Formula E | Berlino ePrix 2021, Gara 2, Vandoorne: “Mi è mancato ritmo dopo l’inizio”

Seguono le dichiarazioni di Stoffel Vandoorne, terzo classificato nel secondo ePrix di Berlino 2021

Stoffel Vandoorne ha concluso la Season 7 di Formula E agguantando il terzo posto nel secondo ePrix di Berlino, conquistando il terzo podio stagionale e contribuendo alla vittoria del titolo costruttori da parte della Mercedes.

Partito dalla pole position, Vandoorne mantiene il comando al via con un ottimo scatto, prima che la gara venisse sospesa per via dell’incidente tra Mitch Evans ed Edoardo Mortara.

Alla ripartenza Vandoorne rimane al comando prima di venire superato da Norman Nato a 30 minuti dal termine, con il francese che passa in testa alla gara. Dopo il sorpasso subito da Nato il belga va lungo in curva 2, aprendo la porta ad Alexander Sims che lo supera senza troppa difficoltà per la seconda posizione.

Vandoorne corre ai ripari e a 27 minuti dal termine va ad attivare il suo primo Attack Mode retrocedendo così in quinta posizione proprio davanti al suo compagno di squadra Nyck De Vries, in quel momento virtualmente Campione del Mondo.

A 20 minuti dal termine Vandoorne si ritrova in terza posizione, venendo poi agilmente sopravanzato da Oliver Rowland in curva 1, con l’inglese in possesso della potenza extra data dall’Attack Mode. Successivamente Vandoorne perde la posizione anche a vantaggio di André Lotterer e di De Vries, scivolando così in sesta posizione al momento dell’ingresso in pista della Safety Car per via dell’incidente tra Lucas Di Grassi e Antonio Félix Da Costa che ha costretto il portoghese al ritiro.

Dopo la ripartenza, Vandoorne si inserisce nella bagarre per il terzo posto tra Sims, De Vries e Lotterer, ritrovandosi affiancato con questi due in uscita dalla curva 2, con Lotterer in mezzo alle due Mercedes: Vandoorne ha la traiettoria interna arrivando alla curva 3 a sinistra e anche grazie all’utilizzo del FanBoost riesce ad avere la meglio sui due per agguantare la quarta posizione, prima di attivare per la seconda volta l’Attack Mode.

Grazie alla potenza extra Vandoorne riesce ad agguantare e superare Alexander Sims per la terza posizione a sette minuti dal termine, mantenendo poi la posizione fino al traguardo. Con questo risultato Vandoorne chiude la stagione al nono posto con 82 punti, con la vittoria a Roma come punto più alto della sua Season 7.

Queste le sue parole al termine della gara: “È stata una gara ricca di eventi. Mi è mancato un po’ di ritmo dopo l’inizio e non eravamo veloci come dovevamo essere prima che tutti passassero in Attack Mode. Ecco perché mi sono trovato in una situazione difficile dopo l’uscita della Safety Car. Ho avuto una dura battaglia contro alcuni avversari, e sono sollevato di essere riuscito comunque a salire sul podio. Tutto sommato, è una giornata fantastica per la squadra: congratulazioni a Nyck per aver vinto il Campionato del Mondo piloti e, naturalmente, a tutta la squadra sulla vittoria del titolo a squadre. È stata una grande stagione con alti e bassi per noi, ma è meraviglioso finire con una nota così positiva. È quello che tutti nella squadra meritano per l’impegno che hanno messo”.

Fonte: mercedes-benz.com

Immagini: Twitter / Mercedes-EQ Formula E Team

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM