F4 Italia | Vallelunga 2024: Freddie Slater vince una Gara 1 ricca di incidenti e conclusa dalla bandiera rossa

F4 Italia | Vallelunga 2024: Freddie Slater vince una Gara 1 ricca di incidenti e conclusa dalla bandiera rossa

Formula 4
Tempo di lettura: 5 minuti
di Daniele Botticelli @DBDeiman
15 Giugno 2024 - 17:30
Home  »  F4

L’inglese brucia Beeton alla partenza per la propria quinta vittoria nella F4 Italiana. Yamakoshi completa il podio. Gara interrotta a poco più di due minuti dal termine per un incidente multiplo.

La Gara 1 della F4 Italiana a Vallelunga è la prova di come, non sempre, la quantità sia garanzia di spettacolo con altrettante belle gare, e vedendo cosa hanno combinato oggi i 36 piloti partenti, questa tesi trova terreno fertile per avere validità. Non rientra in questo discorso il vincitore Freddie Slater, al proprio quinto successo nel campionato nostrano in una gara che ha visto ben tre periodi di Safety Car e conclusa in anticipo da una bandiera rossa.

Ma andiamo con ordine: al via Slater si porta subito al comando, grazie ad un’ottima partenza che gli ha permesso di bruciare il polemen Jack Beeton, scattato a rilento dalla prima casella sulla griglia di partenza ma capace poi di tornare all’attacco dell’inglese, finendo poi sull’erba nel corso del primo giro ma riuscendo a rimanere alle calcagna di Slater. I contatti però arrivano puntuali, con Lin Hodenius che nelle retrovie viene tamponato e finisce in coda al gruppo nel finale della prima tornata di gara.

La situazione peggiora al secondo giro, quando Alex Powell e Dion Gowda che vengono a contatto battagliando tra loro, con Gowda che perde la propria ala anteriore mentre Powell rimedia una foratura. I due piloti Prema iniziano a procedere lentamente per via dei rispettivi danni, creando così una situazione di confusione che sfocia poi nel tamponamento di Tomass Stolcermanis ai danni di Enzo Yeh, spedendolo pesantemente contro il muro all’ingresso della Esse che porta all’ultima curva, rendendo così inevitabile l’ingresso in pista della Safety Car.

La gara riparte al settimo giro, con circa 16 minuti e mezzo più un giro da disputare, ma la bandiera verde rimarrà esposta per poco più di un giro grazie ad un altro incidente verificatosi a centro gruppo: tutto nasce da un contatto tra Kean Nakamura-Berta, finito sull’erba, e Shimo Zhang, che viene poi tamponato a sua volta da un altro pilota nei pressi dell’ultima curva. Zhang così non ha spazio per frenare né il pieno controllo del mezzo decollando sopra Nakamura-Berta ed Andrija Petrovic, finendo poi la corsa contro il muro mentre questi ultimi due piloti sono costretti a loro volta al ritiro dopo aver perso l’ala posteriore.

Dopo tre giri di Safety Car si riparte ad otto minuti più un giro da disputare, ma come nel precedente caso il regime di bandiera verde dura veramente poco, quando nello stesso giro si verifica un notevole incidente multiplo innescato dalle due Jenzer Motorsport di Ethan Ischer ed Enea Frey, venuti a contatto tra loro alla curva del Semaforo mentre lottavano per gli ultimi posti della zona punti: dopo il contatto i due rientrano pericolosamente nella traiettoria ideale, coinvolgendo tanti altri piloti nell’incidente multiplo che ha di fatto posto fine alla gara. Oltre ai due piloti svizzeri, nella carambola sono rimasti coinvolti anche Maximilian Rehm, Luka Sammalisto, Kabir Anurag, Maksimiilian Popov e Luka Sammalisto.

Dopo un giro trascorso dietro la Safety Car, la Direzione Gara ha optato poi per l’esposizione della bandiera rossa a 2:18 più un giro al termine, con Freddie Slater che ottiene così la quinta vittoria del proprio campionato davanti a Jack Beeton, secondo dopo esser sempre stato alle calcagna del leader del campionato nelle varie ripartenze dopo il pessimo avvio dalla pole position.

Il podio di Gara 1 viene completato da Hiyu Yamakoshi, bravo ad agguantare il gradino più basso del podio in occasione della prima ripartenza avendo la meglio su Matheus Ferreira. La stessa azione è stata compiuta da Rashid Al Dhaheri alla seconda ripartenza, con il pilota emiratino capace di issarsi al quarto posto davanti allo stesso Ferreira, autore di due ripartenze a rilento e che lo hanno fatto scivolare dal terzo al quinto posto finale.

Sesto posto per Gustav Jonsson, che nel caos generale è riuscito ad ottenere il proprio miglior risultato stagionale davanti ad Akshay Bohra, solamente settimo. Ottava posizione per Reno Francot davanti a Tomass Stolcermanis, il migliore tra i Rookie in nona posizione e dopo il contatto con Yeh ad inizio gara. Gianmarco Pradel completa la zona punti in 10° posizione, precedendo il trio dei piloti italiani presente, con Emanuele Olivieri 11° davanti a Davide Larini (protagonista di un’escursione ad inizio gara) ed Alvise Rodella. Dopo il contatto avuto in precedenza, Powell e Gowda sono riusciti a concludere in 20° e 21° posizione.

Al termine della gara di oggi, Slater aumenta il proprio vantaggio portandosi a quota 115 punti contro i 97 di Yamakoshi ed i 79 di Bohra. La Formula 4 Italiana tornerà in azione domani con le due gare che concluderanno il terzo round del campionato: Gara 2 scatterà alle h.9:00, mentre Gara 3 prenderà il via alle h. 14:25.

F4 Italiana – Vallelunga 2024: Classifica Gara 1

Immagini: ITALIAN F.4 CHAMPIONSHIP

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live