F4 UAE | Abu Dhabi: Trulli e van’t Hoff si dividono le vittorie

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il secondo round della F4 UAE vede il pilota italiano vincere Gara 1, mentre l’olandese si aggiudica Gara 2

La F4 UAE è tornata in azione per il secondo round della propria stagione ad Abu Dhabi, sul circuito di Yas Marina.

Nelle due gare andate in scena oggi, Enzo Trulli è tornato al successo aggiudicandosi Gara 1, mentre il leader del campionato Dilano van’t Hoff si è riscattato nel pomeriggio vincendo Gara 2 proprio ai danni del pescarese. Ecco il racconto di quanto avvenuto in pista nelle due gare odierne.

GARA 1

Dilano van’t Hoff parte dalla pole position con Enzo Trulli al suo fianco in prima fila. Al via Trulli parte meglio dell’olandese e passa al comando già alla prima curva, mentre nelle retrovie Saud Al Saud è troppo ottimista nella frenata di curva 1 e tampona Jonas Ried, con il pilota tedesco che finisce in testacoda e finisce contro Enzo Scionti, che occupava la traiettoria esterna della curva ed è totalmente incolpevole nella dinamica dell’incidente.

Tutti e tre i piloti sono costretti al ritiro con la Safety Car chiamata in causa. Dopo tre giri la gara riparte con Trulli in testa davanti a van’t Hoff e Pepe Martì, capace di agguantare la terza posizione alla partenza.

Trulli e van’t Hoff mostrano subito di avere un altro passo rispetto al resto del gruppo; in due giri Trulli crea un gap di due secondi su van’t Hoff e quasi quattro secondi su Martì, che a sua volta inizia a guardarsi le spalle da Jamie Day, minaccioso nei suoi confronti per l’ultimo posto sul podio.

Al sesto giro Kirill Smal supera Matias Zagazeta per la sesta posizione, mentre davanti van’t Hoff è autore di due giri più veloci consecutivi che gli consentono di recuperare ben otto decimi a Trulli in due tornate. Trulli resiste al ritorno di van’t Hoff fino alla bandiera a scacchi che gli consente di aggiudicarsi la Gara 1 ad Abu Dhabi, per la sua seconda vittoria in questa F4 UAE. Per van’t Hoff il secondo posto è un ottimo risultato che gli consente di rafforzare la sua leadership in campionato, anche grazie alla conquista del punto aggiuntivo per l’autore del giro più veloce.

Completa il podio Pepe Martì, terzo al traguardo e capace di resistere alla pressione di Day nella seconda parte di gara: per lo spagnolo è il primo podio in carriera in monoposto e il primo arrivo a punti nella F4 UAE dopo un primo round di Dubai completamente da dimenticare.

Quarto posto per Day davanti a Smal, capace sul finale di conquistare la quinta posizione ai danni di Hamda Al Qubaisi, prima di subire una penalità di dieci secondi per guida pericolosa (stando a quanto recita la decisione dei commissari).

Smal retrocede così dal quinto al nono posto, con Al Qubaisi ad ereditare la quinta piazza davanti a Tasanapol Inthraphuvasak, Zagazeta e Nikita Bedrin, che subito dopo la ripartenza ha perso tre posizioni ritrovandosi in fondo al gruppo, probabilmente coinvolto nell’episodio che è costata la penalità a Smal. Chiude il gruppo Oleksandr Partyshev, rientrato ai box al settimo e penultimo giro di gara.

GARA 2

Dilano van’t Hoff scatta nuovamente dalla pole position e stavolta riesce a mantenere la prima posizione grazie ad una buona partenza, mentre alle sue spalle Jamie Day è autore di un pessimo primo giro che lo vede sprofondare dal secondo al sesto posto.

Alle spalle di van’t Hoff si palesa Enzo Trulli, partito terzo e subito capace di portarsi alle calcagna del pilota olandese. Per Day, invece, Gara 2 è da dimenticare dopo essersi reso protagonista di un contatto in curva 19 al secondo giro, che lo costringerà a rientrare ai box due giri dopo per ritirarsi dalla gara.

Davanti van’t Hoff e Trulli fanno completamente un altro mestiere rispetto al resto del gruppo: dopo tre giri i due hanno oltre 4.6 secondi di vantaggio su Smal, in bagarre con Martì e Al Qubaisi per il terzo posto.

Nonostante la pressione posta da Trulli per tutta la gara, van’t Hoff non sbaglia nulla e al termine del decimo giro va a vincere Gara 2, conquistando la sua terza vittoria stagionale. Trulli chiude al secondo posto dopo un’ottima gara, condita dal punto extra per aver ottenuto il giro più veloce della gara, rilanciandosi prepotentemente in campionato.

Se davanti i primi due hanno fatto il vuoto, alle loro spalle la bagarre per il terzo posto è stata molto avvincente, con Hamda Al Qubaisi a prevalere e a concludere sul gradino più basso del podio davanti a Pepe Martì e Kirill Smal, quinto dopo aver occupato la terza posizione a inizio gara.

Più staccato Nikita Bedrin, sesto dopo aver passato Tasanapol Inthrapuvasak in occasione del quinto giro, con il thailandese che ha poi chiuso la gara in settima posizione. Jonas Ried chiude ottavo dopo esser stato coinvolto nell’incidente alla prima curva in Gara 1, con Partyshev e Zagazeta a completare la zona punti.

Dopo queste due gare la classifica del campionato di Formula 4 UAE vede van’t Hoff saldamente al comando con 127 punti seguito da Trulli, che sale in seconda posizione a quota 100. Molto più staccati tutti gli altri, con Smal terzo a quota 79 davanti ad Al Qubaisi, quarta con 74 punti.

Il secondo round della F4 UAE si concluderà domani, con Gara 3 in programma alle h.7 e Gara 4 che scatterà alle h.15:30, entrambi orari italiani.

Immagini: Facebook / Formula 4 UAE e f4uae.com

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

Avatar of Daniele Botticelli
Daniele Botticelli
Classe 1997, laureato in Scienze della comunicazione e con una passione smisurata per il motorsport, il basket e la musica. Cresciuto sotto il mito di Valentino Rossi, Michael Schumacher, Alessandro Del Piero e Kobe Bryant. Poteva andare peggio no? Sono sempre alla ricerca di nuove leve, per raccontare le loro gesta e farvele conoscere ancor prima del loro arrivo sui grandi palcoscenici, questo perché ho sempre ammirato il nuovo che avanza

ALTRI DALL'AUTORE