Formula E | Approvate le modifiche al regolamento sportivo per la Season 9: via il FanBoost, arriva l’Attack Charge

di Daniele Botticelli @DBDeiman
18 Novembre 2022 - 16:15

La Formula E ha approvato delle modifiche al regolamento sportivo per la prossima stagione

La Season 9 della Formula E si avvicina sempre di più e in vista della stagione d’esordio delle nuove monoposto Gen3, la serie ha ufficializzato oggi alcune modifiche al regolamento sportivo, una serie di migliorie che la Formula E e la FIA hanno approvato all’unisono in occasione dell’ultimo FIA World Motorsport Council.

Tra le novità c’è il ritorno della distanza di gara sotto forma di giri, sostituendo la classica durata di 45 minuti più un giro vista durante l’intera era Gen2. In caso di neutralizzazioni con Safety Car o Full Course Yellow, alla distanza di gara verranno poi aggiunti dei giri che andranno a compensare il periodo di gara che non viene trascorso sotto bandiera verde, soluzione che va a riprendere quanto visto l’anno scorso con i “minuti di recupero” aggiunti al termine della gara in caso si verificassero situazioni di questo tipo.

Una delle novità più attese e bramate sarà l’ingresso dell’Attack Charge, il nuovo sistema di ricarica rapida consentito dalle nuove monoposto in modo da poter avere un boost di energia extra durante la gara.

Il lavoro di FIA e Formula E su questa tecnologia ha prodotto una batteria capace di ricevere una ricarica di 4kWh di energia in 30 secondi, fornendo così un boost di 600 kW. Da qui arriva l’ingresso dell’Attack Charge solamente in alcune gare della Season 9, con i piloti che saranno chiamati ad effettuare una sosta di 30 secondi durante un momento specifico della gara per ricevere questo boost, arrivando poi a sbloccare due periodi di Attack Mode da usare in seguito, con l’Attack Mode che da questa stagione arriverà a sprigionare fino a 350 kW.

L’Attack Mode “classico” rimarrà nelle gare in cui non è previsto l’Attack Charge, mentre nella Season 9 sarà abolito il FanBoost, elemento presente sin dalla Season 1 che consentiva ai fan di regalare un boost di potenza ai piloti più votati in questo sondaggio popolare, e che nel corso degli anni ha fatto parecchio discutere, venendo criticato anche dai piloti stessi.

L’ultima novità che vedremo nella Season 9 sarà l’impiego obbligatorio di piloti che non hanno mai guidato in Formula E per almeno due FP1 lungo tutta la stagione da parte di tutti i team, riprendendo la soluzione vista quest’anno anche in Formula 1. Questo consentirà a molti piloti di affacciarsi ad una realtà per loro nuova qual è la Formula E, contribuendo anche alla crescita delle rispettive squadre per le quali saranno impegnati.

Formula E
La Gen3 99X Electric della Porsche, la prima vettura presentata ufficialmente in vista della Season 9.

Jamie Reigle, CEO, Formula E, ha dichiarato: “L’aggiornamento dei nostri regolamenti sportivi è la prova della continua evoluzione e dell’impatto positivo dell’ABB FIA Formula E Championship per piloti, team, partner e fan nel mondo dei veicoli elettrici di consumo. La combinazione di miglioramenti sportivi, un cambiamento radicale nelle prestazioni dell’auto, la tecnologia della batteria all’avanguardia e l’innovazione dell’Attack Charge renderanno le nostre corse più competitive e divertenti, mostrando il futuro dello sviluppo dei veicoli elettrici. Questo è al centro di ciò che la Formula E si è prefissata di raggiungere e non vediamo l’ora di vedere la nuova generazione prendere vita nella Season 9”.

Alberto Longo, co-fondatore e Chief Championship Officer, Formula E, ha dichiarato: “Stiamo creando le condizioni perfette affinché i migliori piloti e i migliori team possano avere successo e vincere. Il passaggio ai giri consente ai team un maggior grado di pianificazione della strategia di gara. L’introduzione dell’ Attack Charge nelle gare durante la stagione aggiungerà una dimensione completamente nuova alla strategia di gara per i team e all’interesse per i fan. Ci stiamo anche preparando per il futuro con l’opportunità per consentire ai nuovi piloti di prendere posto nel campionato e dimostrare cosa possono fare”.

Pablo Martino, Head of Formula E Sporting Matters, FIA, ha dichiarato: “Sfruttando il successo della Season 8, abbiamo ora apportato ulteriori lievi modifiche al formato delle gare mentre ci sforziamo di portare l’ABB FIA Formula E World Championship ad un livello sempre più ampio, incoraggiando i team a provare nuovi talenti. Con l’avvento dell’attesissima monoposto Gen3, una griglia di 22 piloti con marchi automobilistici iconici e alcuni dei migliori piloti di questo sport, sono fiducioso che la nuova era della Formula E sarà brillante”.

Immagini: Media Formula E & Porsche Newsroom