F4 Italia | Imola 2024: Hiyu Yamakoshi si impone di forza in gara 2 e prende la testa del campionato

F4 Italia | Imola 2024: Hiyu Yamakoshi si impone di forza in gara 2 e prende la testa del campionato

Formula 4
Tempo di lettura: 5 minuti
di Francesco Gritti @franz_house_vg
2 Giugno 2024 - 11:45
Home  »  F4

Hiyu Yamakoshi vince gara 2 di F4 a Imola. Akshay Bohra e Dion Gowda lo seguono sul podio. Incidente per Slater, solo nono al traguardo.

da Imola

La seconda gara a Imola è stata sicuramente più interessante rispetto alla prima. Meno incidenti, un numero di ritirati esiguo e diverse azioni aggressive ma, spesso, corrette hanno reso vivace e mai noiosa un prova caratterizzata da lunghi periodi di bandiera verde.

La domenica all’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari Imola parte con la seconda gara dell’Italian F4 Championship. Il secondo round della serie si tiene su un tracciato estremamente tortuoso e ricco di tecnicismi, in cui i giovani piloti dovranno faticare molto anche solo per evitare incidenti.

L’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari, situato a Imola, nasce come pista semipermanente nel lontano 1953. Il circuito ha poi espanso il numero e il rango delle attività ospitate grazie a una serie di ammodernamenti avvenuti nel corso dei numerosi anni di attività, l’ultimo dei quali risale al 2009. Il tracciato, caratterizzato da molti cambi altimetrici e brevi rettilinei, è composto da 21 curve, 11 a sinistra e 10 a destra, e presenta una lunghezza di 4,909 km. Imola è sempre apparsa nel calendario di F4.

Sono 39 gli iscritti all’evento. AKM Motorsport e Jenzer Motorsport schierano una vettura in più, guidata, rispettivamente, a Wiktor Dobrzanski e Matus Ryba. Cram Motorsport affida la sua vettura a Francisco Macedo, che sostituisce Daryanani.

La gara

Duna, nonostante appaia nell’entry list, non si è presentato in pista. Ferreira non inizia la corsa. Yamakoshi si impone immediatamente su Beeton e Bohra, che seguono a ruota il giapponese. Nei primi giri si assiste a un contatto privo di conseguenze alla Gresini tra Yeh e Robinson e a uno alla Rivazza tra Powell e Pradel, che causa un grave danno all’ala anteriore dell’americano e una foratura alla gomma posteriore sinistra dell’australiano, che si ritirerà in pit lane poco dopo.

La lotta per la seconda posizione si fa molto sentita appena scatta il quarto d’ora di gara. Bohra tenta più volte di imporsi su Beeton, ma, almeno inizialmente, non riesce a mettere le ruote della sua vettura davanti a quelle del compagno di squadra. Il sorpasso dell’indiano avrà successo alla prima curva del dodicesimo giro, al termine della quale l’australiano andrà addirittura largo nella sabbia pur di tentare di chiudere la traiettoria al rivale.

Slater, che ha recuperato il duo di US Racing, non si vuole accontentare della quarta posizione. L’inglese tenta così un disastroso attacco su Beeton alla Tosa. La Prema del leader del campionato tocca la vettura avversaria ed entrambi si girano, lasciando libera la traiettoria interna. Fast Freddie rientra appena smettono di sopraggiungere gli avversari, mentre Beeton, disperato, decide di mollare tutto e di fermarsi in pit lane assieme a Rehm, rientrato per motivi tecnici. Gowda eredita il gradino più basso del podio.

Passano pochi secondi e si assiste a un altro incidente al Tamburello tra Dobrzanski e Koller. Il ceco ha la peggio, visto che si ritrova fermo in mezzo alla pista con la sospensione posteriore sinistra piegata. Durante il periodo di safety car si ritirano nel box Zhang e Sammalisto, a cui è stata esposta la bandiera nera con cerchio arancione a causa del cedimento dell’ala posteriore.

I commissari decidono far percorrere ai giovanissimi piloti l’ultimo giro a piena velocità. Yamakoshi, finora dominante, scatta perfettamente, così come Bohra. Gowda, invece, non è autore di un grande restart e rischia di essere superato da Stolcermanis.

Hiyu Yamakoshi mantiene la testa della corsa dal primo all’ultimo metro, conquistando di conseguenza la seconda vittoria consecutiva, prima sul campo. Akshay Bohra e Dion Gowda concludono a podio, anticipando Stolcermanis, Nakamura-Berta, Al Dhaheri, Jonsson, Francot, Slater e Larini, che chiudono la top 10. Tomass Stolcermanis ottiene il primo posto tra i rookie, anticipando sul podio Kean Nakamura-Berta ed Emanuele Olivieri. Petrovic, Kostic, Popov, Mrad, Yeh, Frey e Robinson completano la zona punti della classifica rookie.

Hiyu Yamakoshi sembra imbattibile. Il giapponese di Van Amersfoort Racing, alla seconda vittoria stagionale, è riuscito a imporsi per la prima volta senza alcun tipo di penalizzazione degli avversari antecedenti. Sicuramente è un modo per sbloccarsi in attesa di gara 3, in cui potrebbe concretizzare la sua forma con una tripletta.

I risultati della gara

I risultati di gara 2 a Imola

La classifica generale

La classifica di F4 italiana al termine di gara 2 a Imola

La vittoria di questa mattina permette a Hiyu Yamakoshi di spiccare il volo in campionato. Il giapponese prende la testa della classifica grazie ai suoi 82 punti, 15 più di Slater e 19 più di Bohra. La classifica rookie sorride a Tomass Stolcermanis (90), che sorpassa in classifica Powell (75). Terzo Petrovic (60). Prema Racing (181) domina fra i team, visto che ha quasi il doppio dei punti rispetto agli avversari più vicini, US Racing (98) e Van Amersfoort Racing (95).

I prossimi appuntamenti

La domenica a Imola è appena cominciata. Prima di gara 3 di F4 italiana, che partirà alle 15.30, si terranno anche le seconde gare di Zinox F2000 Trophy (10.00), Mini Challenge (11.00), Porsche Carrera Cup Italia (12.00) e Campionato Italiano Gran Turismo Sprint GT3 (14.20). Il Campionato Italiano Gran Turismo Sprint GT Cup chiuderà il programma alle 16.30. La Formula 4 si sposterà poi a Vallelunga, in cui si terrà il terzo round tra il 14 e il 16 Giugno.

Media: Paolo Pellegrini

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live