Formula E | Adam Carroll pilota di riserva NIO per il 2021

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il pilota britannico fa il suo ritorno nel paddock della Formula E dopo quattro anni

La NIO 333 ha ingaggiato Adam Carroll come pilota di riserva per la stagione 2021 di Formula E, prossima a partire a fine mese da Riyadh con un double header.

Adam Carroll non è nuovo al mondo della Formula E, visto che nel 2016/2017 disputò l’intera Season 3 con la Jaguar al fianco di Mitch Evans nella stagione d’esordio nel campionato da parte del team inglese: Carroll terminò l’annata al 21° posto con soli 5 punti, ottenuti a Città del Messico e New York.

Il 38 enne pilota nord-irlandese ha commentato così questa sua nuova avventura, che affiancherà il suo impegno nella GT Cup Series (GTH) con una McLaren 570S GT4s del team Greystone GT Team: “Sono molto felice di entrare a far parte del team NIO 333 FE come pilota di riserva. La Formula E è un campionato affascinante in cui lavorare; è di altissimo livello ed è tecnicamente complesso. È stato interessante vedere come si sono sviluppate le macchine e i sistemi da quando ho corso nel 2017 e il team NIO 333 sta spingendo molto duramente per la prossima stagione. Attendo con ansia la sfida che mi aspetta”.

Alle sue parole si aggiungono quelle del Team Principal Christian Silk: “Adam non è solo un pilota di grande talento, ma è anche un buon amico in squadra. Il ruolo di Reserve Driver è ovviamente molto importante per noi e sono molto grato che abbiamo un paio di mani così sicure in questa posizione chiave. Sono sicuro di parlare a nome dell’intero team quando dico che non vediamo l’ora di lavorare di nuovo con Adam“.

Immagine: Twitter / NIO 333 Formula E Team

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Daniele Botticelli
Daniele Botticelli
Classe 1997, laureato in Scienze della comunicazione e con una passione smisurata per il motorsport, il basket e la musica. Cresciuto sotto il mito di Valentino Rossi, Michael Schumacher, Alessandro Del Piero e Kobe Bryant. Poteva andare peggio no? Sono sempre alla ricerca di nuove leve, per raccontare le loro gesta e farvele conoscere ancor prima del loro arrivo sui grandi palcoscenici, questo perché ho sempre ammirato il nuovo che avanza

ALTRI DALL'AUTORE