F4 UAE | Abu Dhabi: Enzo Trulli emerge dal caos e vince Gara 1

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il pilota italiano ottiene la quarta vittoria nella F4 UAE che lo avvicina in campionato a van’t Hoff, tamponato da Al Qubaisi e giù dal podio per 84 millesimi

Enzo Trulli inizia il quarto round della F4 UAE ad Abu Dhabi nel miglior modo possibile con la vittoria di Gara 1 sul layout “Corkscrew“, replicando quanto fatto in occasione della prima gara disputata nel secondo round sul layout “Gran Prix del circuito di Yas Marina.

Per il pilota italiano della Cram Durango è la quarta vittoria in questo campionato, arrivata al termine di una gara ricca di colpi di scena. Al via Trulli parte benissimo e riesce subito a conquistare la seconda posizione alle spalle del polemen Dilano van’t Hoff, ancora una volta pigliatutto in qualifica. Chi non ha avuto una partenza brillante è stato Kirill Smal, che chiude il primo giro in sesta posizione dopo essere andato largo in curva 2.

Smal si sbarazza immediatamente di Tasanapol Inthraphuvasak e si porta in quinta posizione, mentre davanti al terzo giro Trulli attacca van’t Hoff per la testa della corsa: van’t Hoff concede l’esterno al pilota italiano nel rettilineo che porta alla curva 11, Trulli allunga la frenata e completa il sorpasso, ma alle loro spalle Hamda Al Qubaisi, in lotta con Pepe Martì per la terza posizione, sbaglia completamente la frenata e tampona van’t Hoff che finisce in testacoda! Se però il pilota olandese riesce a ripartire, la gara della pilota dell’Abu Dhabi Racing by Prema termina lì: dopo il contatto Hamda è andata fuori pista saltando sul dissuasore presente all’esterno e sull’atterraggio la sospensione anteriore destra della sua monoposto ha ceduto, costringendola così al ritiro.

La Safety Car fa il suo ingresso in pista, con Trulli al comando davanti a Martì e Smal, con van’t Hoff che è ripartito in sesta posizione. Dopo due giri di neutralizzazione la gara riprende con Trulli che scappa subito via, mentre alle sue spalle Smal si prende la seconda posizione ai danni di Martì, dando poi vita ad un’incredibile bagarre che vede coinvolti tre piloti della Xcel Motorsports dove ad emergere è stato proprio van’t Hoff, capace di passare in terza posizione nel raggio di un giro.

Un contatto tra Oleksandr Partyshev e Jonas Ried costringe la Safety Car a tornare in pista per un solo giro; alla ripartenza Trulli mantiene saldamente il comando e si invola verso la vittoria, mentre Smal riesce a difendersi da van’t Hoff per la seconda posizione. Per van’t Hoff la beffa arriva sul traguardo, quando un lungo all’ultima curva gli costa il podio per 84 millesimi a vantaggio di Pepe Martì, che conquista così il terzo posto in questa Gara 1.

van’t Hoff deve così accontentarsi della quarta posizione davanti ad un ottimo Jamie Day, quinto e autore di diversi sorpassi durante la gara. Sesto posto per Tasanapol Inthraphuvasak davanti ad Enzo Scionti, protagonista sul finale di una serrata bagarre con Noam Abramczyk con tanto di contatto che è costata a quest’ultimo l’ala anteriore, che non gli impedisce di chiudere la gara in nona posizione tra Ried e Partyshev, che completa la Top10.

Dopo questa gara la classifica del campionato vede van’t Hoff ancora al comando con 241 punti, ma il suo vantaggio su Trulli si accorcia a soli 11 punti, con l’italiano che ora è a quota 230 grazie anche al giro più veloce della gara. Anche Kirill Smal accorcia sul leader del campionato, trovandosi ora terzo con 196 punti.

Il quarto round della F4 UAE si concluderà domani con ben tre gare in programma: Gara 2 scatterà alle h. 7:10, Gara 3 inizierà alle h. 10:25 mentre Gara 4 prenderà il via alle h. 13:40. Tutte le gare saranno visibili in live sia sul canale YouTube ufficiale che sulla pagina Facebook del campionato.

Immagini: Facebook / Formula 4 UAE & livetiming.getraceresults.com

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Daniele Botticelli
Daniele Botticelli
Classe 1997, laureato in Scienze della comunicazione e con una passione smisurata per il motorsport, il basket e la musica. Cresciuto sotto il mito di Valentino Rossi, Michael Schumacher, Alessandro Del Piero e Kobe Bryant. Poteva andare peggio no? Sono sempre alla ricerca di nuove leve, per raccontare le loro gesta e farvele conoscere ancor prima del loro arrivo sui grandi palcoscenici, questo perché ho sempre ammirato il nuovo che avanza

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci