Formula E | Berlino: da Costa è inarrestabile, sua anche gara #2

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

Il portoghese prende il largo in classifica, Buemi e di Grassi tornano sul podio


Tre vittorie e cinque podi consecutivi. La marcia di António Félix da Costa nella stagione 2019-2020 della Formula E sta diventando inesorabile e anche gara #2 al Tempelhof Airport di Berlino ha seguito il copione delle ultime due uscite. In testa dall’inizio alla fine, il portoghese del team Techeetah-DS ha incassato un’altra vittoria ampliando ancora con forza la sua leadership in classifica generale.

Il principale pericolo per il #13 è arrivato oggi da Sébastien Buemi, autore della solita gara aggressiva ma in grado di rivolgere un attacco al leader solo quando quest’ultimo ha attivato la prima attack mode (peraltro seguendo una traiettoria a dir poco strana). La Nissan #23 è tornata sul podio con un secondo posto di grande spessore e la stagione dello svizzero continua a risollevarsi con un buon ritmo.

Ha ritrovato la top 3 anche Lucas di Grassi, che si è distinto specialmente per il duello vinto con Robin Frijns. Prima il brasiliano è riuscito a contenere l’attack mode dell’olandese, poi ha perso la posizione andando ad attivare a sua volta il boost di potenza che gli ha permesso infine di riconquistare definitivamente la terza piazza. Il campione della season 3 era salito sul podio solo in Arabia Saudita, curiosamente nella sola altra occasione in cui era riuscito a qualificarsi in top 10 prima di oggi.

Frijns ha contenuto l’assalto finale di Stoffel Vandoorne (che ha potuto utilizzare anche il FanBoost, con scarso successo) e Sam Bird per concludere al quarto posto. Anche per la Virgin-Audi #4 si è concluso un lungo digiuno, quello dalla zona punti che durava ormai dalla seconda manche saudita. Degna di nota anche la gara del belga della Mercedes, quinto dopo essere partito 13°; sua è anche l’azione più bella della corsa, con il doppio sorpasso ai danni di Oliver Rowland e dello stesso Bird nel corso del 21° giro.

Rowland ha portato la seconda Nissan al settimo posto, mentre Edoardo Mortara ha concluso ottavo con la Venturi-Mercedes dopo avere battagliato a lungo con Jean-Éric Vergne. Un’altra gara di rimessa per il bicampione in carica, solo decimo e ora chiamato definitivamente al ruolo di scudiero del suo compagno di squadra da Costa.

Davanti a Vergne si è piazzato il suo ex coéquipier, André Lotterer, con una Porsche decisamente più in ombra rispetto a ieri. Gara a ritroso per Alexander Lynn, che dopo l’eccezionale terzo posto delle qualifiche ha perso posizioni sin dalle prime battute, concludendo 11°. Il britannico ha comunque preceduto Jérôme d’Ambrosio, che non ha ripetuto la grande prestazione di ieri terminando 15°.

Per usare un gioco di parole, la gara di Mitch Evans è stata alquanto evanescente. Il neozelandese della Jaguar non è stato praticamente mai inquadrato, essendo sempre rimasto nella pancia del gruppo, e la classifica finale lo vede appena 12°. Per tutto il team gestito da James Barclay urgerà un’immediata rivincita sabato e domenica, quando il senso di marcia della pista di Berlino tornerà ad essere antiorario.

Sfortunato Nyck de Vries, in lotta per un piazzamento da podio fino ad una panne meccanica che lo ha tradito al 16° giro. Doppio zero in casa Andretti-BMW, con Alexander Sims che ha dovuto scontare il resto della penalità inflittagli per la sostituzione del pacco batterie concludendo 20° e Maximilian Günther ritirato dopo una sosta ai box per sostituire l’ala anteriore danneggiata.

Nella nuova classifica generale, da Costa comanda con 125 punti contro i 57 dell’accoppiata di Grassi-Vandoorne. Con un margine di 68 lunghezze, il portoghese potrà iniziare a gestire le ultime quattro gare con la sicurezza di avere incamerato un bottino importante in queste prime due giornate berlinesi. Tra le squadre, Techeetah continua a beneficiare del grande periodo di forma del suo pilota di punta e ora ha 157 punti a fronte dei 92 di Andretti-BMW, oggi ferma al palo, e degli 88 di Nissan e Mercedes.

Dopo una giornata di pausa sabato si riparte, con la prima delle due gare sul circuito tradizionale. Invariati gli orari di qualifiche e gara.

Classifica di gara:

Campionato piloti:

Campionato squadre:

Immagine copertina: Formula E

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

Formula E | Berlino: da Costa è inarrestabile, sua anche gara #2 5
Federico Benedusi
From Ostiglia, provincia di Mantova. Aspirante giornalista e appassionato di sport sin da bambino. Tante, forse troppe le categorie di motorsport che seguo, ma il mio sempre crescente desiderio di conoscere mi impone questo...

ALTRI DALL'AUTORE