Formula E | Anteprima double header Portland ePrix 2024

Formula E | Anteprima double header Portland ePrix 2024

AnteprimeFormula E
Tempo di lettura: 7 minuti
di Daniele Botticelli @DBDeiman
27 Giugno 2024 - 10:00
Home  »  AnteprimeFormula ETop

La Formula E torna negli Stati Uniti per il doppio appuntamento di Portland, valido per il penultimo weekend della Season 10. Cassidy punta all’allungo decisivo per il titolo.

Dopo oltre un mese di pausa la Formula E è pronta a tornare in azione per il double header dell’ePrix di Portland, con il tracciato dell’Oregon pronto ad accogliere il campionato Full Electric per il secondo anno consecutivo, raddoppiando la propria presenza con un doppio appuntamento rispetto al round singolo visto lo scorso anno.

La gara del 2023 fu una delle più caotiche nella storia della Formula E, nonché il perfetto esempio di come si sviluppano le gare dell’era Gen3 in cui per gran parte della gara il risparmio dell’energia conta molto più della prestazione effettiva, mostrando un ritmo veramente blando nelle fasi iniziali di gara, in particolar modo sui tracciati dalla carreggiata larga come nel caso di Portland: la vittoria della scorsa edizione dell’ePrix è andata a Nick Cassidy dopo esser partito addirittura dalla 10° posizione sulla griglia di partenza, in una gara che ha visto infiniti cambi di leadership, scambi di posizione, contatti ed anche qualche incidente di troppo. L’allora pilota della Envision Racing è riuscito ad avere la meglio su Jake Dennis, secondo dopo esser partito dalla pole position, ed Antonio Félix Da Costa, a completare il podio al terzo posto.

Proprio come lo scorso anno, il weekend di Portland arriva nella parte conclusiva della stagione, con questo doppio appuntamento destinato a segnare profondamente l’esito della Season 10. Il già citato Nick Cassidy sbarca negli Stati Uniti da leader del campionato con 167 punti, forte di un ottimo weekend a Shanghai in cui ha ottenuto l’ottavo podio della propria stagione in occasione della prima gara, vinta dal proprio compagno di squadra in Jaguar Mitch Evans.

Cassidy comanda il Mondiale con 25 punti di vantaggio su Pascal Wehrlein, beffato all’ultimo giro da Evans nella prima gara in Cina ma solamente 20° nella gara della domenica dopo che un contatto che gli ha danneggiato l’ala anteriore, rimanendo fermo a quota 142 punti in classifica. Anche lo stesso Evans è da considerare in lotta per il titolo, portatosi al terzo posto nel Mondiale piloti con 131 punti davanti ad Oliver Rowland, ora quarto ad una sola lunghezza di distacco da Evans.

La seconda gara di Shanghai è stata vinta dall’altra Porsche ufficiale di Antonio Félix Da Costa, alla seconda vittoria stagionale dopo quella ottenuta a Berlino. Il pilota portoghese non vedrà, invece, riconsegnata la vittoria nel primo ePrix di Misano dopo che è stato respinto l’appello Porsche presentato dopo la squalifica inflittagli dopo la gara. Questa decisione ha un notevole impatto nella classifica a squadre, con il Team TAG Heuer Porsche che rimane a quota 226 punti ed a -73 da Jaguar Racing in vetta al campionato. Allo stesso tempo, però, Porsche rimane in vetta nel campionato costruttori forte di 337 punti contro i 328 di Jaguar, in una lotta ormai riservata a questi due marchi.

Nonostante manchino quattro gare al termine della Season 10, la Formula E inizia già a guardare al futuro prossimo. Nelle scorse settimane, infatti, diversi team hanno svolto i primi Shakedown con le nuove vetture Gen3 EVO che debutteranno la prossima stagione, iniziando a raccogliere dati importanti da poter sfruttare e studiare per prepararsi al meglio in vista della prossima stagione. Tra i team che sono scesi in pista figurano anche DS Penske, con l’attuale coppia piloti formata da Stoffel Vandoorne e Jean-Éric Vergne, ma soprattutto la futura new entry Lola – Yamaha, che ha confermato il proprio impegno a lungo termine anche nella prossima era Gen4, alle cui prove era presente anche una leggenda del motorsport britannico come Johnny Herbert come spettatore interessato.

Ma soprattutto, durante questa lunga pausa è stato pubblicato il calendario della prossima Season 11, con tante novità rispetto all’annata corrente: spicca l’assenza di gare in Italia, il ritorno di Miami come tappa statunitense proprio al posto di Portland e della tappa di Jakarta, con il ritorno dello svolgimento del campionato a cavallo tra due anni, visto che la prossima stagione scatterà il 7 dicembre a San Paolo ed a cui farà seguito l’ePrix di Città del Messico a gennaio.

In particolar modo, però, questo calendario presenterà un’altra concomitanza con il campionato WEC, a cui gran parte dei piloti presenti in Formula E partecipa: nel 2025 i due calendari si sovrapporranno nel weekend del 12-13 luglio, data in cui la Formula E disputerà il double header di Berlino mentre il WEC disputerà la 6h di San Paolo, creando una situazione ancor più complicata dal punto di vista geografico rispetto a quanto vissuto quest’anno, quando il doppio appuntamento di Berlino della Formula E è coinciso con la 6h di Spa-Francorchamps del WEC, vanificando sul nascere la possibilità di poter anche pensare a saltare una sola delle due gare in terra tedesca per coloro che saranno obbligati a rispettare i propri impegni nel WEC, come già proposto quest’anno.

Questa situazione di concomitanza interna creata dalla FIA influenzerà non poco il prossimo mercato piloti della Formula E, con molti team che già quest’anno si sono detti seccati della situazione perché costretti a rinunciare ad alcuni dei propri piloti titolari nel doppio appuntamento di Berlino, preferendo per la Season 11 puntare su piloti che possano disputare l’intero campionato senza dover saltare nessuna gara, con diversi rumors che sono già iniziati a girare nel corso degli ultimi giorni su eventuali cambi di team…

IL CIRCUITO

Il Portland International Raceway è lungo 3,190 km, composto da 12 curve (8 a destra, 4 a sinistra) e percorso in senso orario. Dopo una chicane destra-sinistra composta dalle prime due curve, il tracciato presenta diversi tratti veloci e curve ad ampio raggio nella seconda parte, caratteristiche che possono esaltare i piloti a bordo delle nuove vetture Gen3. La zona dell’Attack Mode è posta all’esterno della curva 7, una lenta curva a destra che introduce poi ad un lungo rettilineo preceduto dalle veloci curve 8-9.

Il sito web ufficiale della Formula E descrive così il circuito di Portland: “Il circuito permanente è una tappa familiare per i campionati di motorsport americani come Indycar, e storicamente il layout ha fornito alcune battaglie ravvicinate. Nel 1997, la principale serie americana di monoposto vide l’arrivo a tre più ravvicinato su un autodromo quando Mark Blundell batté Gil de Ferran e Raul Boesel di mezzo decimo. È stato simile al debutto dellla Formula della scorsa stagione, con duelli frenetici fino alla bandiera a scacchi con un numero record di sorpassi su questo circuito scorrevole.”

La Season 10 della Formula E in Italia è visibile su Mediaset ed Eurosport. Entrambe le emittenti trasmetteranno la gara sui propri canali, rispettivamente Eurosport 2 e Canale 20, quest’ultima scelta da Mediaset che, come di consueto, garantisce anche la trasmissione delle altre sessioni sul proprio sito web sportmediaset.it. Oltre alla gara, Eurosport trasmetterà anche le prove libere e le qualifiche sul proprio portale Discovery +. Le due sessioni di prove libere, come sempre, saranno visibili anche sul canale YouTube ufficiale della Formula E.

2024 Portland ePrix – Portland International Raceway
Round 13-14/16
29-30 giugno 2024

INFO CIRCUITO

RECORD

Giro gara: 1:11.216 – Mitch Evans, Jaguar Racing, 2023
Giro prova: 1:08.931 – Jake Dennis, Andretti Formula E, 2023
Vittorie pilota: 1- Nick Cassidy
Vittorie team: 1 – Envision Racing
Pole pilota: 1 – Jake Dennis
Pole team: 1 – Andretti Formula E
Podi pilota: 1 – Nick Cassidy, Jake Dennis, Antonio Félix Da Costa
Podi team: 1 – Envision Racing, Andretti Formula E, Porsche

PROGRAMMA

Sabato 29 giugno

Domenica 30 giugno

Immagini: FIA Formula E

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live