in Formula E, risultando il migliore tra i debuttanti che lo vedrà scattare dalla 18° posizione davanti ai due piloti della Envision Racing Nick Cassidy e Robin Frijns, chiamato ad una gran rimonta in gara dalla 20° casella sulla griglia di partenza, dopo aver rischiato anche di terminare a muro nel suo ultimo tentativo lanciato. Il primo ePrix di Berlino scatterà oggi alle h.15, trasmesso live su Italia 1 e Sky Sports Action.

Classifica qualifiche ePrix di Berlino:

Formula E

Immagini: Twitter / ABB FIA Formula E World Championship

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS