F4 Italia | Vallelunga 2021: Tripletta per Oliver Bearman!

L’inglese sempre più al comando della F4 Italia vincendo le tre gare sul circuito romano. Brutto incidente in Gara 3 tra Duerksen e Cenyu

La F4 Italia è tornata in azione in questo fine settimana a Vallelunga, per il terzo round della stagione 2021. Nelle tre gare disputate sul circuito romano, Oliver Bearman si è confermato ad altissimi livelli, vincendo le tre gare del round, tutte andate in scena la domenica. Di seguito, il resoconto delle tre gare andate in scena oggi a Vallelunga.

GARA 1

Oliver Bearman parte dalla pole position e al via riesce a rimanere davanti a Sebastian Montoya e Cenyu Han, mentre nelle retrovie Jonas Ried finisce in testacoda e Charlie Wurz accusa un problema sulla sua Prema che lo porta in fondo al gruppo, venendo sfilato dal resto del gruppo.

Bearman mantiene saldamente il comando su Montoya, mentre alle loro spalle Cenyu non riesce a mantenere il loro ritmo e subisce la pressione di Tim Tramnitz, dominatore al Paul Ricard e assente a Misano, con il tedesco che alla curva Cumini effettua il sorpasso ai danni del pilota della Van Amersfoort Racing e sale così in terza posizione a 23 minuti dal termine della gara.

A 20 minuti dal termine un errore di Joshua Dufek in uscita dall’ultima curva, la curva Roma, innesca la bagarre tra se e Conrad Laursen per la sesta posizione; i due si scambiano la posizione diverse volte prima che il pilota svizzero riesca a mantenere la posizione davanti al pilota della Prema.

Cenyu Han è in netta difficoltà e viene superato anche da Joshua Duerksen, che passa così in quarta posizione proprio prima dell’ingresso della Safety Car, chiamata in causa a 11 minuti dal termine per via dell’incidente tra Maya Weug e Pietro Armanni, con la pilota della Ferrari Driver Academy a causare la carambola che porta entrambi i piloti della Iron Lynx a concludere la gara anzitempo.

La gara riparte quando mancano sei minuti al termine: alla ripartenza Dufek ne approfitta e si porta in quinta posizione davanti a Cenyu; alle loro spalle Kirill Smal compie la stessa manovra ai danni di Laursen per portarsi in settima posizione.

Davanti Bearman è autore di un’ottima ripartenza, capace di contenere l’aggressività di Montoya andando a vincere Gara 1, conquistando la terza vittoria consecutiva dopo la doppietta di Misano. Sebastian Montoya e Tim Tramnitz completano il podio, con Joshua Duerksen in quarta posizione, al suo miglior risultato stagionale.

Quinto posto per Joshua Dukek davanti al suo compagno di squadra alla Van Amersfoort Racing Cenyu Han, sesto al termine di una gara molto difficile. Kirill Smal chiude al settimo posto davanti a Conrad Laursen, il migliore tra i Rookie, con Vlad Lomko in nona posizione, autore di diverse bagarre a centro gruppo. Leonardo Fornaroli completa la zona punti con il decimo posto, al termine di una gara piuttosto sottotono rispetto al round precedente. Lorenzo Patrese ha chiuso all’11° posto davanti ad Hamda Al Qubaisi, perdendo la possibilità di totalizzare punti negli ultimi giri, mentre Leonardo Bizzotto ha chiuso al 14° posto.

F4 Italia
F4 Italia

GARA 2

Sebastian Montoya parte dalla pole position davanti a Tim Tramnitz e Oliver Bearman. I primi tre partono bene, mentre Cenyu Han stalla e viene sfilato dal resto del gruppo prima di riuscire a partire. Nel corso del primo giro Joshua Dufek passa Bearman per la terza posizione; nelle retrovie avviene un contatto tra Pietro Armanni e Jorge Garciarce, entrambi costretti al ritiro.

Dopo una lunga neutralizzazione la gara riparte a 23 minuti dal termine, con Montoya al comando davanti a Tramnitz e Bearman che rapidamente si libera di Dufek per riportarsi in terza posizione.

Alle loro spalle un errore di Conrad Laursen accende la bagarre per la quinta posizione, con il danese che viene sopravanzato da Joshua Duerksen e Kirill Smal passando così in settima posizione, mentre alle loro spalle Nikita Bedrin sorprende il suo compagno di squadra Bence Valint per la nona posizione. Nel giro seguente, Laursen risponde a Smal e passa in sesta posizione, con Duerksen che ha preso un distacco considerevole nei confronti dei due piloti Prema.

Bearman si avvicina a Tramnitz e al settimo giro supera il pilota tedesco per la seconda posizione a 17 minuti dal termine. Due minuti dopo arriva il colpo di scena della gara, quando il leader della gara Sebastian Montoya viene penalizzato con un Drive Through per falsa partenza! Questa penalità toglie definitivamente il colombiano dalla lotta per la vittoria, che una volta scontata ha optato per il ritiro tornando subito ai box.

Con l’uscita di scena di Montoya, Bearman passa al comando e si ritrova con strada libera verso la vittoria, nonostante Tramnitz lo segua a meno di un secondo di ritardo. Dopo un testacoda per Hamda Al Qubaisi, a nove minuti dal termine Bedrin perde il controllo della sua vettura e finisce contro Vladislav Lomko mentre i due erano appaiati in bagarre; i due piloti rimangono in mezzo alla pista, con Francesco Braschi che sopraggiunge e non può evitare la vettura di Lomko in mezzo alla pista, mentre gli altri riescono a schivare le vetture dei due piloti russi.

Dopo questo incidente la gara termina dietro la Safety Car. Oliver Bearman vince così anche Gara 2 davanti a Tramnitz e Joshua Dufez, terzo e al primo podio in questo campionato.

Joshua Duerksen ha chiuso nuovamente al quarto posto davanti a Conrad Laursen, quinto e nuovamente il vincitore della classifica riservata ai Rookie. Sesto posto per Kirill Smal davanti a Bence Valint e Leonardo Fornaroli, ottavo in Gara-2. Completano la zona punti Levente Revesz e Piotr Wisnicki, dopo che Jonas Ried ha perso la nona posizione per una penalità di 25 secondi.

F4 Italia
F4 Italia

GARA 3

Oliver Bearman parte dalla pole position nuovamente davanti a Montoya riuscendo a rimanergli davanti alla partenza, mentre alle loro spalle Charlie Wurz non è partito benissimo e ha perso la posizione a vantaggio di Tramnitz. Nelle retrovie succedono diversi contatti, con Erick Zuniga e Samir Ben coinvolti e costretti al ritiro, mentre Jonas Ried rientra ai box con l’ala anteriore danneggiata.

Tutto ciò comporta l’ingresso in pista della Safety Car, che fa il suo ritorno ai box a 21 minuti dal termine. Alla ripartenza Joshua Duerksen cerca di passare Cenyu Han all’interno della curva 2, cercando uno spazio che non c’è e impattando contro Han, la cui sospensione posteriore destra finisce K.O. e che diventa vittima di un pericoloso cappottamento una volta arrivato sulla ghiaia. Fortunatamente entrambi i piloti stanno bene e sono usciti dalle loro vetture senza conseguenze, ma dopo questo incidente la gara è stata sospesa con l’esposizione della bandiera rossa, a 20 minuti e 30 dal termine della gara. Anche Francesco Braschi è stato costretto al ritiro per via di un incidente, con molta probabilità per schivare dei detriti dall’incidente tra Duerksen e Cenyu davanti a lui.

L’interruzione favorisce Bearman, che proprio durante la ripartenza ha subito un danno alla sua sospensione anteriore destra dopo aver colpito un detrito che lo aveva fatto terminare in fondo al gruppo al momento della sospensione, ma la classifica data dal giro precedente all’interruzione che viene usata per la ripartenza lo vede al comando, permettendogli durante la sospensione di riparare i danni sulla sua vettura della Van Amersfoort Racing.

Dopo alcuni giri dietro la Safety Car, la gara è ripartita a 14 minuti dal termine, con Bearman che mantiene la prima posizione davanti a Montoya, mentre nelle retrovie Joshua Dufek e Bence Valint iniziano a battagliare tra loro.

Bearman e Montoya scappano via in testa alla corsa, con il pilota inglese che si difende con le unghie dalla pressione di Montoya negli ultimi minuti di gara; all’ultimo giro il colombiano cerca di passare alla curva Soratte ma non trova lo spazio e deve accodarsi; Oliver Bearman vince così anche Gara 3, completando la tripletta e una splendida domenica che lo lanciano in testa al campionato!

Sebastian Montoya conquista un altro podio con il secondo posto davanti a Tim Tramnitz, terzo in tutta solitudine. Quarto posto per un ottimo Charlie Wurz, migliore tra i Rookie e autore di una gara molto solida chiusa davanti ai suoi compagni di squadra Kirill Smal, Conrad Laursen e Hamda Al Qubaisi, ottima settima al traguardo.

Leonardo Fornaroli chiude all’ottavo posto davanti a Bence Valint e Joshua Dufek, che ha tagliato il traguardo in ottava posizione ma che il tempo combinato dopo la bandiera rossa lo relega in decima posizione.

La classifica del campionato di Formula 4 Italiana vede Oliver Bearman scappare con 182 punti contro i 116 di Tim Tramnitz. Sebastian Montoya sale in terza posizione con 99 punti davanti a Smal a quota 90 e a Fornaroli, ora quinto a quota 89 di punti. La Formula 4 Italiana tornerà in pista tra un mese ad Imola, nel weekend del 24 e 25 luglio per il quarto round della stagione 2021.

Immagini: acisport.it

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS