F4 UAE | Abu Dhabi #1 2022: Antonelli conquista Gara 1 in volata su Neate!

Prima vittoria in F4 UAE per il pilota italiano, che vince per soli 3 millesimi dopo un incredibile sorpasso ai danni dell’inglese. Wharton completa il podio, disastro Inthraphuvasak al via.

Andrea Kimi Antonelli vince Gara 1 del primo round della nuova stagione di F4 UAE ad Abu Dhabi nel modo più incredibile e sorprendente, ottenendo la sua prima vittoria in carriera in monoposto anche grazie ad un’incredibile manovra all’ultimo giro della gara.

Andiamo con ordine: La gara ha vissuto un lungo periodo di Safety Car per via di alcuni incidenti verificatisi al termine del primo giro in fondo al lungo rettilineo che porta verso la curva 6, con Jamie Day, Brando Badoer e Suleiman Zanfari coinvolti in questi contatti e costretti al ritiro. Gli incidenti visti al primo giro verranno poi investigati al termine della gara.

Dopo aver rimosso le vetture incidentate, la gara riparte a 5 minuti dal termine con Aiden Neate al comando davanti ad Andrea Kimi Antonelli, secondo e minaccioso alle sue spalle. Antonelli non si fa pregare e attacca Neate al nono giro proprio in curva 6 cercando di passare all’esterno; Neate però si difende tenacemente e l’italiano è così costretto a tagliare la chicane tornando in pista davanti all’inglese.

Antonelli restituisce la posizione a Neate nei pressi della nuova curva 9, tentando nuovamente l’attacco per la testa della corsa ma senza successo. Antonelli però non molla e tenta un nuovo attacco al 10° giro in curva 6, replicando il tentativo nel giro precedente: Neate gli lascia nuovamente l’esterno, ma stavolta Antonelli riesce a rimanere in pista e chiude il sorpasso. I due rimangono affiancati fino al traguardo, usato in questa occasione quello presente dopo curva 8 dove è presente un altro paddock, e con il tempo di gara che nel frattempo è scaduto viene esposta immediatamente la bandiera a scacchi, con Antonelli che taglia così il traguardo in prima posizione davanti a Neate per soli 3 millesimi!

Un finale incredibile scatenato anche dall’esposizione della bandiera a scacchi, avvenuta appena è scaduto il tempo e non al termine di un giro aggiuntivo che solitamente si disputa al termine del tempo regolamentare. I piloti probabilmente non si aspettavano l’esposizione della bandiera e per questo hanno spinto per un altro giro, dando vita ad una scena piuttosto insolita.

La classifica finale di Gara 1 vede così Antonelli, che questo round non avrebbe nemmeno dovuto disputarlo, vincere davanti a Neate e James Wharton per un podio interamente a tinte Prema: notevole la gara del pilota neozelandese della Ferrari Driver Academy, capace di chiudere a podio la sua prima gara in carriera sulle monoposto a stretto contatto con la coppia di testa, agganciata all’ultimo giro in occasione del loro duello per la vittoria.

Il grande sconfitto di questa gara però è Tasanapol Inthraphuvasak, autore della pole position in mattinata che però al via è stato autore di una pessima partenza che lo ha visto stallare dalla prima casella della griglia di partenza, venendo fortunatamente schivato da tutti gli altri piloti che sopraggiungevano alle sue spalle. Il pilota thailandese è riuscito a ripartire dal fondo del gruppo, rimontando fino al 14° posto finale.

Giù dal podio Alex Dunne, quarto dopo aver trascorso l’intera gara alle calcagna di Wharton non riuscendo però ad impensierirlo. Quinto posto per Rik Koen, ottenuto dopo un’ottima partenza che dalla nona casella sulla griglia di partenza gli ha permesso di guadagnare quattro posizioni. Anche Nikita Bedrin è riuscito a guadagnare diverse posizioni rispetto al risultato ottenuto in qualifica, chiudendo al sesto posto dopo esser partito 10°.

Martinius Stenshorne chiude la sua prima gara in monoposto in zona punti, settimo al traguardo davanti a Charlie Wurz, solamente ottavo. Chiudono la zona punti Vladislav Ryabov e Solih Shah, decimo nonostante l’ottima quinta posizione al via. Fuori dai punti gli inglesi Ollie Gray e Taylor Barnard, rispettivamente in 11° e 12° posizione, mentre Miron Pingasov è stato autore di un testacoda alla ripartenza mentre battagliava proprio con Inthraphuvasak, terminando poi la gara in 24° e ultima posizione.

La F4 UAE tornerà in azione domani con altre due gare: Gara 2 è in programma alle h. 6:25, mentre Gara 3 scatterà alle h. 9:10. Entrambe le gare saranno trasmesse in live streaming sui canali ufficiali YouTube e Facebook della serie.

Classifica Gara 1:

F4 UAE

Immagine: Facebook / Formula 4 UAE

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS

MXGP | GP Spagna 2022 – Anteprima